Immagine dell'autore.

Jonathan Swift (1667–1745)

Autore di I viaggi di Gulliver

970+ opere 40,240 membri 427 recensioni 86 preferito

Sull'Autore

Apparently doomed to an obscure Anglican parsonage in Laracor, Ireland, even after he had written his anonymous masterpiece, A Tale of a Tub (c.1696), Swift turned a political mission to England from the Irish Protestant clergy into an avenue to prominence as the chief propagandist for the Tory mostra altro government. His exhilaration at achieving importance in his forties appears engagingly in his Journal to Stella (1710--13), addressed to Esther Johnson, a young protegee for whom Swift felt more warmth than for anyone else in his long life. At the death of Queen Anne and the fall of the Tories in 1714, Swift became dean of St. Patrick's Cathedral, Dublin. In Ireland, which he considered exile from a life of power and intellectual activity in London, Swift found time to defend his oppressed compatriots, sometimes in such contraband essays as his Drapier's Letters (1724), and sometimes in such short mordant pieces as the famous A Modest Proposal (1729); and there he wrote perhaps the greatest work of his time, Gulliver's Travels (1726). Using his characteristic device of the persona (a developed and sometimes satirized narrator, such as the anonymous hack writer of A Tale of a Tub or Isaac Bickerstaff in Predictions for the Ensuing Year, who exposes an astrologer), Swift created the hero Gulliver, who in the first instance stands for the bluff, decent, average Englishman and in the second, humanity in general. Gulliver is a full and powerful vision of a human being in a world in which violent passions, intellectual pride, and external chaos can degrade him or her---to animalism, in Swift's most horrifying images---but in which humans do have scope to act, guided by the Classical-Christian tradition. Gulliver's Travels has been an immensely successful children's book (although Swift did not care much for children), so widely popular through the world for its imagination, wit, fun, freshness, vigor, and narrative skill that its hero is in many languages a common proper noun. Perhaps as a consequence, its meaning has been the subject of continuing dispute, and its author has been called everything from sentimental to mad. Swift died in Dublin and was buried next to his beloved "Stella." (Bowker Author Biography) mostra meno
Nota di disambiguazione:

(eng) Please be careful not to mistakenly combine full versions and abridged versions of Jonathan Swift's works.

Opere di Jonathan Swift

I viaggi di Gulliver (1726) 18,063 copie, 167 recensioni
Gulliver's Travels (Penguin Classics) (2003) 3,948 copie, 61 recensioni
Viaggi di Gulliver #1 (1726) 1,476 copie, 13 recensioni
Una modesta proposta e altre satire (testo inglese a fronte) (1729) — Autore — 1,358 copie, 18 recensioni
A Modest Proposal [essay] (1729) 1,310 copie, 44 recensioni
Gulliver's Travels (1995) 1,138 copie, 11 recensioni
Gulliver's Travels (1726) 1,077 copie, 13 recensioni
Gulliver's Travels and Other Writings (1981) 885 copie, 4 recensioni
Gulliver's Travels [Norton Critical Edition] (1726) 801 copie, 6 recensioni
A Tale of A Tub (1704) — Autore — 571 copie, 12 recensioni
Gulliver's Travels (1726) 503 copie, 3 recensioni
Gulliver's Travels (Great Illustrated Classics) (1995) 418 copie, 2 recensioni
A Tale of a Tub and Other Works (1704) 388 copie, 4 recensioni
Britannica Great Books: Swift and Sterne (1726) 286 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels and Other Writings [Quintana] (1958) 243 copie, 2 recensioni
Istruzioni alla servitù (1745) 211 copie, 2 recensioni
The Portable Swift (1948) 203 copie
Le memorie di Martino Scriblero (1741) 194 copie, 6 recensioni
Gulliver's Travels / A Modest Proposal (2005) 157 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels (A Stepping Stone Book(TM)) (2010) 157 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels and Other Writings (1960) 120 copie, 1 recensione
Complete Poems (1967) 119 copie
Gulliver's Travels and Other Writings (1960) 93 copie, 1 recensione
Gulliver's Adventures in Lilliput (1993) 92 copie, 1 recensione
Journal to Stella (1766) 88 copie, 1 recensione
100 Eternal Masterpieces of Literature - volume 2 (2020) — Collaboratore — 72 copie
The Battle of the Books (1992) 72 copie, 1 recensione
Satires and Personal Writings (1932) 67 copie, 1 recensione
Children's Classics: Gulliver's Travels (1993) 62 copie, 1 recensione
100 Eternal Masterpieces of Literature - volume 1 (2017) — Collaboratore — 61 copie
Gulliver's Travels [1996 TV miniseries] (1996) — Autore — 59 copie, 5 recensioni
Selected Prose and Poetry (1959) 56 copie
A Tale of a Tub and the Battle of the Books (1704) — Autore — 52 copie
Gulliver's Travels (2009) 47 copie
Gulliver in Lilliput (2010) — Original Story — 42 copie, 2 recensioni
The Battle of the Books and other Short Pieces (1704) 42 copie, 3 recensioni
The works of Dr. Jonathan Swift (1752) 41 copie, 1 recensione
A Modest Proposal and Other Satires (2007) 38 copie, 1 recensione
Polite Conversation (Hesperus Classics) (2007) — Autore — 34 copie
The Intelligencer (1992) 32 copie
L' arte della menzogna politica (1993) 29 copie, 1 recensione
Una modesta proposta e altre satire (1729) 25 copie, 1 recensione
Jonathan Swift: Poems Selected by Derek Mahon (2001) 24 copie, 1 recensione
Gulliver in Lilliput [Macmillan Readers] (2008) 22 copie, 1 recensione
Opere scelte (1959) 16 copie
The Drapier's Letters (1935) 13 copie
Battle of the Books (2014) 12 copie
A Voyage to Brobdingnag (1950) — Autore — 12 copie
Gullivers Reisen (1987) — Autore — 12 copie
Premier voyage de Gulliver (1997) — Autore — 11 copie, 1 recensione
Irlantilaisia pamfletteja (1991) 10 copie
Lo spogliatoio della signora e altre poesie (1977) — Autore — 10 copie
Poems 9 copie
Gullivers resor till Lilliput och Brobdingnag (1889) 9 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels (1950) 8 copie
Sátiras y aforismos (2004) 7 copie
A Selection of Poems (1948) 7 copie, 1 recensione
Il leone non mangia la vera vergine (1993) 6 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels - A Voyage to Lilliput (1864) 6 copie, 1 recensione
Miscellanies 6 copie
Les Voyages de Gulliver - De Laputa au Japon (2020) — Autore — 6 copie
Gulliver, viaje a Liliput. (1998) 5 copie, 1 recensione
The best of Swift (1967) 5 copie
Satiren. (1979) 4 copie
Gullivers Reisen (2011) — Autore — 4 copie
Journal de Holyhead (2002) 4 copie
Opere 3 copie
A Fábula de um Barril (2019) 3 copie
Los viajes de Gulliver (2016) 3 copie
Gulliverin matkat kaukaisilla mailla (2018) 3 copie, 1 recensione
Panfletos Satiricos (1999) 3 copie
Bekjennelser : Bok 1-10 (1975) 3 copie
Contro il libero pensiero (2013) 3 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels [adapted - Saddleback Classics] (2001) — Original Author — 3 copie
El cuento de un tonel (1979) 3 copie
I veggenti raccontano (2004) 3 copie
Scritti satirici e polemici (1988) — Autore — 3 copie
Title Not Supplied (2005) 3 copie
Gulliver's Travel (abridged audio) (1984) — Autore — 3 copie
Ausgewählte Werke (1982) 3 copie
Celtic Poets (2003) 2 copie
Robin Hood (2002) 2 copie
Escritos Subversivos (2016) 2 copie
Gullivers rejser, andet bind 2 copie, 2 recensioni
Libelli 2 copie
Dilbert Bunch 2 copie
Miscellanies. 2 copie
Gulliver en el país de los enanos. (1945) — Autore — 2 copie
Sententies (1963) 2 copie
Gulliver in Lilliput (1913) 2 copie
Gülliver'in Gezileri (2021) 2 copie
ARTE DE LA MENTIRA, EL (2013) 2 copie
Pensamentos 1 copia
Le Conte du tonneau (1992) 1 copia
Le Voyage de Gulliver (2022) 1 copia
Güliver'in Gezileri (2011) 1 copia
Gulliver Lilliputban (2001) 1 copia
Gulliverove cesty (1954) 1 copia, 1 recensione
Los viajes de Gulliver (2018) 1 copia
GULLIVER`IN GEZILERI 1 copia, 1 recensione
LOS VIAJES DE GULLIVER (2021) 1 copia
Los viajes de Gulliver (1998) 1 copia
Preceitos 1 copia
Los Viajes De Gulliver (1995) 1 copia
Los Viajes de Gulliver (1999) 1 copia
Los viajes de Gulliver (2013) 1 copia
Los viajes de Gulliver (1998) 1 copia
Select Letters (1926) 1 copia
Gulliver's Travels & A Modest Proposal (2011) — Autore — 1 copia
The Works of Swift (1932) 1 copia
The Spectator 1 copia
Satire scelte 1 copia
Three Sermons 1 copia
Swift oeuvres 1 copia
Gullivers Travels (2000) — Autore — 1 copia
Viatges de Gulliver,Els (2014) 1 copia
Satiren 1 copia
L'humour combattant (2015) 1 copia
El ingenio en Irlanda (2014) 1 copia
Essays 1 copia
Gulliver's Travels [Puffin Classics] — Autore — 1 copia
I viaggi di gulliver 2 (1993) 1 copia
Beteja e librave 1 copia, 1 recensione
Swift's Works 1 copia
Los viajes de Gulliver — Autore — 1 copia

Opere correlate

Literature: An Introduction to Fiction, Poetry, and Drama (1995) — Collaboratore, alcune edizioni937 copie, 7 recensioni
English Essays: From Sir Philip Sidney to Macaulay (1909) — Collaboratore — 485 copie, 2 recensioni
The Illustrated Treasury of Children's Literature, Volumes 1-2 (1955) — Collaboratore — 466 copie, 4 recensioni
Castle in the Sky [1986 film] (1986) — Original book — 419 copie, 8 recensioni
Literature: The Human Experience (2006) — Collaboratore — 342 copie
The New Junior Classics Volume 05: Stories That Never Grow Old (1938) — Collaboratore — 214 copie, 5 recensioni
The Penguin Book of Irish Verse (1970) — Collaboratore — 201 copie
Eighteenth-Century English Literature (1969) — Autore — 188 copie
The Road to Science Fiction #1: From Gilgamesh to Wells (1977) — Collaboratore — 154 copie, 1 recensione
The Penguin Book of Irish Fiction (1999) — Collaboratore — 151 copie
The Faber Book of Beasts (1997) — Collaboratore — 141 copie, 1 recensione
The World of Mathematics, Volume 4 (1956) — Collaboratore — 128 copie, 1 recensione
Major British Writers, Volumes I and II (1954) — Collaboratore — 122 copie, 1 recensione
The Utopia Reader (1999) — Collaboratore — 113 copie, 1 recensione
The Norton Book of Travel (1987) — Collaboratore — 112 copie, 1 recensione
The Norton Book of Friendship (1991) — Collaboratore — 96 copie
World's Great Adventure Stories (1929) — Collaboratore — 75 copie
Gulliver's Travels [2010 film] (2010) — Original book — 71 copie, 1 recensione
Lost Worlds Short Stories (Gothic Fantasy) (2017) — Collaboratore — 56 copie
The Junior Classics Volume 05: Stories That Never Grow Old (1912) — Collaboratore — 52 copie, 1 recensione
Faber Book of Ballads (1965) — Collaboratore — 51 copie, 1 recensione
Gulliver's Travels [1939 film] (1939) — Original book — 47 copie, 3 recensioni
Alien Invasion Short Stories (2018) — Collaboratore — 37 copie
Writing Politics: An Anthology (2020) — Collaboratore — 36 copie
Modern Arthurian Literature (1992) — Collaboratore — 31 copie
Famous and Curious Animal Stories (1982) — Collaboratore — 29 copie, 1 recensione
A Book of Essays (1963) — Collaboratore — 26 copie
The 3 Worlds of Gulliver [1960 film] (1960) — Original book — 24 copie
The World's Greatest Books Volume 08 Fiction (1910) — Collaboratore — 24 copie
The Lucky Bag: Classic Irish Children's Stories (1984) — Collaboratore — 23 copie, 1 recensione
Classic Essays in English (1961) — Collaboratore — 22 copie
Masters of British Literature, Volume A (2007) — Collaboratore — 21 copie
The World of Law, Volume II : The Law as Literature (1960) — Collaboratore — 21 copie
Great English Short Stories (1930) — Collaboratore — 19 copie, 1 recensione
Britannica Great Books: Swift, Voltaire, Diderot (1991) — Collaboratore — 18 copie
Science fiction through the ages 1 (1966) — Collaboratore, alcune edizioni14 copie
Law in Action: An Anthology of the Law in Literature (1947) — Collaboratore — 13 copie
Englische Essays aus drei Jahrhunderten (1980) — Collaboratore — 10 copie
A voyage to Cacklogallinia, with a description of the religion, policy, customs and manners of that country (1727) — attributed author, alcune edizioni7 copie, 2 recensioni
One Thousand Years of Laughter: An Anthology a Classic Comic Prose (2002) — Collaboratore, alcune edizioni7 copie, 2 recensioni
Poetry anthology (2000) — Collaboratore, alcune edizioni6 copie
De la conversation (1995) — Autore, alcune edizioni5 copie
30 Eternal Masterpieces of Humorous Stories (2017) — Collaboratore — 4 copie
The Tatler: Selected Essays; with an introduction and notes (1888)alcune edizioni3 copie
Gulliver's Travels (TreeTops Classics) (2008) — Original work — 3 copie
Piirakkasota; valikoima huumoria — Collaboratore — 3 copie
Love & Marriage — Collaboratore — 2 copie
Bukcase I (2005) 1 copia

Etichette

1001 (141) 1001 libri (166) Antologia (406) Apodidae (191) Avventura (514) bambini (121) britannico (260) classici (1,333) Classico (1,127) Copertina rigida (99) da leggere (1,125) EBook (180) Fantascienza (111) Fantasy (1,028) Inghilterra (121) Inglese (224) Irlanda (197) Irlandese (191) Jonathan Swift (182) kindle (165) Letteratura (1,473) letteratura britannica (393) letteratura classica (184) Letteratura inglese (568) Letteratura irlandese (252) letto (285) Narrativa (3,707) non letto (191) per bambini (147) Poesia (428) Politica (167) posseduto (129) racconti (176) Romanzo (542) saggi (351) Saggistica (218) Satira (1,645) Umorismo (272) Viaggio (228) XVIII secolo (915)

Informazioni generali

Nome canonico
Swift, Jonathan
Nome legale
Swift, Jonathan
Altri nomi
Bickerstaff, Isaac
Data di nascita
1667-11-30
Data di morte
1745-10-19
Luogo di sepoltura
St. Patrick's Cathedral, Dublin, Ireland
Sesso
male
Nazionalità
Ierland
Nazione (per mappa)
Ireland
Luogo di nascita
Dublin, Ierland
Luogo di morte
Dublin, Ierland
Luogo di residenza
Dublin, Ireland
Surrey, England, UK
London, England, UK
Trim, Meath, Ireland
Istruzione
Kilkenny School
Trinity College, Dublin (BA|1686, "by speciali gratia"|D.Div|1702)
Oxford University (MA|1692)
Attività lavorative
clergyman
poet
writer
dean (St. Patrick's Cathedral, Dublin, Ireland)
secretary
editor
Relazioni
Sheridan, Thomas (godson, friend)
Pope, Alexander (friend)
Godwin, Francis (great-great uncle)
Pilkington, Laetitia (friend)
Organizzazioni
Scriblerus Club
Kit-Cat Club
Breve biografia
Jonathan Swift (30 November 1667 – 19 October 1745) was an Anglo-Irish satirist, essayist, political pamphleteer (first for the Whigs, then for the Tories), poet and cleric who became Dean of St Patrick's Cathedral, Dublin, hence his common sobriquet, "Dean Swift".

Swift is remembered for works such as A Tale of a Tub (1704), An Argument Against Abolishing Christianity (1712), Gulliver's Travels (1726), and A Modest Proposal (1729). He is regarded by the Encyclopædia Britannica as the foremost prose satirist in the English language, and is less well known for his poetry. He originally published all of his works under pseudonyms – such as Lemuel Gulliver, Isaac Bickerstaff, M. B. Drapier – or anonymously. He was a master of two styles of satire, the Horatian and Juvenalian styles.

His deadpan, ironic writing style, particularly in A Modest Proposal, has led to such satire being subsequently termed "Swiftian".
Nota di disambiguazione
Please be careful not to mistakenly combine full versions and abridged versions of Jonathan Swift's works.

Utenti

Discussioni

Gulliver's Travels in George Macy devotees (Giugno 2023)
Heritage Press Gulliver's Travels in George Macy devotees (Agosto 2022)

Recensioni

Gli occhi di questo ecclesiastico, “azzurri come i cieli”, disse il suo amico Pope, potevano guardare terribilmente: una donna che lo amava, era morta, fu questa la voce che corse, per uno sguardo irato. I suoi articoli e i suoi libelli non erano meno pericolosi degli sguardi. Poche persone ebbero un carattere violento e dispotico come il suo.

Maltrattava gli amici come maltrattava i nemici, perché questa era la sua natura: a chi per la prima volta sedeva alla sua tavola dava da bere il fondo delle bottiglie; a chi gli chiedeva una seconda portata di asparagi, ingiungeva di finire prima i gambi. “Morirò come quell’albero” disse un giorno, indicando una quercia le cui fronde avevano cominciato a seccarsi, “cominciando dall’alto”.

La previsione si avverò: negli ultimi anni fu idiota e pazzo. Conobbe monomanie, dolori atroci, perdita di memoria, incapacità di ragionare. Forse l’esperienza della follia gli suggerì di destinare la sua eredità alla costruzione di un manicomio, ma fedele alle sue abitudini sarcastiche, precisò che lo faceva perché nessuna nazione, più della sua, ne aveva bisogno.

L’odio dell’umanità gli ispirò un libro di viaggi. L’umanità si vendicò trasformando quel libro considerato ingiustamente un intrattenimento per bambini. Sulla sua tomba, in S. Patrick a Dublino, fece incidere:

"ubi saeva indignatio ulterius cor lacerare nequit",
"dove il selvaggio sdegno non può più lacerare il cuore".

Ad indicare l'impossibilità, per il cuore, di accettare l'ingiustizia del mondo, fino al suo abbandono. Avrete capito chi è.

Hic depositum est Corpus
Ionathan Swift S.T.D.
Hujus Ecclesiæ Cathedralis
Decani
Ubi sæva Indignatio
Ulterius
Cor lacerare nequit.
Abi Viator
Et imitare, si poteris,
Strenuum pro virili

Libertatis Vindicatorem.

---

Here is placed the body
Of Jonathan Swift, STD
(Doctor of Sacred Theology)
Dean of this cathedral church
Where savage indignation
Can no longer tear his heart
Go forth, traveller
And imitate, if you can,
a valiant champion
of manly freedom.

---

Questa è poesia che gli dedicò il poeta W. B. Yeats

Swift has sailed into his rest;
Savage indignation there
Cannot lacerate his breast.
Imitate him if you dare,
World-besotted traveller; he
Served human liberty.

---

Swift è in viaggio verso il suo riposo;
La selvaggia indignazione
non potrà più lacerare il suo petto.
Imitatelo, se potete,
voi viaggiatori del mondo;
egli ha servito la libertà.

--------

I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift è un romanzo satirico del XVIII secolo che narra le avventure di un medico di bordo, Lemuel Gulliver, che viene sballottato dalle tempeste in mari sconosciuti e approda in terre lontane e fantastiche.

Il romanzo si compone di quattro libri, ciascuno dei quali racconta un viaggio diverso. Nel primo libro, Gulliver approda nel regno di Lilliput, dove gli abitanti sono alti solo dodici pollici. In questo mondo, Gulliver è un gigante che viene catturato e costretto a servire il re. Gulliver osserva con curiosità e ironia le abitudini e le leggi dei Lilliputiani, che spesso si rivelano assurde e contraddittorie.

Nel secondo libro, Gulliver approda nel regno di Brobdingnag, dove gli abitanti sono alti come giganti. Anche in questo caso, Gulliver è un oggetto di curiosità e meraviglia. I Brobdingnagiani sono un popolo pacifico e saggio, che giudica con disprezzo la crudeltà e la follia degli uomini.

Nel terzo libro, Gulliver approda nel paese dei cavalli intelligenti, gli Houyhnhnms, e dei bruti, gli Yahoo. Gli Houyhnhnms sono un popolo perfetto, che vive in armonia con la natura e con se stesso. I Yahoo, invece, sono esseri animaleschi, violenti e sporchi. Gulliver si sente sempre più a disagio in questo mondo e, alla fine, decide di tornare a casa.

Nel quarto libro, Gulliver torna in Inghilterra, ma si trova in un mondo che gli appare sempre più alieno e insensato. Gulliver si ritira in solitudine, disgustato dalla stupidità e dalla malvagità degli uomini.

I viaggi di Gulliver è un'opera complessa e ricca di significati. Il romanzo può essere letto come un'avventura fantastica, ma anche come una satira pungente della società dell'epoca. Swift critica con sarcasmo i vizi e le contraddizioni degli uomini, dalla politica alla religione, dalla scienza alla cultura.

Il romanzo è scritto con uno stile semplice e scorrevole, ma è anche ricco di immagini e metafore che ne rendono la lettura affascinante e stimolante. I viaggi di Gulliver è un classico della letteratura che ha influenzato generazioni di scrittori e pensatori.

Punti di forza:

La storia è avvincente e ricca di colpi di scena.
La satira è pungente e irriverente.
Lo stile è semplice e scorrevole, ma anche ricco di immagini e metafore.
Punti deboli:

Il romanzo è talvolta troppo lungo e prolisso.
Il personaggio di Gulliver è un po' piatto e poco sviluppato.
Conclusione:

I viaggi di Gulliver è un'opera importante e significativa che merita di essere letta e conosciuta. È un romanzo che intrattiene e fa riflettere, e che ancora oggi può essere considerato un classico della letteratura.
… (altro)
 
Segnalato
AntonioGallo | 166 altre recensioni | Nov 29, 2023 |
Swift è noto soprattutto per i viaggi di Gulliver, un libro spesso raccontato come romanzo per ragazzi. Ma in realtà lo scrittore irlandese era un colto studioso con un atteggiamento da misantropo circa la natura dell’uomo, con una evidente incidenza delle letture di Hobbes e di Moro. In questo breve libro, colto quanto ironico, Swift attacca in maniera diretta le teorie di un politico dell’epoca, Anthony Collins, che sosteneva la necessità di garantire a tutti la massima libertà di espressione. Ma il titolo di questo discorso non deve trarre in inganno: perché Swift non attacca la libertà di pensiero e di opinione, in genere, ma solo quella di espressione relativa alla Religione. Anticipa, in parte, le teorie di Eco sulla necessità di tutelare l’opinione di chi sa quello che dice, rispetto a chi parla di ciò che non sa. E proprio con riferimento alla religione Swift usa argomentazioni forti, partendo dalla enorme complessità di un testo come la Bibbia che richiede enormi competenze interdisciplinari. Una lettura breve e decisamente non semplice. Ma importante per chi si occupa di questi temi.… (altro)
 
Segnalato
grandeghi | Oct 9, 2021 |
I viaggi di Gulliver è uno dei tanti (troppi) classici che sono stati fraintesi e travisati dall'immaginario popolare.
Nel pensiero comune si tratta di una favoletta comica per bambini, dove si incontrano lillipuziani e giganti. In realtà Swift si è servito dell'elemento fantastico per scrivere una satira sferzante sulla società contemporanea, mettendo alla berlina sia gli uomini che le istituzioni senza risparmiare niente e nessuno. Questo cinismo così universale è indubbiamente figlio del suo tempo, di quel settecento illuminista che in nome della ragione si fa beffe delle superstizioni ma anche della morale comune e delle passioni.
Ne esce fuori un romanzo freddo, che diverte e fa riflettere ma non appassiona mai. E' scritto con uno stile semplice ma distaccato, a cui manca (per scelta) qualunque guizzo poetico o idealistico; invece si concentra sui particolari più minuti e l'umorismo di cui fa uso è spesso scatologico, proprio per amplificare la dimensione dissacrante dell' opera.
E' una lettura che faccio sempre volentieri, perchè se è vero che non mi suscita grandi emozioni è altrettanto vero che l'ironia di cui è pervaso mi regala sempre un po' di leggerezza e serenità, e scusate se è poco.
… (altro)
 
Segnalato
Lilirose_ | 166 altre recensioni | Dec 29, 2020 |
Altro che...

Alla faccia della letteratura per ragazzi!!! Ricordo che iniziai la lettura di questo libro alle scuole medie e lo abbandonai subito, non trovando quello che c'era per esempio in Zanna Bianca o Moby Dick. Adesso non solo ho capito perchè a suo tempo lo abbandonai, ma ho anche potuto apprezzare in pieno questo straordinario testo. Il buon Jonathan Swift ne ha per tutti senza risparmiare nessuno, dai filosofi ai medici, dagli amministratori ai regnanti, ma per dirla tutta il suo particolare bersaglio a me sembra l'umanità intera con i suoi innumerevoli difetti. Nella seconda parte del libro, che mi sembra anche la migliore, l'autore da fondo a tutto il suo sarcasmo e alla sua ironia, come nei momenti, tragicamente comici, in cui se la prende coi medici e con gli avvocati. Inutile dire che l'attualità di questo libro, scritto nel 1700, è ancora più tragica!!… (altro)
 
Segnalato
barocco | 166 altre recensioni | Jun 17, 2017 |

Liste

Read (1)
My TBR (1)
100 (1)
1720s (2)
AP Lit (1)

Premi e riconoscimenti

Potrebbero anche piacerti

Autori correlati

Claude Rawson Contributor, Editor
John Gay Contributor
John Arbuthnot Contributor
D. H. Lawrence Contributor
Victor Hugo Contributor
Marcel Proust Contributor
Mary Shelley Contributor
Arthur Conan Doyle Contributor
Bram Stoker Contributor
Stendhal Contributor
Leo Tolstoy Contributor
George Sand Contributor
Mark Twain Contributor
Jane Austen Contributor
Herman Melville Contributor
Ian Higgins Editor, Contributor
Henry Fielding Contributor
Sir Walter Scott Introduction
Homer Author
George Gissing Contributor
John Cleland Contributor
Susan Coolidge Contributor
Hollis Godfrey Contributor
Margaret Cavendish Contributor
Lucius Apuleius Contributor
Grant Allen Contributor
Charles Dickens Contributor
Arthur Morrison Contributor
Maxim Gorky Contributor
James Joyce Contributor
Upton Sinclair Contributor
Wilkie Collins Contributor
Pieter Harting Contributor
H. Rider Haggard Contributor
Benjamin Disraeli Contributor
Elizabeth Gaskell Contributor
Dale Carnegie Contributor
G.K. Chesterton Contributor
Walter Scott Contributor
Jr. Horatio Alger Contributor
Thomas Mann Contributor
O. Henry Contributor
H. G. Wells Contributor
Marcus Aurelius Contributor
Rebecca West Contributor
Vatsyayana Contributor
Simon Moore Screenwriter
Honoré de Balzac Contributor
Anne Brontë Contributor
Fyodor Dostoyevsky Contributor
Honore de Balzac Contributor
Henri Barbusse Contributor
Thomas Dekker Contributor
Emily Brontë Contributor
Blaise Pascal Contributor
Louisa May Alcott Contributor
Gustave Flaubert Contributor
Gaston Leroux Contributor
Washington Irving Contributor
Theodore Dreiser Contributor
Dante Alighieri Contributor
E. M. Forster Contributor
Arthur Machen Contributor
Theodor Fontane Contributor
John Webster Contributor
Charlotte Brontë Contributor
George Eliot Contributor
Sun Tzu Contributor
Aldous Huxley Contributor
Joseph Conrad Contributor
Henry James Contributor
Oscar Wilde Contributor
Virginia Woolf Contributor
Alphonse Daudet Contributor
Pauline Francis Retold by
D.K. Swan Adaptor
Michael West Adaptor
Flix Illustrator
M. Dodge Holmes Introduction
Arthur Rackham Illustrator
John F. Ross Introduction
Pablo Marcos Illustrator
Edmund Curll Contributor
Robert M. Adams Contributor
Martin Price Contributor
William Wotton Contributor
Kathleen Williams Contributor
Thomas Sheridan Contributor
Samuel Holt Monk Contributor
Nigel Dennis Contributor
Norman O. Brown Contributor
A. E. Dyson Contributor
Allan Bloom Contributor
William Frost Contributor
Alexander Pope Contributor
Jay Arnold Levine Contributor
Angus Ross Editor
Derek Mahon Editor, Contributor
Aldren Watson Illustrator
Ted Danson Actor, Narrator
Gennadii Spirin Illustrator
S. J. Connolly Contributor
Hugh Kenner Contributor
Marcus Walsh Contributor
F. R. Leavis Contributor
Samuel Johnson Contributor
W. B. Yeats Contributor
Jenny Mezciems Contributor
George Orwell Contributor
André Breton Contributor
Ronald S. Crane Contributor
Penelope Wilson Contributor
Irvin Ehrenpreis Contributor
James Fox Actor
Penko Gelev Illustrator
S. D. Schindler Illustrator
Cyd Moore Illustrator
Joe Ewers Illustrator
Eva Clift Illustrator
Paul Echegoyen Illustrator
Libico Maraja Illustrator
J. H. Kuiper Cover designer
Robert B. Heilman Introduction
Theo Sontrop Translator
Ugo Dèttore Translator, Editor
Paul Syrier Translator
Richard Powers Cover artist
Edward Bawden Illustrator
Ugo Dèttore Translator
Hans Baltzer Illustrator
R. M. Powers Illustrator
Peter Quennell Introduction
Jean Grandville Illustrator
Maxwell Geismar Introduction
Gabriele Santini Illustrator
Carlo Formichi Translator
Milo Winter Illustrator
Roland Arnold Translator
Anton Christian Illustrator
A. E. Jackson Cover artist
J. A. Hollo Translator
Josef Hegenbarth Illustrator
Dieter Mehl Afterword
Christa Schuenke Translator
Jon Corbino Illustrator
Michael Seidel Introduction
Michael Foot Introduction
Franz Kottenkamp Translator
Leonard Weisgard Illustrator
Attilio Brilli Foreword, Editor
Maria Luisa Astaldi Introduction
Grandville Illustrator
R.G. Mossa Illustrator
Franco Marucci Translator
Carole Fabricant Introduction
Bruno Armellin Translator
William Hogarth Cover artist
Salvatore Rosati Translator
Leonard Baskin Illustrator
Carl Van Doren Editor, Introduction
Leo Damrosch Introduction
Mart Kempers Illustrator
Peter Ackroyd Foreword
Ben Ray Redman Introduction
Pat Rogers Editor
Derek Sellen Adapted by
Edwin J. Prittie Illustrator
Ismael Attrache Translator

Statistiche

Opere
970
Opere correlate
70
Utenti
40,240
Popolarità
#439
Voto
½ 3.7
Recensioni
427
ISBN
2,189
Lingue
34
Preferito da
86

Grafici & Tabelle