Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Dio di illusioni (1992)

di Donna Tartt

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
20,452558219 (4.06)1 / 733
Un piccolo raffinato college nel Vermont. Cinque ragazzi ricchi e viziati e il loro insegnante di greco antico, un esteta che esercita sugli allievi una forte seduzione spirituale. A loro si aggiunge un giovane piccolo borghese squattrinato. In pigri weekend consumati tra gli stordimenti di alcol, droga e sottili giochi d'amore, torna a galla il ricordo di un crimine di inaudita violenza. Per nascondere il quale è ora necessario commeterne un altro ancora più spietato...… (altro)
Aggiunto di recente dahannah_talbott, JinxLirin, klarson1319, rebekahflora, biblioteca privata, Amateria66, Clumsyhaze, hoody89, Spellgy2078
Biblioteche di personaggi celebriGillian Rose
  1. 223
    Teoria e pratica di ogni cosa di Marisha Pessl (kmcquage)
  2. 161
    La somiglianza di Tana French (tangentialine, cransell, Skippy74, GodOfTheAnthill, Booksloth)
    tangentialine: Same sense of the mysterious, same sense of intense psychological speculation.
  3. 167
    Il mago di Lev Grossman (kraaivrouw)
  4. 93
    Il mago di John Fowles (WoodsieGirl)
  5. 72
    Le regole dell'attrazione di Bret Easton Ellis (yokai)
  6. 72
    La scuola dei desideri di Joanne Harris (amyblue, ecleirs24)
  7. 62
    The Lake of Dead Languages di Carol Goodman (amyblue, lahochstetler)
  8. 40
    If We Were Villains di M.L. Rio (RiversideReader)
  9. 51
    Waking the Moon di Elizabeth Hand (kraaivrouw)
    kraaivrouw: Dionysian events at college ...
  10. 20
    The Raising di Laura Kasischke (comtso)
    comtso: Mystery, murder and angst in college.
  11. 20
    Tam Lin di Pamela Dean (Aquila)
    Aquila: Though it's a much nicer book.
  12. 10
    The Poison Tree di Erin Kelly (BookshelfMonstrosity)
    BookshelfMonstrosity: Something disturbing sometimes happens when young people congregate. These gothic tales feature young, bohemian, and intellectual characters becoming caught up in relationships that lead to tragic results.
  13. 10
    Meno di zero di Bret Easton Ellis (Vulco1)
    Vulco1: A look at elitist rich kids who get in over their heads and spiral out of control.
  14. 32
    Pace separata: romanzo di John Knowles (akblanchard)
    akblanchard: Dark happenings at elite New England schools.
  15. 10
    La società letteraria di Sella di Lepre di Pasi Ilmari Jääskeläinen (Becchanalia)
    Becchanalia: Slow uncovering of a dark secret amongst a tight-knit group of friends. Lots of snow.
  16. 10
    Babel: Or the Necessity of Violence: An Arcane History of the Oxford Translators' Revolution di R. F. Kuang (Astrid3456)
  17. 10
    Preghiera per un amico di John Irving (urban_lenny)
    urban_lenny: Similar New England setting, some similarities between the characters of Owen and Bunny, both stories told with the foreshadowing of death.
  18. 21
    Cercando nel buio: romanzo di Elizabeth George (DAR1102)
  19. 10
    La Casa della Lunga Estate di Barbara Vine (Bookmarque, KayCliff)
    Bookmarque: Reminiscent because of the group of students, but this murder is more shrouded and the supporting characters more distinct.
  20. 11
    Il caso Bellwether di Benjamin Wood (kraaivrouw)

(vedi tutti i 37 consigli)

To Read (15)
1990s (54)
Crime (9)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

» Vedi le 733 citazioni

Inglese (520)  Olandese (8)  Francese (7)  Svedese (6)  Italiano (4)  Tedesco (1)  Lettone (1)  Spagnolo (1)  Norvegese (1)  Portoghese (1)  Tutte le lingue (550)
Mostra 4 di 4
Volevo leggere Dio di illusioni da un sacco di tempo: il medesimo desiderio di molte persone, a quanto pare, visto che in biblioteca non era mai disponibile! Alla fine, però, sono riuscita ad accaparrarmelo e ora eccomi qui a non sapere esattamente quali siano le mie impressioni su questo romanzo.

Teoricamente, Dio di illusioni avrebbe potuto diventare uno dei miei libri preferiti. Donna Tartt è una scrittrice che sa il fatto suo e non ho davvero niente da eccepire sul suo stile. Inoltre, la sua capacità di inglobare la dualità presente nella mitologia greca in un romanzo ambientato venti o trent'anni fa è ragguardevole.

Tuttavia, non posso proprio annoverarlo tra i miei libri preferiti: anzi, probabilmente finirà tra quei romanzi letti e presto dimenticati. Infatti, tutto quello che posso dire di aver provato leggendo Dio di illusioni è un enorme senso di vuoto. Un vuoto che, in parte, credo sia anche voluto, in quanto i giovani protagonisti e il loro insegnante di greco sono persone vuote. Al di là del genio e dell'amore per la bellezza che mostrano al mondo, infatti, sono persone vili ed egoiste, in grado di compiere qualunque nefandezza per mantenere la loro patina di luminosa moralità.

Ora, ho cerebralmente apprezzato tutto questo, ma il romanzo non è mai riuscito a coinvolgermi emotivamente – e non solo perché i personaggi sono sgradevoli. Per quanto mi riguarda, il senso di vuoto ha prevalso e ha fagocitato qualunque tipo di interesse da parte mia. Arrivata a metà romanzo circa, il mio unico desiderio era finirlo e passare ad altro.

Non mi ha coinvolto nemmeno il romanzo di formazione che scorre di pari passo con la trama del giallo. Droga, sesso e rock&roll: non posso proprio dire che sia stato coinvolgente, o anche solo originale, per quanto, lo ripeto, lo stile dell'autrice sia notevole – abbastanza da invogliarmi a leggere un altro dei suoi romanzi e a darle un'altra chance. ( )
  lasiepedimore | Sep 12, 2023 |
Un piccolo raffinato college nel Vermont. Cinque ragazzi ricchi e viziati e il loro insegnante di greco antico, un esteta che esercita sugli allievi una forte seduzione spirituale. A loro si aggiunge un giovane piccolo borghese squattrinato. In pigri weekend consumati tra gli stordimenti di alcol, droga e sottili giochi d'amore, torna a galla il ricordo di un crimine di inaudita violenza. Per nascondere il quale è ora necessario commeterne un altro ancora più spietato...
  kikka62 | Apr 2, 2020 |
Un thriller con interessantissimi retroscena psicologici. Bello in tutto, nella trama, nelle descrizione dei luoghi e nella caratterizzazione dei personaggi. ( )
  Claudy73 | Apr 4, 2018 |
Questo libro è stato un vero fenomeno letterario, acclamato in tutto il mondo e già considerato da molti come un classico moderno, ma io personalmente non condivido l'entusiasmo. La premessa era intrigante: in un college del Vermont cinque ragazzi snob e intellettualoidi si lasciano suggestionare dal loro eccentrico professore di greco, e in un'escalation di eccessi e follia, acceccati dal miraggio del "sublime" tipico del mondo classico, arrivano al delitto. Il problema è che nonostante la storia promettesse bene, il modo in cui l'autrice ha scelto di raccontarla l'ho trovato molto discutibile: è un romanzo prolisso e ripetitivo, con un ritmo talmente lento da non suscitare nel lettore nessun pathos. Più di 600 pagine, la metà almeno delle quali totalmente inutili ai fini della trama: l'autrice si limita a descriverci oziosamente i movimenti del narratore, Richard, che sono ciclicamente gli stessi; lui che va da qualche parte, si ubriaca o si impasticca, torna a casa stordito e fa un qualche sogno tormentoso. Ma non è solo Richard in realtà, si può dire che tutti i protagonisti passino tre quarti del libro sotto gli effetti di droga o alcool, e come si fa ad empatizzare con loro o anche solo a penetrarne la psicologia se sono fuori di se o incoscienti per gran parte del tempo? Non aiuta inoltre il fatto che il punto di vista scelto sia quello dell'ultimo arrivato, il più anonimo fra tutti. Lo stile per quanto sia molto curato non è abbastanza elaborato od originale da compensare le altre mancanze.
Oggettivamente non posso definire questo un brutto libro, perchè si tratta comunque di una storia originale, con una struttura solida e curata fin nei minimi particolari. Nessuna scelta è frutto del caso, e sono consapevole che quello che a me ha fatto storcere il naso per altri magari sarà un pregio. Per quanto mi riguarda, sono andata avanti a leggere nell'attesa (vana) che finalmente succedesse qualcosa a vivacizzare la situazione, e sperando (sempre invano) di superare l'invincibile antipatia che ho avuto per i protagonisti fin dalle prime righe. ( )
  Lilirose_ | Aug 26, 2016 |
Mostra 4 di 4
As a ferociously well-paced entertainment, ... "The Secret History" succeeds magnificently. Forceful, cerebral and impeccably controlled, "The Secret History" achieves just what Ms. Tartt seems to have set out to do: it marches with cool, classical inevitability toward its terrible conclusion.
 

» Aggiungi altri autori (6 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Tartt, Donnaautore primariotutte le edizioniconfermato
de Wilde, BarbaraDesignerautore secondarioalcune edizioniconfermato
Kidd, ChipDesignerautore secondarioalcune edizioniconfermato
Landolfi, IdolinaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lange, Barbara deTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Larsen, IdaLouTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Siikarla, EvaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Epigrafe
Analizzo ora la formazione dei filologi e affermo quanto segue:

1. Un giovane può anche non sapere nulla dei greci e dei romani.
2. Egli non sa se possiede gli strumenti per conoscerli.

FRIEDRICH NIETZSCHE, Considerazioni inattuali
Venite dunque, e trascorriamo un'ora dilettevole narrando storie, e la nostra storia sarà l'educazione dei nostri eroi.
PLATONE, La repubblica, libro II
Dedica
Per Bret Easton Ellis,
la cui generosità non cesserà mai di scaldarmi il cuore;
e per Paul Edward MacGloin,
musa e mecenate,
il più caro amico che mai avrò su questa terra.
Incipit
La neve sulle montagne si stava sciogliendo e Bunny era già morto da molte settimane prima che arrivassimo a comprendere la gravità della nostra situazione.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (1)

Un piccolo raffinato college nel Vermont. Cinque ragazzi ricchi e viziati e il loro insegnante di greco antico, un esteta che esercita sugli allievi una forte seduzione spirituale. A loro si aggiunge un giovane piccolo borghese squattrinato. In pigri weekend consumati tra gli stordimenti di alcol, droga e sottili giochi d'amore, torna a galla il ricordo di un crimine di inaudita violenza. Per nascondere il quale è ora necessario commeterne un altro ancora più spietato...

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Discussioni correnti

Nessuno

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (4.06)
0.5 9
1 82
1.5 11
2 247
2.5 65
3 783
3.5 261
4 1762
4.5 262
5 1986

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 206,060,577 libri! | Barra superiore: Sempre visibile