Immagine dell'autore.

Mary Shelley (1797–1851)

Autore di Frankenstein

435+ opere 59,359 membri 1,034 recensioni 83 preferito
Ci sono 2 discussioni aperte su questo autore. Vedi ora.

Sull'Autore

Mary Wollstonecraft Shelley was born in England on August 30, 1797. Her parents were two celebrated liberal thinkers, William Godwin, a social philosopher, and Mary Wollstonecraft, a women's rights advocate. Eleven days after Mary's birth, her mother died of puerperal fever. Four motherless years mostra altro later, Godwin married Mary Jane Clairmont, bringing her and her two children into the same household with Mary and her half-sister, Fanny. Mary's idolization of her father, his detached and rational treatment of their bond, and her step-mother's preference for her own children created a tense and awkward home. Mary's education and free-thinking were encouraged, so it should not surprise us today that at the age of sixteen she ran off with the brilliant, nineteen-year old and unhappily married Percy Bysshe Shelley. Shelley became her ideal, but their life together was a difficult one. Traumas plagued them: Shelley's wife and Mary's half-sister both committed suicide; Mary and Shelley wed shortly after he was widowed but social disapproval forced them from England; three of their children died in infancy or childhood; and while Shelley was an aristocrat and a genius, he was also moody and had little money. Mary conceived of her magnum opus, Frankenstein, or the Modern Prometheus, when she was only nineteen when Lord Byron suggested they tell ghost stories at a house party. The resulting book took over two years to write and can be seen as the brilliant creation of a powerful but tormented mind. The story of Frankenstein has endured nearly two centuries and countless variations because of its timeless exploration of the tension between our quest for knowledge and our thirst for good. Shelley drowned when Mary was only 24, leaving her with an infant and debts. She died from a brain tumor on February 1, 1851 at the age of 54. (Bowker Author Biography) mostra meno
Nota di disambiguazione:

Please don't combine Shelley with Mary Shelley. Yes, some people will have entered books this way, but it more commonly refers to her husband the poet Percy Bysshe Shelley, with whom "Shelley" should also not be combined.

(eng) Please don't combine Shelley with Mary Shelley. There is more than one author with that surname.
Mary Wollstonecraft Shelley (1797-1851) was the author of "Frankenstein". Her mother, Mary Wollstonecraft (1759-1797) was the author of "A vindication of the rights of woman" and has a separate author page.

Serie

Opere di Mary Shelley

Frankenstein (1818) 42,121 copie
L'ultimo uomo (1826) 1,650 copie
Dracula / Frankenstein (1973) — Collaboratore — 468 copie
Mathilda (1819) 318 copie
Mary and Maria and Matilda (1992) 209 copie
Gris Grimly's Frankenstein (1700) 204 copie
The Annotated Frankenstein (1818) 127 copie
The Essential Frankenstein (1993) 122 copie
Classic Horror Stories (2003) 114 copie
The Mary Shelley Reader (1990) 95 copie
The Original Frankenstein (1818) 95 copie
100 Eternal Masterpieces of Literature - volume 2 (2020) — Collaboratore — 69 copie
100 Eternal Masterpieces of Literature - volume 1 (2017) — Collaboratore — 56 copie
Proserpine and Midas (1922) 33 copie
The Pilgrims (2008) 21 copie
Falkner (1996) 16 copie
Frankenstein {video} (2005) 16 copie
The Monster Collection (2017) 15 copie
Cuentos góticos (2006) 15 copie
Tales of a Monster Hunter (1977) 15 copie
Frankenstein (Acting Edition) (1974) — Novel — 14 copie
Frankenstein [adapted - Saddleback Classics] (1999) — Original Author — 11 copie
The Heir of Mondolfo (2004) 7 copie
The Dream (1831) 7 copie
Kärleksprövningen (2017) 7 copie
Fantasmagoriana {Byron, et al.} (1998) — Collaboratore — 6 copie
Frankenstein (abridged) (1976) 5 copie
Frankenstein [2015 Film] (2015) — Novel by — 5 copie
Frankenstein resuturado (2018) 5 copie
De grote horror omnibus (1983) 5 copie
MARY SHELLEY (2014) 4 copie
On Ghosts (2013) 4 copie
MARY SHELLEY'S JOURNAL. (1947) 3 copie
Frankenstein (1818) — Autore — 3 copie
FRANKENSTEIN GALVANISED (2012) 3 copie
The Last Man Volume I (2010) 3 copie
Victor Frankenstein (2001) 3 copie
The Last Man Volume III (2018) 3 copie
Amar y revivir (2020) 3 copie
The Classic Gothic Horror Collection (2021) — Collaboratore — 3 copie
On Ghosts 2 copie
Béatrice Cenci (2000) 2 copie
FRANKENSTEIN -LB- NVO (2014) 2 copie
Frankenstein Illustrated (2021) 2 copie
Tales and stories (2018) 2 copie
Frankenstein & CD (2011) 2 copie
Frankenstein (2003) 2 copie
Frankenstein (2007) 2 copie
Karanlık Yazılar (2020) 2 copie
Harrap's Frankenstein (2016) 2 copie
Prosèrpina (2019) 2 copie
The Last Man Volume 2 (2016) 2 copie
El mortal inmortal (2012) 2 copie
Frankenstein 2 CDs (2006) 1 copia
(all) 1 copia
2008 1 copia
Pʻŭrangkʻensyutʻain (2002) 1 copia
The Parvenue 1 copia
Mathilda 1 copia
El elegido (2022) 1 copia
Racconti scelti (2002) 1 copia
The Mourner (1830) 1 copia
The False Rhyme (1830) 1 copia
Classic Radio Sci-Fi (2014) 1 copia
Frankenstein (abridged) (2004) 1 copia
First Flight 1 copia
Frankenstein (1998) 1 copia
FRANKENSTEIN Gradifco (2015) 1 copia
The last man. Vol 2 (2019) 1 copia

Opere correlate

Antologia della letteratura fantastica (1940) — Collaboratore — 599 copie
The Assassin's Cloak: An Anthology of the World's Greatest Diarists (2000) — Collaboratore, alcune edizioni548 copie
Penny Dreadfuls: Sensational Tales of Terror (1818) — Collaboratore — 452 copie
Frankenstein (Great Illustrated Classics) (1818) — Original Author — 442 copie
Frankenstein: Junji Ito Story Collection (2013) — Creator — 422 copie
The Vampyre and Other Tales of the Macabre (1997) — Collaboratore, alcune edizioni418 copie
Complete Poems of Keats and Shelley (1817) — Collaboratore, alcune edizioni321 copie
Frankenstein (Classic Starts Series) (2006) — Story — 252 copie
Frankenstein: The Graphic Novel (2005) — Story — 177 copie
The Phantom of the Opera and Other Gothic Tales (2018) — Collaboratore — 171 copie
Frankenstein (A Stepping Stone Book) (1982) — Story — 171 copie
Erotica: Women's Writing from Sappho to Margaret Atwood (1990) — Collaboratore — 168 copie
The Big Book of Classic Fantasy (2019) — Collaboratore — 164 copie
The Road to Science Fiction #1: From Gilgamesh to Wells (1977) — Collaboratore — 151 copie
Chilling Horror Short Stories (2016) — Collaboratore — 131 copie
Frankenstein (1931) — Original book — 130 copie
Dystopia Utopia: Short Stories (2016) — Collaboratore — 123 copie
Frankenstein (Treasury of Illustrated Classics) (2004) — Story — 120 copie
The Lifted Veil: Women's 19th Century Stories (2005) — Collaboratore — 113 copie
Seven Masterpieces of Gothic Horror (1963) — Collaboratore — 103 copie
Soul: An Archaeology--Readings from Socrates to Ray Charles (1994) — Collaboratore — 101 copie
The Frankenstein Omnibus (1994) — Collaboratore — 101 copie
The Mammoth Book of Frankenstein (1994) — Collaboratore — 98 copie
Treasury Of Gothic & Supernatural (1981) — Collaboratore — 96 copie
The Norton Book of Friendship (1991) — Collaboratore — 94 copie
The Prentice Hall Anthology of Science Fiction and Fantasy (2000) — Collaboratore — 91 copie
La Moglie Di Frankenstein (1935) — Original book — 90 copie
Mary Shelley's Frankenstein (Graphic Revolve) (2007) — Original Author — 81 copie
Frankenstein (1996) — Original Story — 78 copie
The Vampyre and Other Macabre Tales (2012) — Collaboratore — 74 copie
Swords & Steam Short Stories (Gothic Fantasy) (2016) — Collaboratore — 56 copie
The Mammoth Book of Body Horror (Mammoth Books) (2012) — Collaboratore — 46 copie
Masters of Horror (1968) — Collaboratore — 46 copie
Promethean Horrors: Classic Stories of Mad Science (2019) — Collaboratore — 46 copie
Frankenstein: A Pop-Up Book (2010) — Autore — 44 copie
The nightmare reader, volume one (1973) — Collaboratore — 42 copie
Beyond the Curtain of Dark (1972) — Collaboratore — 37 copie
The Oxford Book of English Love Stories (1996) — Collaboratore — 34 copie
Visions of Tomorrow: An Interstellar Collection (1976) — Collaboratore — 33 copie
Sense of Wonder: A Century of Science Fiction (2011) — Collaboratore — 30 copie
Flesh for Frankenstein [1973 film] (1998) — Original story — 30 copie
The Monster-Maker and Other Science Fiction Classics (2012) — Collaboratore — 29 copie
Heavy Weather: Tempestuous Tales of Stranger Climes (2021) — Collaboratore — 29 copie
Twelve Gothic Tales (Oxford Twelves) (1998) — Collaboratore — 29 copie
Classics Illustrated: Frankenstein (1818) — Story — 27 copie
The World's Greatest Books Volume 08 Fiction (1910) — Collaboratore — 24 copie
Frankenstein: The True Story [1973 TV movie] (2006) — Original book — 23 copie
The Monster of Frankenstein (2015) — Collaboratore — 22 copie
Chills and Thrills: Tales of Terror and Enchantment (2001) — Collaboratore — 22 copie
Cuentos de amor victorianos (2004) — Collaboratore — 21 copie
Frankenstein Must Be Destroyed [1969 film] (1969) — Original story — 21 copie
Great English Short Stories (1930) — Collaboratore — 20 copie
The Broadview Anthology of Victorian Short Stories (2004) — Collaboratore — 20 copie
Frankenstein {abridged & adapted} (1978) — Original story — 19 copie
A Century of Thrillers from Poe to Arlen (First Series) (1934) — Collaboratore — 18 copie
Horror by Lamplight (1993) — Collaboratore — 17 copie
Classic Science Fiction Stories (2022) — Collaboratore — 16 copie
Frankenstein: A Classic Pop-Up Tale (2009) — Autore — 16 copie
Masters of British Literature, Volume B (2007) — Collaboratore — 16 copie
The Second Book of Unknown Tales of Horror (1826) — Collaboratore — 14 copie
A Quaint and Curious Volume: Tales and Poems of the Gothic (2019) — Collaboratore — 14 copie
Science fiction through the ages 1 (1966) — Collaboratore, alcune edizioni14 copie
Edwina Noone's Gothic Sampler (1966) — Collaboratore — 10 copie
Witches' Brew: Horror and Supernatural Stories by Women (1984) — Collaboratore — 10 copie
Frankenstein Alive, Alive! #1 (2012) — Collaboratore — 10 copie
Classic Horror Omnibus: Vol.1 (1979) — Autore — 9 copie
Enter at Your Own Risk: The End Is the Beginning (2014) — Collaboratore — 8 copie
Enter at Your Own Risk: Dreamscapes into Darkness (1605) — Collaboratore — 7 copie
Suspense: A Treasury for Young Adults (1966) — Collaboratore — 6 copie
The Frankenstein Monster [1973] #1 — Collaboratore — 6 copie
Frankenstein Alive, Alive! #2 (2012) — Collaboratore — 6 copie
The Frankenstein Monster [1973] #4 — Collaboratore — 5 copie
Frankenstein Alive, Alive! #3 (2014) — Collaboratore — 4 copie
Disney Frankenstein, starring Donald Duck (2019) — Collaboratore — 4 copie
Faseskift. Science Fiction noveller (1984) — Autore, alcune edizioni3 copie
Witchcraft II: The Temptress [1989 Film] (1989) — Actor — 3 copie
Classic Pop-Ups: Frankenstein (2023) — Story — 3 copie
A Cabinet of Gems: Short Stories from the English Annuals (1938) — Collaboratore — 3 copie
Strange Signposts (Anthology 15-in-1) (1966) — Collaboratore — 3 copie
The Frankenstein Monster [1973] #3 — Collaboratore — 2 copie
The Frankenstein Monster [1973] #2 — Collaboratore — 2 copie
The nightmare reader (1973) — Collaboratore — 2 copie
Witchcraft [1988 Film] (1988) — Actor — 2 copie
Weird Tales Volume 20 Number 6, December 1932 — Collaboratore — 2 copie
Weird Tales Volume 20 Number 5, November 1932 — Collaboratore — 2 copie
The Queen’s Story Book — Collaboratore — 2 copie
Weird Tales Volume 20 Number 4, October 1932 — Collaboratore — 2 copie
Collected Classics (adapted ∙ Penguin Readers Level 3) (2001) — Collaboratore — 1 copia
The princess's story book — Collaboratore — 1 copia
The King's Story Book — Collaboratore — 1 copia

Etichette

1001 libri (127) Antologia (695) britannico (411) classici (2,160) Classico (1,998) da leggere (1,976) Diario (126) EBook (281) Fantascienza (2,505) Fantasy (598) Folio Society (188) Frankenstein (474) Gotico (1,433) Horror (3,999) Inghilterra (152) Inglese (290) kindle (248) Letteratura (1,319) letteratura britannica (579) letteratura classica (293) letteratura del XIX secolo (169) Letteratura inglese (605) letto (660) Mary Shelley (325) mostri (382) Mostro (230) Narrativa (5,653) Narrativa classica (130) non letto (235) Poesia (161) posseduto (227) posseduto (137) racconti (489) Romanticismo (389) Romanzo (922) Romanzo gotico (127) Romanzo grafico (126) Scienza (203) SF (244) XIX secolo (1,064)

Informazioni generali

Nome legale
Godwin Wollstonecraft, Mary
Altri nomi
Godwin, Mary Wollstonecraft (birth name)
Shelley, Mary Wollstonecraft
Data di nascita
1797-08-30
Data di morte
1851-02-01
Luogo di sepoltura
St. Peter's Churchyard, Bournemouth, Hampshire, Inghilterra
Sesso
female
Nazionalità
UK
Nazione (per mappa)
UK
Luogo di nascita
Somers Town, Londra, Inghilterra
Luogo di morte
Londra, Inghilterra
Causa della morte
brain tumour
Luogo di residenza
Londra, Inghilterra
Scozia
Livorno, Italia
Napoli, Italia
Roma, Italia
Firenze, Italia (mostra tutto 12)
Pisa, Italia
San Terenzo Lerici, Italia
Genova, Italia
Harrow, Inghilterra
Parigi, Francia
Nizza, Francia
Istruzione
College a Ramsgate
Attività lavorative
scrittrice
saggista e biografa
Relazioni
Godwin, William (padre)
Wollstonecraft, Mary (madre)
Godwin Imlay, Fanny (sorellastra)
Clairmont, Mary Jane (matrigna)
Gaulin, Charles (fratellastro)
Clairmont, Claire (sorellastra) (mostra tutto 13)
Godwin, William (fratellastro)
Shelley, Percy Bysshe (marito)
Shelley, William (figlio)
Shelley, Clara Everina (figlia)
Shelley, Percy Florence (figlio)
Shelley, Timothy (suocero)
St.John, Jane (nuora)
Premi e riconoscimenti
SF Hall Of Fame (Posthumous Inductee, 2004)
Breve biografia
Mary Wollstonecraft Shelley was born in London, the daughter of two major English intellectuals and writers, Mary Wollstonecraft and her husband William Godwin. She fell in love with Percy Bysshe Shelley, a married man and father, and scandalized society by eloping with him in 1814. Two years later, they were married and in 1818, she published her most famous work, her first novel: Frankenstein or The Modern Prometheus. She also wrote several other novels, including Valperga (1823) and The Last Man (1826), as well as numerous novellas, short stories, poems, plays, essays, and articles for periodicals of the day, travel books, and a biography of her husband. At the time of Shelley's death in 1822, she was regarded as a major novelist married to a minor poet, but she spent 30 years promoting his work to help him achieve lasting fame.
Nota di disambiguazione
Please don't combine Shelley with Mary Shelley. Yes, some people will have entered books this way, but it more commonly refers to her husband the poet Percy Bysshe Shelley, with whom "Shelley" should also not be combined.

Utenti

Discussioni

Mary Shelley's Frankenstein in Gothic Literature (Ottobre 2023)
Folio Archives 345: The Last Man by Mary Shelley 2012 in Folio Society Devotees (Ottobre 2023)
Folio Archives 310: Frankenstein by Mary Shelley 2004 in Folio Society Devotees (Febbraio 2023)
Frankenstein LE 2022 in Folio Society Devotees (Dicembre 2022)
OT: Question about the 1823 edition of Frankenstein in Folio Society Devotees (Settembre 2022)
Frankenstein Bicentennial group read in 2018 Category Challenge (Gennaio 2018)

Recensioni

Ho un serio problema con Frankenstein: non sopporto Victor Frankenstein. Per tutta la durata del romanzo non fa che lamentarsi di essere l'uomo più sventurato del mondo e io a tutt'oggi devo capire perché si sia tirato la zappa sui piedi, abbandonando la sua Creatura.

Simbologia e interpretazioni a parte, mi è sempre sembrato strano e ingiusto che Frankenstein non solo rifiutasse la sua Creatura, ma addirittura la abbandonasse a se stessa nella speranza che gli facesse il favore di morire. Messa così, il comportamento della Creatura diventa più comprensibile, sebbene non giustificabile. Sarà per questo che con il tempo il nome Frankenstein è andato a designare la Creatura più che l'artefice nell'immaginario popolare.… (altro)
 
Segnalato
lasiepedimore | 705 altre recensioni | Sep 1, 2023 |
Celebrando la nascita di Mary Shelley e il suo capolavoro "Frankenstein"! Segue una nota anche sulla Madre.

Festeggiamo un evento letterario epocale: la nascita di Mary Shelley, avvenuta il 30 agosto 1797. In questa data speciale, vogliamo rendere omaggio a una delle autrici più influenti della storia e al suo indimenticabile romanzo, "Frankenstein".

Mary Shelley, una donna straordinaria e visionaria, ci ha regalato un'opera che ha sfidato i confini dell'immaginazione e ha posto domande fondamentali sulla natura dell'umanità e sulla creazione stessa. Con la sua penna audace e la sua mente geniale, Shelley ci ha introdotti a uno dei personaggi più iconici e complessi della letteratura: il mostro di Frankenstein.

Attraverso le pagine del suo romanzo, Shelley ha tessuto una trama avvincente, in cui si intrecciano temi come l'ambizione, la solitudine, l'alienazione e la responsabilità morale. Ha esplorato le conseguenze disastrose dell'orgoglio umano e ci ha spinto a riflettere sulle implicazioni etiche della ricerca scientifica e della manipolazione della vita stessa.

"Frankenstein" non è solo un racconto di terrore gotico, ma un'opera che attinge alle profondità dell'animo umano. Shelley ci ha mostrato la fragile sottigliezza tra il bene e il male, sfidando le nostre percezioni e spingendoci a esaminare le nostre paure più profonde e i pregiudizi che ci separano.

Oltre alla grandiosa portata filosofica, "Frankenstein" è anche un esempio luminoso della maestria di Mary Shelley come scrittrice. La sua prosa incisiva e suggestiva ci trasporta in un mondo oscuro e inquietante, popolato da personaggi indimenticabili che riflettono le complessità dell'esperienza umana.

La eredità di Mary Shelley è immortale. Il suo romanzo ha ispirato generazioni di lettori e scrittori, e la sua influenza si estende ben oltre i confini della letteratura. "Frankenstein" ci ha regalato un'icona culturale che ancora oggi affascina e spaventa, e ci spinge a esplorare le incertezze e i misteri che risiedono nel cuore dell'umanità.

Quindi, in questa giornata speciale, alziamo un bicchiere per Mary Shelley, una pioniera che ha regalato al mondo un capolavoro senza tempo. Che la sua straordinaria eredità continui a vivere attraverso le pagine di "Frankenstein" e nell'immaginazione di tutti coloro che abbracciano il potere della letteratura.

Auguri di cuore, Mary Shelley, e grazie per averci donato un mostro che, in realtà, ci rende più umani.

.....

Mary Shelley, nata Mary Wollstonecraft Godwin, era una scrittrice inglese, scrittrice di racconti e biografa. Nacque il 30 agosto 1797 a Londra, in Inghilterra, dal filosofo William Godwin e dalla scrittrice femminista Mary Wollstonecraft. La madre di Shelley morì tragicamente poco dopo la sua nascita e lei fu allevata dal padre e dalla matrigna.

I primi anni di vita di Shelley furono segnati da un profondo impegno con la letteratura e le attività intellettuali. All'età di 16 anni incontrò il poeta Percy Bysshe Shelley, che in seguito sarebbe diventato suo marito. Nell'estate del 1816, Mary e Percy, insieme a Lord Byron e John William Polidori, trascorsero del tempo insieme in Svizzera. Fu durante questo periodo che Mary concepì l'idea per il suo romanzo più famoso, "Frankenstein".

Pubblicato in forma anonima nel 1818, "Frankenstein; or, The Modern Prometheus", racconta la storia di Victor Frankenstein, un giovane scienziato che crea una creatura grottesca nel suo laboratorio attraverso l'uso di metodi scientifici non convenzionali. Il romanzo esplora le implicazioni morali ed etiche della creazione di Frankenstein e le conseguenze che derivano dal suo abbandono della creatura. La storia si svolge attraverso una serie di narrazioni, offrendo molteplici prospettive sugli eventi e approfondendo i temi della natura contro l'educazione, la ricerca della conoscenza e il desiderio umano di compagnia.

"Frankenstein" ha ricevuto recensioni contrastanti al momento della sua uscita iniziale, ma gradualmente ha ottenuto il riconoscimento come capolavoro letterario. Da allora è diventata una delle opere più influenti e durature della narrativa gotica. L'impatto del romanzo si estende oltre il regno della letteratura e ha ispirato numerosi adattamenti, rappresentazioni teatrali, film e altre interpretazioni artistiche. L’immagine iconica del mostro, spesso raffigurato come una creatura dalla pelle verde e dal collo sferico, è diventata profondamente radicata nella cultura popolare.

I contributi di Mary Shelley alla letteratura vanno ben oltre "Frankenstein". Ha scritto altri romanzi, tra cui "L'ultimo uomo" e "Lodore", oltre a numerosi racconti, saggi e biografie. Nonostante le tragedie personali e le sfide sociali, i successi letterari di Shelley continuano ad affascinare lettori e studiosi.

L'eredità di Mary Shelley come scrittrice e la sua esplorazione di temi come l'identità, la responsabilità e le conseguenze delle azioni umane rimangono molto rilevanti oggi. Il suo lavoro continua a ispirare discussioni sull’etica dei progressi scientifici, sulla natura dell’umanità e sul potere dell’empatia.

Attraverso il suo duraturo romanzo "Frankenstein", Mary Shelley ha lasciato un segno indelebile sia nel mondo letterario che nella cultura popolare. La sua capacità di creare una narrazione avvincente ed esaminare profonde questioni filosofiche le ha assicurato un posto tra gli autori più celebri della storia.

Quindi, mentre commemoriamo la nascita di Mary Shelley e la pubblicazione di "Frankenstein", riconosciamola come una scrittrice visionaria che ha osato scavare nelle profondità della natura umana e ha creato un capolavoro letterario che continua a risuonare con i lettori di tutti i tempi. .

----------

MARY WOLLSTONECRATFT - La madre di Mary

Da poco è uscito in Inghilterra una ennesima biografia di Mary Wollstonecraft la scrittrice inglese del 18°, secolo autrice di questo famoso trattato sui diritti delle donne, moglie del filosofo William Godwin e madre di Mary Shelley, autrice dell’altrettanto famosa storia di Frankenstein. Negli anni settanta il movimento femminista internazionale ebbe come slogan, tra i tanti, anche questo: “The personal is the political”. La vita di Mary fu, appunto, un fatto personale che diventò poi un fatto politico, uno slogan che ha il carattere di un “mantra”, un’energia, una vibrazione nel significato della parola indiana, una “politica” nel significato culturale occidentale.

Mary mise al centro della sua filosofia la “casa”, la sua vita e il suo lavoro furono regolati dalla lotta per l’emancipazione delle donne. Purtroppo il fatto che tutti fossero a conoscenza che lei se la faceva con due amanti e che ad essi aveva rivolto l’offerta di un “vita a tre”, che avesse una figlia illegittima e che avesse tentato il suicidio, tutti questi fatti distrussero la sua reputazione. Fu solamente verso gli anni settanta del novecento, ben due secoli dopo, che Mary riemerse come l’antesignana e la madre del femminismo.

Molti critici e storici ritengono che il genio di Wollstonecraft vada ricercato nella sua vita. Secondo un’altra grande femminista inglese, Virginia Woolf, la sua genialità va ritrovata nel fatto che sin dall’inizio la sua fu una vita sperimentale. Figlia di uno sfaccendato ubriacone imparò subito a come vivere da sola scegliendosi uno dei mestieri più impossibili per quel tempo vale a dire: la scrittrice.

Troviamo la diciannovenne scrittrice Mary camminare da sola per Londra di notte di ritorno da una serata letteraria col suo editore Joseph Johnson e altri membri del circolo radicale frequentato da uomini come Paine, autore dei “Diritti dell’Uomo”, di William Blake, poeta e pittore immortale, Erasmo Darwin, il grande pittore Fuseli. Frequentazioni e conoscenze fatte in nome di una chiara indipendenza esistenziale e culturale, impensabile a quel tempo, in quel tipo di società del 18° secolo inglese.

Era l’epoca nella quale le donne non si sarebbero mai sognate di studiare botanica a causa dei riferimenti sessuali femminili delle piante negli studi di Darwin, un’epoca in cui le donne non avevano diritto a fare carriera, non potevano avere accesso al loro denaro, non possedevano il proprio corpo dal punto di vista strettamente fisico, i figli non appartenevano loro. Insomma, erano solo dei giocattoli nelle mani degli uomini. Il matrimonio non era altro che “prostituzione legalizzata”, come la stessa Mary ebbe a dire nel suo famoso libro sui Diritti.

“I Diritti delle Donne” venne pubblicato nel 1792 e le diede immediata fama. Fece andare su tutte le furie poeti classici e conservatori come Horace Walpole il quale la defini”una iena col reggiseno”. Fece impallidire molti presunti radicali, sia politici che scrittori e opinionisti di una stampa che era solo maschile e conservatrice. Mary, nel libro, sosteneva con violenza il diritto delle donne all’istruzione, all’emancipazione, alla liberazione da uno stato di una umiliante servitù maschile affermando che non era vero che gli uomini fossero esseri dotati di ragione e le donne di solo emozioni. Lei sosteneva invece che il matrimonio fosse la giusta fusione equilibrata tra i due sessi, pietra d’angolo per mantenere le relazioni tra i sessi e quindi le fondamenta della società civile.

Pur avendo scritto romanzi, manuali e antologie educative, il saggio sui “Diritti delle Donne” è il suo vero e proprio testamento intellettuale. Mary non è soltanto una icona femminista del tutto nuova ed inaspettata sullo scenario inglese della fine del settecento. Essa ben si inserisce nella corrente dell’Illuminismo europeo che sfocia liberamente nel Romanticismo per mutarsi e trasformarsi in Politica culturale. Una donna che conobbe a fondo il dr. Johnson, il famoso autore del primo Dizionario della lingua inglese e che sarebbe diventata suocera del grande poeta romantico Shelley.

Nella sua vita appassionata e sofferta la confluenza dell’Illuminismo nel Romanticismo divenne una vera e propria battaglia sanguinosa come si evince da una sua lettera: “Io sono un vero animale e le emozioni istintive troppo spesso mettono a tacere le suggestioni della ragione…Sono ben consapevole che la vita è solo un gioco, spesso solo un incubo, eppure ogni giorno sono alla ricerca di qualcosa di serio, che vale, ma resto sempre disillusa”. La lettera fu scritta dopo il rifiuto di Fuseli a convivere in tre. Una Mary esasperatamente romantica nella sua essenza, sostanzialmente cruda nella sua esasperazione ma profondamente seria nel suo illuminismo razionalistico.

Mary fece della sua vita un continuo esperimento. Respinta da Fuseli, se ne andò dall’Inghilterra e andò a seguire la Rivoluzione Francese nei giorni del Terrore, come una moderna giornalista che va al fronte. Intraprese un viaggio nei paesi scandinavi e si ritrovò con una figlia a scrivere le sue straordinarie lettere dalla Scandinavia, Svezia, Norvegia e Danimarca. Furono queste lettere che trasformarono il filosofo William Godwin da suo ammiratore in amante. Il matrimonio fu il suo ultimo ma “fruttuoso esperimento”, come lo definì Virginia Woolf. Una vita di “esperimenti” fatti sulla propria pelle.

Mary Wollstonecraft è il ritratto di una donna coraggiosa, irritante, attraente, appassionata, istintiva, a volte brutale, ma giammai intellettuale o saccente. La sua fama venne enormemente danneggiata dalle rivelazioni che lo stesso Godwin impunemente fece quando pubblicò nelle sue Memorie pubblicate nello stesso anno delle Memorie di Mary, alcuni particolari privati, discreditandola agli occhi delle femministe fino alla metà del secolo scorso. In fondo, molti biografi moderni tendono a pensare che lo sforzo di Mary fosse rivolto a dare alle donne non solo una nuova e diversa condizione fatta di riscatto e di ricerca di identità, quanto anche a concorrere a “creare” un “uomo nuovo”, visto nel gioco delle relazioni e degli equilibri tra i due sessi.
… (altro)
 
Segnalato
AntonioGallo | 705 altre recensioni | Aug 29, 2023 |
Molto bello e a tratti veramente sorprendente. Idea decisamente geniale.
 
Segnalato
zinf | 705 altre recensioni | Nov 28, 2022 |
Un trittico di brevi racconti gotici scritti da uno dei nomi più noti della letteratura nera, in una splendida traduzione di Masolino D'Amico che rende appieno la magnificenza di quest'opera. Proprio per via della loro brevità, si leggono molto facilmente e con spensieratezza. Forse risulterà più noioso e complicato seguire l'ultimo dei tre racconti, Il Malocchio, in quanto gremito di un'infinità di nomi e luoghi reconditi, laddove non oramai del tutto remoti. Rimane comunque una veloce e piacevole lettura, che potrà entusiasmare tanto più chi è già interessato al genere.… (altro)
 
Segnalato
Wiccio | Sep 7, 2022 |

Liste

Uni (1)
Europe (1)
1820s (1)
Daria (1)
Power (1)
1810s (1)
AP Lit (1)
100 (1)

Premi e riconoscimenti

Potrebbero anche piacerti

Autori correlati

Percy Bysshe Shelley Contributor, Collaborator
Bernie Wrightson Illustrator
Bram Stoker Contributor
Edgar Allan Poe Contributor
George Sand Contributor
Stendhal Contributor
D. H. Lawrence Contributor
Nikolai Gogol Contributor
Herman Melville Contributor
Leo Tolstoy Contributor
Jack London Contributor
Marcel Proust Contributor
Victor Hugo Contributor
Joseph Conrad Contributor
Elizabeth Gaskell Contributor
Washington Irving Contributor
Henry James Contributor
Deborah Tempest Retold by
Grant Allen Contributor
Arthur Morrison Contributor
George Gissing Contributor
Walter Scott Contributor
H. Rider Haggard Contributor
John Cleland Contributor
Vatsyayana Contributor
Rebecca West Contributor
Susan Coolidge Contributor
Benjamin Disraeli Contributor
James Joyce Contributor
Upton Sinclair Contributor
Rudyard Kipling Contributor
Marcus Aurelius Contributor
G.K. Chesterton Contributor
Maxim Gorky Contributor
Jr. Horatio Alger Contributor
Dale Carnegie Contributor
Hollis Godfrey Contributor
Lucius Apuleius Contributor
Wilkie Collins Contributor
Daniel Defoe Contributor
L. Frank Baum Contributor
Pieter Harting Contributor
O. Henry Contributor
Thomas Mann Contributor
Margaret Cavendish Contributor
Fyodor Dostoyevsky Contributor
Henri Barbusse Contributor
Anne Brontë Contributor
Thomas Dekker Contributor
Honoré de Balzac Contributor
Honore de Balzac Contributor
Emily Brontë Contributor
Alphonse Daudet Contributor
Sir Walter Scott Contributor
John Webster Contributor
Blaise Pascal Contributor
Sun Tzu Contributor
Theodore Dreiser Contributor
Henry Fielding Contributor
Arthur Machen Contributor
Dante Alighieri Contributor
Gustave Flaubert Contributor
Theodor Fontane Contributor
E. M. Forster Contributor
George Eliot Contributor
Charlotte Brontë Contributor
Virginia Woolf Contributor
Louisa May Alcott Contributor
Aldous Huxley Contributor
Homer Contributor
Lewis Carroll Contributor
Oscar Wilde Contributor
Miracle Studios Illustrator
Dick Donovan Contributor
William Mudford Contributor
Ralph Adams Cram Contributor
Sheridan Le Fanu Contributor
Ambrose Bierce Contributor
E. F. Benson Contributor
Charles E. Robinson Introduction
Jane Maienschein Contributor
Kate MacCord Contributor
Elizabeth Bear Contributor
Alfred Nordmann Contributor
Cory Doctorow Contributor
Heather E. Douglas Contributor
Anne K. Mellor Contributor
Josephine Johnston Contributor
Ed Finn Editor
Barry Jones Illustrator
Gary Reed Adapted by
Frazer Irving Illustrator
Philip Gooden Critical apparatus
Paddy Lyons Introduction
Lord Byron Contributor
Johann August Apel Contributor
Friedrich Laun Contributor
Fiona Sampson Foreword
John Polidori Contributor
Charles Darwin Contributor
Max Simon Nordau Contributor
Maud Jackson Adapted by
Robert Hill Activities by
風間 賢二 Editor, Translator, Afterword
Henry H. Harper Introduction
Sabine Werner Adapted by
John Green Illustrator
臼田 昭 Translator
片岡 しのぶ Translator
杉浦 銀策 Translator
安野 玲 Translator
Masami Fukushima Translator
田中 誠 Translator
中西 秀男 Translator
井上 一夫 Translator
池澤 夏樹 Translator
Norio Itō Translator
Barry Moser Illustrator
Paul Couturiau Translator
Philippe Munch Illustrator
Cori Samuel Narrator
Michael Hagemann Cover designer
Karen Karbiener Introduction
Marc Porée Commentaires
Maurice Hindle Introduction
Quim Monzó Translator
Harry Brockway Illustrator
Wendy Steiner Introduction
Miranda Seymour Introduction
Lynd Ward Illustrator
Aristedes Ruiz Cover artist
Dennis Wheatley Introduction
Jeffery Deaver Introduction
Maria Paola Saci Introduction
Hermann Ebeling Afterword
Harold Bloom Afterword
Paavo Lehtonen Translator
Gabrielle Bordwin Cover designer
Tom Casaletto Narrator
David Pinching Afterword
Phoebe Judge Narrator
Diane Johnson Introduction
Dan Stevens Narrator
Simon Vance Narrator
Stephen King Introduction
Irina Philippi Translator
Johann Peterka Illustrator
Nathan Clair Cover artist
Brian Aldiss Introduction
Judith Tarr Introduction
Robert Matias Cover designer
Sarah Hall Introduction
Stephen Fabian Cover artist
Marge Piercy Introduction
Ralph Tegtmeier Translator
Robert Mathias Cover designer
Pamela Bickley Introduction
Frank Frazetta Cover artist
Janet Todd Editor
Ken Barr Illustrator
Claire Tomalin Introduction
Christopher Bing Illustrator
John Grant Editor
Ron Tiner Illustrator
Anthony Marks Introduction
Harvey Parker Illustrator
BJ Harrison Narrator
Thea Kliros Illustrator
田島 照久 Cover artist
Gianni De Conno Illustrator
Tithi Luadthong Cover artist
Marc Poree Commentaires

Statistiche

Opere
435
Opere correlate
112
Utenti
59,359
Popolarità
#244
Voto
3.8
Recensioni
1,034
ISBN
2,335
Lingue
38
Preferito da
83

Grafici & Tabelle