Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

L'età dell'innocenza (1920)

di Edith Wharton

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
14,010302420 (4.02)5 / 1156
Questo romanzo con cui l'autrice vinse il premio Pulitzer nel 1921 (ed era la prima volta che una donna vinceva quel premio) parla della New York del 1870, della famosa Gilded Age. Ma dietro l'oro apparente, si nasconde la rete di convinzioni, tradizioni, e ipocrisia che imprigiona il protagonista, così inevitabilmente da renderlo egli stesso, col tempo, acquiescente alla propria prigionia. Per contrasto, si descrive un'Europa mitica, ricca di idee e movimenti, arte e bellezza, dove le persone sono libere di seguire le proprie inclinazioni, atteggiamento che viene magicamente raccolto dalla generazione successiva a quella del protagonista, simboleggiata dal figlio, la cui mente è divenuta aperta e libera. La scrittrice, figlia di una famiglia ricca di New York, abbandonò l'America nel 1907 per trasferirsi definitivamente in Francia, e si è probabilmente ispirata alla propria vita in questo romanzo, che fa balenare le angustie di una società chiusa senza che la condanna arrivi a distruggere la dolcezza che hanno spesso i ricordi.… (altro)
  1. 72
    Jane Eyre di Charlotte Brontë (readerbabe1984)
  2. 40
    L' americano di Henry James (2below)
    2below: Similar plot and themes--both deal with the issue of being an outsider. I find James' prose a bit more vigorous than Wharton's.
  3. 41
    Le Bostoniane di Henry James (jbvm)
  4. 31
    Anna Karenina di Leo Tolstoy (roby72)
  5. 31
    Belli e dannati di F. Scott Fitzgerald (TineOliver)
    TineOliver: Both look at love and marriage in the upper classes of New York society (however, at different time periods)
  6. 43
    La prima moglie di Daphne Du Maurier (readerbabe1984)
  7. 10
    Gli europei di Henry James (thatguyzero)
  8. 10
    The Needle's Eye di Margaret Drabble (kitzyl)
    kitzyl: An embittered lawyer in a loveless coupling attends a social gathering where he is drawn to an enigmatic riches-to-rags woman, whose broken marriage has made her a social outcast. Explores the rigid ideas of morality in the 70s (a century apart) enforced by wealth/class. Woman has a "Olde Shabby Riche"-ly decorated house where the man immediately feels at home.… (altro)
  9. 10
    The Claverings di Anthony Trollope (gtross)
    gtross: Similar plot: an Anglo-American woman returns home from the continent, a social outcast under a cloud of suspicion after a disastrous marriage to a sadistic count, and falls in love with a hapless young man, already engaged, who lets himself be guided more by his feelings than by his sense of what is prudent and correct. Similar also in intensity.… (altro)
  10. 44
    Cime tempestose di Emily Brontë (readerbabe1984)
  11. 11
    La donna del tenente francese di John Fowles (kitzyl)
    kitzyl: Man engaged to conventional society finds himself attracted to an outcast who challenges the rigidity and hypocrisy of the era.
  12. 11
    Il ritorno del soldato di Rebecca West (amanda4242)
1920s (13)
AP Lit (155)
100 (51)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Mostra 2 di 2
Sono pienamente d'accordo con quanto scritto qui da Lilirose. Aggiungo di mio che la 'candida' May è in realtà più smaliziata di quanto sembra ed è, in sostanza, la più furba dei tre: è lei che tiene in pugno la situazione e che riesce a volgerla nel senso da lei desiderato. Benché apparantemente insignificante e sottomessa è, di fatto, un'abile manipolatrice ed è lei che alla fine ottiene ciò che vuole.
Aggiungo anche che durante la lettura mi è tornato spesso in mente Henry James, ma E. Wharton non ha nè la caratura nè la felicità espressiva di H. James. Il contesto sociale è comunque delineato in maniera impeccabile.
La lettura di questo romanzo è stata lunga e a tratti faticosa e solo verso la fine il racconto si è fatto più accattivante, quando le manovre silenti e sotterranee di May conducono la storia al suo esito finale. ( )
  Marghe48 | Sep 24, 2020 |
Facendo un'estrema sintesi della trama, questo romanzo ci racconta di un amore proibito nella New York altolocata della seconda metà dell'ottocento; ma a rimanere impressa non è certo la love story, prevedibile e fin troppo sentimentale, quanto il vivido ritratto di una società perbenista chiusa nel suo mondo fatto di convenzioni e regole non scritte. Erano tempi semplici, in cui né la decadenza della vecchia europa né le contaminazioni del mondo moderno avevano ancora raggiunto l'Upper East Side: "l'età dell'innocenza", appunto, in cui di fronte alle brutture della vita si preferiva guardare da un'altra parte e le apparenze si sostituivano alla realtà. I tre protagonisti rappresentano le tre diverse anime di quel mondo in crescita. La candida May è l'incarnazione dei valori borghesi, ancorata al passato e incapace di guardare oltre. La contessa Olenska è la donna "diversa", che porta una ventata di cambiamento che nessuno è ancora pronto a cogliere. Fra le due si colloca Newland, costantemente lacerato fra vecchio e nuovo, fra decoro e passione.
Devo ammettere che le mie aspettative su quest'opera erano più alte: invece è un buon romanzo, che offre un riuscitissimo affresco d'ambiente scritto in uno stile impeccabile, ma che pur senza difetti evidenti non spicca sotto nessun aspetto. ( )
1 vota Lilirose_ | May 19, 2017 |
Mostra 2 di 2
A larger life and more tolerant views: That’s the greatest promise the novel holds out to us, and it’s as necessary now as it was when Edith Wharton put it into words.
aggiunto da danielx | modificaNew York Times, Elif Batuman (Nov 1, 2019)
 

» Aggiungi altri autori (131 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Wharton, Edithautore primariotutte le edizioniconfermato
Auchincloss, LouisIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bordwin, GabrielleProgetto della copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bresnahan, AlyssaNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Dayne, BrendaNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Forster, E. M.Introduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gibson, FloNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hill, DickNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Horovitch, DavidNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Howard, MaureenIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Johnson, DianeIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Judge, PhoebeNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Klett, ElizabethNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lewis, R.W.B.Introduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lively, PenelopeIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lorna, RaverNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Merlington, LauralNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Munro, AlanNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Negri, PietroTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Orgel, StephenIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Phelps, William LyonIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pisanti, TommasoIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Quinn, Laura Dluzynskiautore secondarioalcune edizioniconfermato
Raver, LornaNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Ribera, RomàImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Sarah, MaryNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Shore, StephenFotografoautore secondarioalcune edizioniconfermato
Smith, Lawrence BeallIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Waid, CandaceIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Wolff, Cynthia GriffinIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Woodson, MatthewIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
Incipit
Agli inizi degli anni Settanta, una sera di gennaio, Christine Nillson cantava nel Faust all'Accademia di Musica di New Yok.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

Questo romanzo con cui l'autrice vinse il premio Pulitzer nel 1921 (ed era la prima volta che una donna vinceva quel premio) parla della New York del 1870, della famosa Gilded Age. Ma dietro l'oro apparente, si nasconde la rete di convinzioni, tradizioni, e ipocrisia che imprigiona il protagonista, così inevitabilmente da renderlo egli stesso, col tempo, acquiescente alla propria prigionia. Per contrasto, si descrive un'Europa mitica, ricca di idee e movimenti, arte e bellezza, dove le persone sono libere di seguire le proprie inclinazioni, atteggiamento che viene magicamente raccolto dalla generazione successiva a quella del protagonista, simboleggiata dal figlio, la cui mente è divenuta aperta e libera. La scrittrice, figlia di una famiglia ricca di New York, abbandonò l'America nel 1907 per trasferirsi definitivamente in Francia, e si è probabilmente ispirata alla propria vita in questo romanzo, che fa balenare le angustie di una società chiusa senza che la condanna arrivi a distruggere la dolcezza che hanno spesso i ricordi.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Discussioni correnti

Nessuno

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (4.02)
0.5 3
1 27
1.5 4
2 119
2.5 17
3 495
3.5 110
4 1026
4.5 138
5 891

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 207,127,643 libri! | Barra superiore: Sempre visibile