Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Orlando (1929)

di Virginia Woolf

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
10,682174675 (3.88)2 / 560
Orlando doubles as first an Elizabethan nobleman and then as a Victorian heroine who undergoes all the transitions of history in this novel that examines sex roles and social mores.
AP Lit (17)
1920s (32)
Romans (32)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

» Vedi le 560 citazioni

Inglese (155)  Catalano (3)  Spagnolo (3)  Francese (2)  Italiano (2)  Svedese (2)  Finlandese (1)  Tedesco (1)  Olandese (1)  Danese (1)  Tutte le lingue (171)
Mostra 2 di 2
La Woolf parlava di Orlando come di un unicum nella sua produzione, ed ora che l'ho letto non è difficile capire perchè. In questo romanzo è tutto lieve, brillante, ampio. Mentre ne "La signora Dalloway la trama era concentrata in 12 ore, qui spazia per 3 secoli; l'autrice ci ha abituati ad introspezioni profonde che si sostituiscono agli avvenimenti (non succede nulla di solito nelle sue opere) qui invece abbiamo amori, guerre, fughe, ed anche se i monologhi interiori sono presenti, non hanno la solita intensità. Ogni tanto ci sono momenti filosofeggianti, altre volte riflessioni acute sull'arte e la letteratura, ma l'ironia di fondo non ci abbandona mai ed è costante la sensazione che sia un libro che non si prende sul serio. Questo non ne diminuisce certo il valore letterario, perchè la prosa della Woolf è sempre intrisa di lirismo; qui poi è particolarmente elaborata, con una sovrabbondanza di metafore e virtuosismi.
Gli esperimenti linguistici della Woolf mi lasciano incantata davanti al suo talento, ma non mi permettono di godermi davvero i suoi libri. Anche in un romanzo apparentemente leggero come questo, lo stile così aulico e barocco mi ha reso difficile la lettura; le tante descrizioni e le digressioni non hanno aiutato, ed il risultato finale è stata un'esperienza istruttiva, ma mai davvero piacevole. ( )
  Lilirose_ | Dec 17, 2017 |
Orlando è stato giustamente definito come “la più lunga lettera d’amore mai scritta”, perché in esso sono presenti molti momenti reali vissuti da Vita e Virginia, seppur mai descritti o evocati in maniera esplicita. Orlando è pertanto ricco di riferimenti alla vita e agli antenati di Vita, in sé sono racchiusi moltissimi messaggi criptici in parte misteriosi al lettore. Orlando è prima uomo e poi donna, non muore e resta giovane nei secoli: era questa la descrizione che Virginia offre allorché evoca Vita.
1 vota azim | Oct 17, 2006 |
Mostra 2 di 2
"Orlando" by Virginia Woolf, published in 1928, is a semi-biographical novel that explores the themes of gender, identity, and the nature of art through the life of its protagonist, Orlando. The novel spans over three centuries, beginning in the Elizabethan era and ending in the 1920s. Orlando, who starts the novel as a young nobleman in the court of Queen Elizabeth I, undergoes a mysterious transformation into a woman midway through the book, living on through various historical periods while barely aging.

The narrative is notable for its lyrical prose, playful tone, and speculative approach to history and biography. Woolf uses Orlando's unique experiences to critique societal norms, particularly those relating to gender and sexuality, and to question the constraints these norms impose on individuals' lives. The novel also reflects on the nature of writing and literature, as Orlando aspires to be a poet, struggling with literary creation across centuries.

"Orlando" is considered a pioneering work in the genre of gender-fluid and transgender literature, and it has been celebrated for its ahead-of-its-time commentary on gender roles and identity. It was inspired by Woolf's close friend and lover, Vita Sackville-West, and can be seen as a love letter to Vita, exploring themes of androgyny and the complexity of human relationships. The novel remains a significant work in Woolf's oeuvre and in the broader landscape of 20th-century literature, admired for its innovative narrative technique and its bold examination of identity and artistic expression.
 
Next time anyone tries to tell you – as people often do – that Virginia Woolf was a cold fish, just direct them to her seductive writing about winter. It warms the heart.
aggiunto da Nickelini | modificaThe Guardian, Sam Jordison (Dec 5, 2011)
 

» Aggiungi altri autori (109 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Woolf, Virginiaautore primariotutte le edizioniconfermato
Alfsen, MereteTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bowen, ElizabethPostfazioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
DiBattista, MariaIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gilbert, Sandra M.Introduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Herlitschka, Herberth E.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Herlitschka, MarlysTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Higgins, ClareNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hussey, MarkA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Livi, GraziaIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lyons, BrendaA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Nuie, CorneliusImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Scalero, AlessandraTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Scalero, GraziaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Simonsuuri, KirstiTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Whitworth, Michael H.A cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Winterson, JeanetteIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
a V. Sackville-West
Incipit
Egli - poiché dubbio non v'era sul suo sesso, per quanto la foggia di quei tempi alquanto lo dissimulasse - stava prendendo a piattonate la testa di un moro, che dondolava appesa alle travi del soffitto.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

Orlando doubles as first an Elizabethan nobleman and then as a Victorian heroine who undergoes all the transitions of history in this novel that examines sex roles and social mores.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Discussioni correnti

Nessuno

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (3.88)
0.5 5
1 39
1.5 9
2 104
2.5 29
3 322
3.5 93
4 579
4.5 77
5 530

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 206,087,243 libri! | Barra superiore: Sempre visibile