Immagine dell'autore.

Aldous Huxley (1894–1963)

Autore di Il mondo nuovo

281+ opere 92,828 membri 1,250 recensioni 274 preferito

Sull'Autore

Aldous Huxley was born on July 26, 1894, in Surrey, England, into a distinguished scientific and literary family; his grandfather was the noted scientist and writer, T.H. Huxley. Following an eye illness at age 16 that resulted in near-blindness, Huxley abandoned hope of a career in medicine and mostra altro turned instead to literature, attending Oxford University and graduating with honors. While at Oxford, he published two volumes of poetry. Crome Yellow, his first novel, was published in 1927 followed by Antic Hay, Those Barren Leaves, and Point Counter Point. His most famous novel, Brave New World, published in 1932, is a science fiction classic about a futuristic society controlled by technology. In all, Huxley produced 47 works during his long career, In 1947, Huxley moved with his family to southern California. During the 1950s, he experimented with mescaline and LSD. Doors of Perception and Heaven and Hell, both works of nonfiction, were based on his experiences while taking mescaline under supervision. In 1959, Aldous Huxley received the Award of Merit for the Novel from the American Academy of Arts and Letters. He died on November 22, 1963. (Bowker Author Biography) mostra meno
Fonte dell'immagine: Courtesy of the NYPL Digital Gallery (image use requires permission from the New York Public Library)

Serie

Opere di Aldous Huxley

Il mondo nuovo (1932) 54,105 copie
L' isola (1962) 4,266 copie
Ritorno al mondo nuovo (1958) 2,848 copie
Punto contro punto (1928) 2,602 copie
Giallo cromo (1921) 2,010 copie
I diavoli di Loudun (1952) 1,514 copie
La catena del passato (1936) 1,331 copie
La scimmia e l'essenza (1948) 1,327 copie
Passo di danza (1923) 1,320 copie
Dopo molte estati (1939) 1,206 copie
Le porte della percezione (1954) 1,107 copie
Il tempo si deve fermare (1944) 603 copie
Foglie secche (1925) — Autore — 602 copie
Il genio e la dea (1955) — Autore — 505 copie
L'arte di vedere (1942) 419 copie
I corvi (1967) 349 copie
L' eminenza grigia (1941) 287 copie
Dopo i fuochi d'artificio e altri racconti (1930) — Autore — 245 copie
Tutti i racconti (1957) 240 copie
Jacob's Hands (1998) 183 copie
Mortal Coils (1922) 178 copie
Collected Essays (1959) 172 copie
Jesting Pilate (1926) — Autore — 147 copie
Heaven and Hell (1956) — Autore — 145 copie
Oltre la baia del Messico (1934) 136 copie
Huxley and God: Essays (1901) 124 copie
The Human Situation (1977) 122 copie
Texts and Pretexts (1932) 107 copie
Pride and Prejudice [1940 film] (1940) — Screenwriter — 84 copie
Two or Three Graces (1926) — Autore — 83 copie
Scienza, liberta e pace (1946) 81 copie
Limbo (1920) 68 copie
Jane Eyre [1943 film] (1943) — Screenwriter — 64 copie
The Gioconda Smile {short story} (1901) — Autore — 61 copie
Do What You Will (1929) 60 copie
100 Eternal Masterpieces of Literature - volume 1 (2017) — Collaboratore — 58 copie
Proper Studies (1927) 53 copie
Twice Seven (1944) 51 copie
On Art and Artists (1960) 46 copie
Temi e variazioni (1777) 43 copie
Letters of Aldous Huxley (1969) 41 copie
Little Mexican (1924) 39 copie
Adonis and the alphabet (1956) 37 copie
The Hidden Huxley (1994) 33 copie
Now More Than Ever (2000) 23 copie
Leda (1920) 21 copie
Mi Tio Spencer (1933) 18 copie
The burning wheel (1916) 16 copie
Essays New and Old (1926) 12 copie
Words and their meanings (2018) 10 copie
Essays 7 copie
Prisons (1949) 7 copie
Crome Yellow | Antic Hay (1968) 7 copie
Contos escolhidos (2014) 6 copie
Selected Essays (1961) 5 copie
Pacifism and Philosophy (1994) 5 copie
The Monocle (1959) 4 copie
CUENTOS SELECTOS (2000) 4 copie
O divnyy novyy mir (2010) 3 copie
Obras Completas Vol III (1969) 3 copie
Jonah (2001) 3 copie
Aldous Huxley 3 copie
The Tillotson Banquet (1953) 3 copie
The Rest Cure (1985) 3 copie
Novelas I Aldous Huxley (1957) 3 copie
EDEBİYAT VE BİLİM (2016) 2 copie
EL TIEMPO Y LA MAQUINA (1945) 2 copie
Brave New World & 1984 (2020) 2 copie
Cynthia (1988) 2 copie
Selected Poems (1925) 2 copie
Nuns at Luncheon (2013) 2 copie
Fard 2 copie
Meistererzählungen (1984) 2 copie
Antologia do conto moderno — Autore — 1 copia
Novelas . I 1 copia
Cicadas and Other Poems (1931) 1 copia
Apa och ande 1 copia
Zaman Artık Durmalı (2023) 1 copia
El precio del progreso (2022) 1 copia
The Dwarfs 1 copia
Chawdron (2011) 1 copia
The Claxtons 1 copia
Half-Holiday 1 copia
La situación humana (1980) 1 copia
Novelas II 1 copia
Unser Glaube 1 copia
Poesía completa (2011) 1 copia
On Language (1961) 1 copia
Eminência Parda (1900) 1 copia
Pripovjetke 1 copia
U prilog duhu (2015) 1 copia
Czas musi stanąć (2022) 1 copia
Las manos de Jacob (1998) 1 copia
1977 1 copia
1965 1 copia
A arte de ver 1 copia
Verhalen 1 copia

Opere correlate

Bhagavadgita (0400) — Introduzione, alcune edizioni9,408 copie
50 Great Short Stories (1952) — Collaboratore — 1,260 copie
Il diavolo in corpo (1921) — Introduzione, alcune edizioni1,121 copie
Opere complete, vol. VII: I crimini dell'amore (1800) — Introduzione, alcune edizioni549 copie
La prima e ultima libertà (1954) — Prefazione, alcune edizioni514 copie
The Penguin Book of English Short Stories (1967) — Collaboratore — 431 copie
75 Short Masterpieces: Stories from the World's Literature (1961) — Collaboratore — 298 copie
A Treasury of Short Stories (1947) — Collaboratore — 294 copie
The Penguin Book of Contemporary Verse (1950) — Collaboratore, alcune edizioni266 copie
A Book of English Essays (1942) — Collaboratore — 243 copie
The Omnibus of Crime (1929) — Collaboratore — 210 copie
The Gospel of Sri Ramakrishna (1942) — Prefazione, alcune edizioni198 copie
The Oxford Book of English Short Stories (1998) — Collaboratore — 196 copie
Zen and the Psychology of Transformation: The Supreme Doctrine (1951) — Prefazione, alcune edizioni181 copie
Selected Letters (1950) — A cura di — 167 copie
Short Stories from the Strand (1992) — Collaboratore — 139 copie
The Road to Science Fiction #2: From Wells to Heinlein (1979) — Collaboratore — 138 copie
The World of Mathematics, Volume 4 (1956) — Collaboratore — 123 copie
The Utopia Reader (1999) — Collaboratore — 113 copie
You Are Not the Target (1602) — Prefazione — 107 copie
Great Modern Reading (1943) — Collaboratore — 107 copie
Soul: An Archaeology--Readings from Socrates to Ray Charles (1994) — Collaboratore — 101 copie
Books and Printing: A Treasury for Typophiles (1951) — Collaboratore — 97 copie
The Piero della Francesca trail (1523)alcune edizioni89 copie
The Treasury of English Short Stories (1985) — Collaboratore — 85 copie
The Complete Etchings of Goya (1943) — Prefazione, alcune edizioni84 copie
The Treasury of Science Fiction Classics (1954) — Collaboratore — 75 copie
Traveller's Library (1933) — Collaboratore — 71 copie
The Bedside Book of Famous British Stories (1940) — Collaboratore — 67 copie
The Mammoth Book of Thrillers, Ghosts and Mysteries (1936) — Collaboratore — 67 copie
Le gesta del Buddha (1960) — Prefazione, alcune edizioni67 copie
Brave New World: A Graphic Novel (2022) — Collaboratore — 66 copie
Vedanta for Modern Man (1951) — Collaboratore, alcune edizioni48 copie
The Mammoth Book of Thrillers, Ghosts and Mysteries (1936) — Collaboratore — 47 copie
Turning Points: Essays on the Art of Science Fiction (1977) — Collaboratore — 47 copie
Masters of the Modern Short Story (1945) — Collaboratore — 47 copie
Krishnamurti: 100 Years (1995) — Autore — 46 copie
The Oxford Book of Historical Stories (1994) — Collaboratore — 41 copie
A Quarto of Modern Literature (1935) — Collaboratore — 40 copie
Modern English Short Stories (1939) — Collaboratore — 36 copie
The Oxford Book of English Love Stories (1996) — Collaboratore — 35 copie
Great Short Stories of Detection, Mystery, and Horror (1928) — Collaboratore — 32 copie
The Devils [1971 film] (1971) — Original novel — 31 copie
A Book of Essays (1963) — Collaboratore — 26 copie
Acupuncture : cure of many diseases (1971) — Prefazione, alcune edizioni25 copie
The Seas of God: Great Stories of the Human Spirit (1944) — Collaboratore — 25 copie
A Virgin Heart (1925) — Traduttore, alcune edizioni23 copie
Great English Short Stories (1930) — Collaboratore — 20 copie
Twentieth Century Interpretations of 1984 (1971) — Collaboratore — 19 copie
Great Classic Stories II: Eighteen Unabridged Classics (2010) — Collaboratore — 16 copie
The Future is Now: America Confronts the New Genetics (2002) — Collaboratore — 16 copie
The Panorama of Modern Literature (1934) — Collaboratore — 14 copie
Future Media (2011) — Collaboratore — 14 copie
Trees: A Celebration (1989) — Collaboratore — 13 copie
Mehr Morde (1961) — Collaboratore — 13 copie
Travel in Vogue (1981) — Autore — 11 copie
England forteller : britiske og irske noveller (1970) — Collaboratore — 10 copie
Great Classic Mysteries: Thirteen Unabridged Stories (2010) — Autore, alcune edizioni10 copie
Murder Without Tears (1946) — Collaboratore — 9 copie
The London Omnibus (1932) — Collaboratore — 8 copie
Meesters der Engelse vertelkunst (1957) — Collaboratore — 8 copie
Food in Vogue: Six Decades of Cooking and Entertaining (1976) — Collaboratore — 8 copie
Writer to Writer: Readings on the Craft of Writing (1966) — Collaboratore — 8 copie
The Black Cabinet (1989) — Collaboratore — 7 copie
Bachelor's Quarters: Stories from Two Worlds (1944) — Collaboratore — 7 copie
Time to Be Young: Great Stories of the Growing Years (1945) — Collaboratore — 7 copie
They still draw pictures! (2019) — Introduzione — 6 copie
Quintet: 5 of the World's Greatest Short Novels (1956) — Collaboratore — 6 copie
The discovery: a comedy in five acts (1924) — Adaptation, alcune edizioni5 copie
The Ambassador (1961) — Collaboratore — 5 copie
Huivering wekken : 26 onthutsende verhalen (1982) — Collaboratore — 4 copie
30 Eternal Masterpieces of Humorous Stories (2017) — Collaboratore — 4 copie
The Best from Cosmopolitan — Collaboratore — 4 copie
La experiencia del éxtasis 1955-1963 (2003) — Collaboratore — 3 copie
Profil d'une oeuvre : Le meilleur des mondes, Huxley (1986) — Collaboratore — 3 copie
Georgian Stories 1924 — Collaboratore — 2 copie
Great Tales of the Far West (1956) — Collaboratore — 2 copie
American Aphrodite (Volume Three, Number Nine) (1953) — Collaboratore — 2 copie
Selections From Huxley (1911) 2 copie
Oxford Poetry 1917 (1918) — Collaboratore — 2 copie
7 Novel Dystopian Collection — Collaboratore — 1 copia
Best Crime Stories 2 — Collaboratore — 1 copia

Etichette

Aldous Huxley (551) Antologia (439) britannico (518) classici (1,470) Classico (1,430) da leggere (3,514) Distopia (2,990) distopico (732) droghe (456) Fantascienza (4,643) Filosofia (1,648) Futuro (394) Huxley (385) India (394) Induismo (1,004) Inghilterra (269) Inglese (431) Letteratura (1,968) letteratura britannica (724) Letteratura inglese (899) letto (1,038) Narrativa (7,990) non letto (452) Novecento (839) Poesia (415) Politica (307) posseduto (326) Psicologia (342) racconti (734) Religione (1,526) Roman (304) Romanzo (1,493) saggi (678) Saggistica (908) Satira (405) SF (411) Spiritualità (414) Storia (260) Totalitarismo (274) Utopia (443)

Informazioni generali

Utenti

Discussioni

March 2013: Aldous Huxley in Monthly Author Reads (Marzo 2013)
Fiction 'midget' parents of growing boy in Name that Book (Marzo 2013)

Recensioni

Nel 1932 fu pubblicato Brave New World, un romanzo dell'autore inglese Aldous Huxley. Gli eventi contemporanei hanno ispirato questo influente romanzo fantasy, che raffigurava una società futura governata dal totalitarismo. Nel 1958, ben ventisette anni dopo, Huxley scrisse Brave New World Revisited, un breve libro di saggistica che riesamina le idee e le previsioni del romanzo alla luce degli eventi accaduti dopo la pubblicazione di Brave New World. Huxley sostiene che il mondo sta accelerando verso la distopia che aveva predetto in Brave New World molto più velocemente di quanto avesse previsto. Il libro diagnostica molti problemi in primo piano nella speculazione nella società della metà del XX secolo, la maggior parte dei quali persistono oggi in forme sempre più urgenti.

I dodici capitoli di Brave New World Revisited (che ha avuto origine come articoli scritti da Huxley per Newsday) sono dedicati ciascuno a un problema o tema sociale diverso. Huxley inizia con la sovrappopolazione, che vede come il "problema centrale" dell'umanità. Secondo Huxley, la popolazione mondiale è cresciuta a un ritmo allarmante al punto che le nascite superano di gran lunga i decessi; questo fenomeno mette a dura prova le risorse che con il passare del tempo peggioreranno. Huxley sottolinea anche i pericoli della "sovra-organizzazione" o del controllo centralizzato della società da parte di un'oligarchia composta da "Big Business" e "Big Government". Considera questa centralizzazione una minaccia alla democrazia e alla libertà individuale; inoltre, la standardizzazione e il conformismo nella vita di tutti i giorni diventeranno inevitabili.

Nella parte centrale del libro, Huxley esamina i mass media e il loro effetto sulla società sotto forma di propaganda, una forza la cui portata si è enormemente ampliata dalla seconda guerra mondiale. Alla luce dei recenti esperimenti scientifici sulla messaggistica subliminale, l'ipnopedia e le droghe sintetiche, Huxley ipotizza che i futuri governi utilizzeranno tecniche di lavaggio del cervello per influenzare le persone a conformarsi a modi di pensare approvati. Questa tendenza è già in atto in alcuni paesi democratici attraverso la pubblicità, che spesso fa appello ai desideri umani usando un linguaggio e un pensiero irrazionali. Huxley sostiene che i governanti del futuro cercheranno di manipolare le persone a livello inconscio e quindi renderle conformi alla rimozione della loro libertà personale. La nuova società sarà caratterizzata da un “totalitarismo non violento” (115), tanto più insidioso perché ha un volto benigno.

Huxley conclude il libro con un appello a rieducare noi stessi alle lezioni della libertà e della democrazia individuali e instillarle nella prossima generazione; senza questi processi, cederemo fin troppo facilmente al potere della propaganda e della dittatura. Huxley descrive il suo modello ideale per la società, che consente agli esseri umani di realizzare il proprio potenziale individuale e sociale come persone complete e di vivere una vita felice e creativa.
… (altro)
 
Segnalato
AntonioGallo | 43 altre recensioni | Mar 29, 2022 |
Huxley prova in questo romanzo a coniugare l’eterno sogno del mondo perfetto con il consueto contrappasso delle meschinità dell’uomo. Un ricco uomini di affari naufraga e si trova su un’isola i cui abitanti da anni vivono in una sorta di auto governo basato sulle più elementari regole di buona convivenza. Ed è così che gli abitanti di Pala, il nome dell’isola, scandiscono man mano, i buoni usi e le ottime consuetudini di una civiltà che coniuga semplicità e ricerca, ancorata alla tradizione ma volta ad uno sviluppo sostenibile. Un libro importante per il contesto storico, forse banale oggi, proprio per il rilievo che le tematiche della sostenibilità della crescita hanno assunto negli ultimi anni, fino ad arrivare al paradosso della decrescita felice. Nel finale del libro, in realtà, l’autore cambia la prospettiva introducendo le ambizioni e le violenze dell’uomo che tutto corrompono, compresa l’isola, solo una volta felice, di Pala. La lettura, comunque, no mi ha entusiasmato, ritmo lento, abuso di aggettivi, uno stile inutilmente ridondante.… (altro)
½
 
Segnalato
grandeghi | 62 altre recensioni | Nov 18, 2021 |
Chiamatele come volete: chicche, epifanie, illuminazioni, notizie ... quelle che seguono sono tre "chicche" che riguardano il "mondo nuovo" verso il quale ci stiamo incamminando a passi veloci e a vele spiegate. Anzi, forse ci siamo già dentro alla meglio, o alla peggio.

Quel "Mondo Nuovo", anzi quel "Brave New World" di cui parla lo scrittore inglese Aldous Huxley nel suo futuristico libro, pubblicato nel 1932, in cui descrive un mondo del futuro (attorno al 2540 circa).

Tutta la Terra è sotto il potere di dieci “controllori”. L’intera società è rigidamente controllata tramite pratiche scientifiche che vanno dal controllo delle nascite all’indottrinamento psicologico, fino alla selezione, per via eugenetica, della razza umana.

Ho già avuto modo di parlare di questo libro (che mio padre aveva nella sua piccola biblioteca negli anni trenta) quando, in un breve post , all'inizio di questo anno 2015, accennai ai grandi cambiamenti ai quali stavamo, stiamo e continueremo ad assistere.

Un libro che invito a leggere gratis qui al link. Queste che seguono sono "chicche" di notizie realmente accadute e che trascrivo senza nulla togliere o aggiungere.

Due uomini decidono di sposarsi e di avere un figlio. Mescolano il loro seme e prendono in affitto un utero. Nasce un bambino e per un pò di tempo tutto fila liscio. Poi improvvisamente decidono di separarsi e si presentano davanti al giudice chiedendo di avere assegnato il figlio. Secondo voi a chi lo assegnerà?

Due donne decidono di sposarsi e di avere un figlio. Una delle due è fertile, l'altra no.Vanno ad una banca del seme e quella fertile si fa inseminare. Nasce una bambina, la crescono con affetto fino a quando decidono di separarsi. Si presentano davanti al giudice al quale chiedono l'assegnazione. Secondo voi a chi verrà assegnata la bambina?

Un sacerdote di fede cattolica, che per sua decisione ha accettato il voto di castità, decide di fare un "coming out", cioè dichiara la sua tendenza sessuale, presenta il suo compagno in pubblico con il quale decide di convivere e dice anche di volere avere un figlio. Secondo voi la cosa è possibile?

Questo lo scenario del "coraggioso" - "brave" - "mondo nuovo" sul quale ognuno di noi recita a soggetto. Il titolo che Aldous Huxley scelse per il suo libro suona come ironico e sarcastico, in quanto è ripreso da un passo della "Tempesta" di William Shakespeare.

In questa tragedia Miranda, figlio del mago Prospero, si meraviglia della bellezza e della straordinarietà del mondo che sta scoprendo per la prima volta:

"O wonder! How many godly creatures are there here! How beauteous mankind is! O brave new world, that has such people in't".

“O meraviglia! Quante creature divine io vedo qui! Che umanità splendida è questa! O nuovo mondo impavido, che ospiti uomini di tal genere”.

Continuando di questo passo potremo continuare ad essere ironici e sarcastici di fronte ad una realtà come questa?


-----

"Il Mondo Nuovo" è un romanzo distopico scritto da Aldous Huxley nel 1932. Ambientato in un futuro ipotetico intorno al 2540, descrive una società rigidamente controllata in cui la Terra è sotto il potere di dieci "controllori" e la vita umana è completamente manipolata attraverso pratiche scientifiche come il controllo delle nascite, l'indottrinamento psicologico e la selezione eugenetica della razza umana. In questa società, non esistono guerre, malattie, lotte sociali o tristezza, ma le basi su cui si fonda sono ripugnanti. La famiglia e la monogamia non esistono, i bambini vengono condizionati fin da embrioni, e il rimedio a tutti i dubbi e le insoddisfazioni è una droga euforizzante chiamata "soma". Il consumismo regna sovrano, il sistema di caste è rigido e non è possibile passare da una classe all'altra. La religione, la cultura e la storia sono state abolite, e Dio è stato bandito dalle menti delle persone o sostituito con Ford.
Il romanzo segue le vicende di tre personaggi principali: Bernard Marx, John il Selvaggio e Lenina Crowne. Bernard Marx è un giovane di classe Alfa, la classe più elevata nella gerarchia sociale del Mondo Nuovo, a cui appartengono gli intellettuali e gli scienziati. John il Selvaggio, cresciuto nella Riserva, una terra selvaggia dove la natura non è piegata alla tecnologia, rappresenta la dicotomia tra il Mondo Nuovo e la Riserva, dove esistono ancora sofferenza, amore e odio. Lenina Crowne è un personaggio che incarna i valori del Mondo Nuovo, ma si trova a confrontarsi con le emozioni umane e l'individualismo.
Il romanzo mette in discussione i valori della società futuristica e il prezzo da pagare per la stabilità e la felicità apparente. Huxley esamina anche le tensioni del periodo storico in cui viveva, come la diffusione della produzione di massa, l'americanizzazione dei costumi, gli sconvolgimenti politico-sociali successivi alla Prima guerra mondiale e alla Rivoluzione russa, e l'affermarsi dei regimi totalitari. Nel 1958, Huxley scrisse una raccolta di saggi intitolata "Ritorno al Mondo Nuovo", in cui analizzò le proprie intuizioni alla luce degli avvenimenti dei decenni centrali del Novecento.

"Il Mondo Nuovo" di Aldous Huxley affronta diverse tematiche, tra cui:
La libertà: il romanzo mette in discussione la libertà individuale e la libertà di pensiero in una società in cui tutto è controllato e manipolato.
Il condizionamento: il romanzo descrive un mondo in cui i bambini vengono condizionati fin dall'embrione per diventare membri produttivi della società, senza possibilità di scelta o di ribellione.
La pianificazione delle nascite: nel Mondo Nuovo, la riproduzione umana è completamente controllata e pianificata, con l'obiettivo di creare una società perfetta e stabile.
L'anticollettivismo: il romanzo mette in discussione il valore dell'individualismo e della famiglia in una società in cui non esistono legami affettivi o relazioni personali.
La teoria malthusiana: il romanzo affronta la questione della sovrappopolazione e della gestione delle risorse in una società in cui la tecnologia ha risolto tutti i problemi materiali.
La distopia: il romanzo descrive un mondo in cui la felicità è artificiale e la vita umana è priva di significato, mettendo in discussione i valori fondamentali della società moderna.
In sintesi, "Il Mondo Nuovo" di Aldous Huxley affronta tematiche come la libertà, il condizionamento, la pianificazione delle nascite, l'anticollettivismo, la teoria malthusiana e la distopia, mettendo in discussione i valori fondamentali della società moderna.

Nel romanzo "Il Mondo Nuovo" di Aldous Huxley, la tecnologia viene rappresentata come un elemento fondamentale per il controllo e la manipolazione della società. In particolare, la tecnologia viene utilizzata per controllare la riproduzione umana, condizionare i bambini fin dall'embrione, manipolare le emozioni e i pensieri delle persone attraverso l'indottrinamento psicologico e la somministrazione di droghe euforizzanti come il "soma". In questo modo, la tecnologia diventa uno strumento di potere nelle mani dei governanti, che possono controllare ogni aspetto della vita umana e creare una società stabile e priva di conflitti. Tuttavia, il romanzo mette in discussione il prezzo da pagare per questa stabilità, che è la perdita della libertà individuale e della spontaneità umana. In sintesi, la tecnologia nel romanzo "Il Mondo Nuovo" viene rappresentata come uno strumento di controllo e manipolazione della società, che mette in discussione i valori fondamentali della libertà e dell'individualismo.

Nel romanzo "Il Mondo Nuovo" di Aldous Huxley, la tecnologia viene utilizzata per controllare e manipolare la società in vari modi, tra cui:
Controllo delle nascite: la tecnologia viene utilizzata per controllare la riproduzione umana, in modo da creare una società perfetta e stabile.
Condizionamento: i bambini vengono condizionati fin dall'embrione per diventare membri produttivi della società, senza possibilità di scelta o di ribellione.
Indottrinamento psicologico: la tecnologia viene utilizzata per manipolare le emozioni e i pensieri delle persone, in modo da farle aderire ai valori e alle norme della società.
Somministrazione di droghe: la tecnologia viene utilizzata per somministrare una droga euforizzante chiamata "soma", che rende le persone felici e accondiscendenti.
Controllo dell'informazione: la tecnologia viene utilizzata per controllare l'informazione e la cultura, in modo da eliminare ogni forma di pensiero critico o di opposizione.
In questo modo, la tecnologia diventa uno strumento di potere nelle mani dei governanti, che possono controllare ogni aspetto della vita umana e creare una società stabile e priva di conflitti. Tuttavia, il romanzo mette in discussione il prezzo da pagare per questa stabilità, che è la perdita della libertà individuale e della spontaneità umana.

L'utilizzo della tecnologia per il controllo sociale ha diverse conseguenze sulla libertà individuale. Ecco alcune delle principali:

Perdita di privacy: La tecnologia può essere utilizzata per monitorare e tracciare le attività delle persone, compromettendo la loro privacy. I dati personali possono essere raccolti, analizzati e utilizzati senza il consenso o la conoscenza delle persone, limitando la loro libertà di avere il controllo sulle proprie informazioni personali.

Manipolazione delle informazioni: La tecnologia può essere utilizzata per controllare e manipolare le informazioni a cui le persone hanno accesso. Attraverso algoritmi e filtri, le persone possono essere esposte solo a determinati contenuti o punti di vista, limitando la loro libertà di espressione e di accesso a una varietà di opinioni e informazioni.

Dipendenza e perdita di autonomia: L'utilizzo eccessivo della tecnologia può portare a dipendenza e perdita di autonomia. Le persone possono diventare dipendenti dai dispositivi tecnologici e dalle piattaforme digitali, limitando la loro libertà di scegliere come trascorrere il proprio tempo e di prendere decisioni indipendenti.

Controllo sociale: La tecnologia può essere utilizzata per esercitare un controllo sociale più ampio sulla popolazione. Attraverso la sorveglianza e il monitoraggio costante, le persone possono sentirsi costrette a conformarsi alle norme e alle aspettative della società, limitando la loro libertà di pensiero e di azione.

In sintesi, l'utilizzo della tecnologia per il controllo sociale può portare alla perdita di privacy, alla manipolazione delle informazioni, alla dipendenza e alla perdita di autonomia, nonché al controllo sociale più ampio sulla popolazione. Queste conseguenze mettono in discussione la libertà individuale e sollevano importanti questioni etiche e sociali.
… (altro)
 
Segnalato
AntonioGallo | 772 altre recensioni | Nov 2, 2017 |
Philosophia Perennis: la definizione fu coniata da Leibniz ma la cosa in sé è universale e al di fuori del tempo. È una metafisica che riconosce una Realtà divina consustanziale al mondo delle cose, delle vite e delle menti; è una psicologia che scopre nell’anima qualcosa di simile alla Realtà divina o addirittura di identico ad essa; è un’etica che assegna all’uomo come fine ultimo la conoscenza del Fondamento immanente e trascendente di tutto ciò che è. Si possono trovare rudimenti di questa Filosofia Perenne nelle dottrine tradizionali dei popoli primitivi in ogni regione del mondo, mentre nelle sue forme compiutamente sviluppate essa trova posto in ognuna delle religioni più elevate. Una versione di questo Massimo Comun Divisore di tutte le teologie che precedettero e seguirono fu affidata per la prima volta alla scrittura più di venticinque secoli fa, e da quell’epoca l’argomento, inesauribile, è stato trattato più volte, dal punto di vista di ogni tradizione religiosa e in tutte le principali lingue d’Asia e d’Europa… (altro)
1 vota
Segnalato
MensCorpore | 14 altre recensioni | Sep 10, 2015 |

Liste

AP Lit (1)
1920s (1)
100 (1)
1930s (1)
Books (1)
Read (1)
1950s (1)

Premi e riconoscimenti

Potrebbero anche piacerti

Autori correlati

D. H. Lawrence Contributor
Jane Austen Original book
George Sand Contributor
Jane Murfin Screenwriter
Anne Brontë Contributor
Emily Brontë Contributor
Blaise Pascal Contributor
Guy de Maupassant Contributor
Arthur Machen Contributor
Theodor Fontane Contributor
Thomas Dekker Contributor
John Webster Contributor
Mary Shelley Contributor
Honore de Balzac Contributor
Alphonse Daudet Contributor
Fyodor Dostoyevsky Contributor
Henri Barbusse Contributor
Gaston Leroux Contributor
Charlotte Brontë Contributor
Alexandre Dumas Contributor
H. P. Lovecraft Contributor
Edgar Allan Poe Contributor
E. M. Forster Contributor
George Eliot Contributor
Herman Melville Contributor
Louisa May Alcott Contributor
Sun Tzu Contributor
Lewis Carroll Contributor
Leo Tolstoy Contributor
Joseph Conrad Contributor
Henry James Contributor
Oscar Wilde Contributor
Homer Contributor
Virginia Woolf Contributor
Mark Twain Contributor
Gustave Flaubert Contributor
Dante Alighieri Contributor
Victor Hugo Contributor
Washington Irving Contributor
Stendhal Contributor
Theodore Dreiser Contributor
Henry Fielding Contributor
Bram Stoker Contributor
Honoré de Balzac Contributor
Sir Walter Scott Contributor
Jonathan Swift Contributor
Arthur Conan Doyle Contributor
Jack London Contributor
Marcel Proust Contributor
Felicity Belfield Illustrator
Luís Dourdil Illustrator
julian huxley Composer
David Bradshaw Introduction, Editor
Karl Freund Cinematographer
William Goetz Producer
George Barnes Cinematographer
Erika Dyck Editor
Gerrit Komrij Contributor
Bas Heijne Contributor
Kafavis K.P. Contributor
F Kafka Contributor
Thomas Mann Contributor
Paul Theroux Contributor
Bob den Uyl Contributor
Paul Fussell Contributor
Maarten 't Hart Contributor
August Willemsen Contributor
Hans Keller Contributor
Laurence Sterne Contributor
S. Carmiggelt Contributor
James Thurber Contributor
Louis Couperus Contributor
Judith Herzberg Contributor
Jan Eijkelboom Contributor
Eric Newby Contributor
Italo Calvino Contributor
Annie M.G. Schmidt Contributor
Cees Nooteboom Contributor
Nicolaas Beets Contributor
Henk Spaan Contributor
Rudy Kousbroek Contributor
Jan Blokker Contributor
Kees van Kooten Contributor
Jean Adhémar Contributor
Leonard Rosoman Cover artist, Illustrator
Ashley Montagu Introduction
Charles Binger Cover artist
I. H. Orras Translator
Pauline Moody Translator
Michael York Narrator
Margaret Atwood Introduction
Maurits Mok Translator
Attilio Salemme Cover artist
Ton Heuvelmans Afterword
Yuval Noah Harari Introduction
Georg Brochmann Translator
George Snow Cover artist
Mara McAfee Illustrator
Pé Hawinkels Translator
John Vandenbergh Translator
Max Ernst Cover artist
Ian Whadcock Cover artist
Marlys Herlitschka Übersetzer
Nicholas Mosely Introduction
Matthew Huxley Photographer
Willem van Toorn Translator
Malcolm Bradbury Introduction
Tamara de Lempicka Cover artist
Peter Vos Cover designer
John Bratby Illustrator
Clara Eggink Translator
Michael Foreman Illustrator
P. van Vliet Translator
Sophie Blackall Illustrator
Barbara Cooney Illustrator
Beatrice Alemagna Illustrator
Rafael Tasis Translator
Paul van Vliet Translator
Helen Knopper Translator
Harald Raykowski Translator
M. Mok Translator

Statistiche

Opere
281
Opere correlate
98
Utenti
92,828
Popolarità
#101
Voto
3.9
Recensioni
1,250
ISBN
1,629
Lingue
36
Preferito da
274

Grafici & Tabelle