Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Anna Karenina (1877)

di Leo Tolstoy

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
32,61655658 (4.15)7 / 1598
Anna Karenina tells of the doomed love affair between the sensuous and rebellious Anna and the dashing officer, Count Vronsky. Tragedy unfolds as Anna rejects her passionless marriage and must endure the hypocrisies of society. Set against a vast and richly textured canvas of nineteenth-century Russia, the novel's seven major characters create a dynamic imbalance, playing out the contrasts of city and country life and all the variations on love and family happiness. While previous versions have softened the robust, and sometimes shocking, quality of Tolstoy's writing, Pevear and Volokhonsky have produced a translation true to his powerful voice. This award-winning team's authoritative edition also includes an illuminating introduction and explanatory notes. Beautiful, vigorous, and eminently readable, this Anna Karenina will be the definitive text for generations to come.… (altro)
  1. 192
    Madame Bovary di Gustave Flaubert (roby72)
  2. 163
    Delitto e castigo di Fyodor Dostoevsky (Booksloth, luzestrella)
    luzestrella: when I got to the middle of the book I was shocked. It seens like the climax of all the main conclicts were already there. Why didn't the author cut the novel right there with that happy ending? Unnusual for a ficcion novel indeep. But for that particular reason, for me it has it's charm. The other half of the novel goes on describing what happened with the characters after they got what they wanted.… (altro)
  3. 90
    L'età dell'innocenza di Edith Wharton (roby72)
  4. 60
    La principessa di Clèves di Madame de La Fayette (andejons)
    andejons: Similar premises: married, upper class women fall in love with men of less than perfect moral standing. The outcomes are very different though.
  5. 40
    I Buddenbrook di Thomas Mann (Henrik_Madsen)
    Henrik_Madsen: To romaner af murstensstørrelse der analyserer og beskriver overklassefamiliernes komplicerede liv.
  6. 51
    Il petalo cremisi e il bianco di Michel Faber (pingdjip)
    pingdjip: Like Tolstoy, Faber goes under his characters' skin, ponders their social manoeuvering, and follows the pitfalls and triumphs of their lives. Difference: Faber is funny and sometimes provocative and teasing in a "postmodern" way.
  7. 40
    La Regenta di Leopoldo Alas (alalba)
  8. 62
    Emma di Jane Austen (roby72)
  9. 31
    What Happened to Anna K.: A Novel di Irina Reyn (sparemethecensor)
    sparemethecensor: Irina Reyn updates the classic _Anna Karenina_ to the Russian diaspora of New York City.
  10. 10
    Eirelan di Liam O'Shiel (snarkhunting)
    snarkhunting: Both books build complex stories that delve into the nature of loyalty in relationships.
  11. 43
    L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera (alalba)
  12. 21
    Een zuivere liefde di Sofja Tolstaja (Monika_L)
  13. 21
    I Maia di Eca de Queiros (Utente anonimo)
  14. 11
    Il ragazzo giusto di Vikram Seth (uri-starkey)
Read (10)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Inglese (509)  Italiano (11)  Spagnolo (8)  Olandese (8)  Francese (4)  Catalano (3)  Svedese (3)  Tedesco (2)  Portoghese (Brasile) (1)  Danese (1)  Portoghese (Portogallo) (1)  Ebraico (1)  Ceco (1)  Finlandese (1)  Tutte le lingue (554)
1-5 di 11 (prossimo | mostra tutto)
Romanzo molto bello. Lentissimo, con le scene che cambiano dopo pagine e pagine. Descrizioni della Russia spettacolari, con queste steppe immense solate da cavalli nella neve. La storia, in sè e per sè, si chiuderebbe in 100 pagine.
Il colpo di scena, lei che si butta sotto il treno, non è tipico del periodo. Con lui che rimane con il bambino.... ( )
  sbaldi59 | Mar 14, 2020 |
Incipit:

Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo. In casa Oblonski tutto era sossopra. La moglie aveva scoperto una relazione amorosa del marito con una francese che era stata istitutrice in casa loro, qualche tempo prima, e gli aveva dichiarato che non poteva più vivere con lui sotto lo stesso tetto. Questa situazione durava da due giorni e si faceva sentire in modo penoso, tanto dai due coniugi quanto dagli altri membri della famiglia e sinanche dal personale di servizio. Tutti provavano l'impressione che la loro vita in comune non avesse più senso e che l'unione della famiglia e dei familiari di casa Oblonski fosse più effimera di quella delle persone che si trovavano casualmente riunite in qualsiasi albergo. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito era sempre fuori; i bambini correvano per la casa abbandonati a se stessi; l'istitutrice inglese aveva litigato con la governante e aveva scritto a un'amica pregandole di trovarle un altro posto; la sguattera e il cocchiere si erano licenziati.

In fondo Anna Karenina è la storia di tante famiglie ed inizia con la scoperta di un tradimento e di una crisi coniugale, che sarà superata grazie all'intervento pacificatore di Anna nei confronti della moglie del fratello fedifrago. Proprio Anna, venuta a Mosca in visita al fratello, si troverà travolta da una storia d'amore, intensa e piena di passione, con il bel ufficiale Vronskij, iniziata proprio in occasione di quella visita, nel corso del ballo a casa degli Oblonsky. Sarà la famiglia di Anna a diventare "infelice" ed i rapporti con il marito saranno sempre più conflittuali, fino alla rottura. Ma anche la nuova famiglia di Anna con Vronski, il sogno romantico di un nuovo amore, è destinata a finire con una conclusione tragica: il suicidio di Anna con la scena del treno che si riallaccia a quella, all'inizio del romanzo, quando Anna, arrivata alla stazione di Mosca, assiste alla morte di una persona sotto le ruote del treno,

Quindi, "famiglia infelice" quella di Stepan Oblosnsy (fratello di Anna) e marito di Dolly, anche se si tratta di una infelicità fatalisticamente accettata, grazie alla rassegnazione della moglie; "famiglia infelice" quella di Anna e del marito Karenin, con il figlio che, di fatto, Anna abbandona; "famiglia infelice", tranne il periodo di iniziale passione, quella "nuova" di Anna e di Vronsky, con qualche parentesi di serenità vissuta lontano dalla Russia.

C'è, tuttavia, una famiglia felice: quella di Levin e di Kitty, che, alla fine, coroneranno il loro sogno d'amore. Ma non è una felicità sdolcinata, passionale e scontata: è una felicità legata alla semplicità della vita in campagna, a continue meditazioni, ai confronti con le difficoltà e, anche, alla volontà di Levin (Tolstoj) di diventare migliore, di mettersi sempre in discussione e di autocriticarsi.

Nel romanzo, i protagonisti sono due: Anna, che si macera nella sua insoddisfazione, eroina tragica di una vita irrisolta e Levin, l'eroe positivo con le sue debolezze e nei suoi dubbi.

Personaggi:

Stepan (Stiva) Arkadic Oblonsky, ufficiale civile, marito di Darja (Dolly) Alexandrovna, fratello di Anna Karenina

Darja (Dolly) Aleksandrovna, moglie di Stepan (Stiva) Arkadic Oblonsky, sorella di Katerina (Kitty) Aleksandrovna-Scerbackaja

Konstantin Dimitric Levin, innamorato e poi marito di Katerina (Kitty) Aleksandrovna-Scerbackaja

Katerina (Kitty) Aleksandrovna-Scerbackaja, sorella di Darja (Dolly) Aleksandrovna

Sergej Ivanovich Koznystev, fratellastro di Konstantin Dimitric Levin

Nikolajv, fratello di Konstantin Dimitric Levin e di Sergej Ivanovich Koznystev

Anna Karenina, sposata con Aleksei Aleksandrovic Karenin

Aleksei Aleksandrovic Karenin, marito di Anna

Sereza, figlio di Anna Karenina e di Aleksei Aleksandrovic Karenin

Aleksej Kirillovic Vronskij, amante di Anna Karenina

Anna, figlia di Anna Karenina e di Aleksej Kirillovic Vronskij

Elizaveta (Betsy), amica di Anna, cugina di Aleksej Kirillovic Vronskij

Lidija Ivanovna, amica di Aleksei Aleksandrovic Karenin

Temi

Ipocrisia: l'adulterio è permesso, anzi accettato, purchè rimanga nascosto
Gelosia: presente in tutte le relazioni (Dolly/Stepan; Kitty/Levin; Anna/Vlonskj), ma è nella coppia Anna/Vlonskij che assune aspetti distruttivi
Fede: al centro del personaggio di Levin, alter ego di Tolstoj
Fedeltà/Infedeltà: infedele e simpaticamente superficiale Stepan, infedele tragica, Anna Karenina
Famiglia: 3 famiglie principali
Matrimonio: unico felice quello tra Levin e Kitty
Società russa: pranzi, balli, feste, cose di cavalli, affari
Agricoltura: contadini e politica agraria, possidenti terrieri.
Viaggi: viaggio in Italia e terme ( )
  ren47 | Aug 12, 2015 |
Ben lungi dall’essere esclusivamente incentrato sulla storia d’amore tra Anna e Vronskj, questo romanzo traccia l'imponente affresco di una società e di un periodo storico, toccando temi – contingenti e universali – di natura politica, religiosa, etica, e mettendo in scena una schiera di personaggi vividi e rappresentativi delle più varie situazioni.
Su tutti emergono Anna e Levin, le due figure immense e titaniche del romanzo, che, se pure in modi e con esiti diversi, prendono le distanze dall’imperante mediocrità e accondiscendenza alle cosiddette regole del vivere civile praticate dall’alta borghesia del loro tempo.
Il tema amoroso, sentimentale o familiare, si precisa attraverso tre vicende diverse e per molti aspetti contrapposte : quella di Stiva e Dolly, quella di Kitty e Levin e quella di Anna e Vronskj, alla quale le altre due servono quasi da contrappunto per meglio svilupparne gli aspetti e le implicazioni.
La questione primaria su cui immancabilmente si concentra l'attenzione della critica è se Anna sia da considerare colpevole e se nelle intenzioni dell’autore la sua fine costituisca una equa pena per il "peccato" che ha commesso.
Personalmente ritengo che Anna sia più che altro una vittima, innanzi tutto della sorte, che le pone dinanzi un marito arido, ottuso e presuntuoso e un amante fatuo, immaturo e senz'altro inadeguato all'intensità del sentimento di cui è oggetto. In secondo luogo, Anna è vittima delle convenzioni sociali e dell'ipocrisia dell'ambiente in cui vive, dove l'adulterio è ampiamente praticato, tollerato e perfino ammirato, purché non vada ad intaccare le apparenze, ossia non provochi scandalo. Anna è una donna fuori del comune: bella, colta, intelligente, brillante, raffinata e ricca di fascino; è impossibile restare indifferenti di fronte a lei e Vronskj ne è incantato fin dal loro primo incontro. Ma quella che per lui è soltanto una conquista, pur se prestigiosa, per Anna è l'incontro con l'amore assoluto, esclusivo, fatale che potrà condurla soltanto alla pazzia o alla morte. In realtà c'è qualcosa di puerile e irrazionale nelle motivazioni del suo gesto estremo, ma è proprio in ciò che il suo amore si sublima e diviene Mito.
Lettura imprescindibile e grandiosa. ( )
  Ginny_1807 | Aug 23, 2013 |
Ritengo che un titolo più adatto a quest'opera sia "Le pare di Levin (ma anche di Kitty e di Anna)". Infatti, è lui il vero protagonista del romanzo, il personaggio che viene maggiormente raccontato. Di lui sappiamo praticamente tutto: la sua vita da scapolo prima e da ammogliato e padre poi, le sue pene, come la pensa sulla società russa, sui metodi di conduzione di un latifondo e sul senso della vita e della religione (cristiana). E l'Anna Karenina del titolo dove sta in queste quasi 900 pagine? Ogni tanto fa un breve apparizione, mai più di qualche capitolo consecutivamente e mai un'intera parte dedicata a lei. Sebbene all'inizio mi piacesse come personaggio, mi è scaduta enormemente man mano che la narrazione proseguiva (vogliamo parlare della fine che l'autore le fa fare??ne vogliamo parlare??forse meglio di no...non roviniamo la sorpresa a chi non l'ha ancora letto). Gli altri personaggi sono un po' superflui (ma come caro Tolstoj!Mi hai rotto le scatole per pagine e pagine su quanto fosse bella, buona e brava Varenka - tanto per nominarne uno- e poi non me la nomini più e me la fai sparire nel nulla?!che personaggio inutile!). So che da questa recensione si ha la sensazione opposta, però in fondo il libro mi è piaciuto!Molto in fondo... ( )
  Stefychi | Jan 23, 2013 |
De nieuwe vertaling van Anna Karenina leest als een trein, dankzij allerlei knappe vondsten van vertaler Hans Boland.
 

» Aggiungi altri autori (235 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Tolstoy, Leoautore primariotutte le edizioniconfermato
Arout, Gabrielautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bayley, JohnIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Carmichael, JoelTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Dole, Nathan HaskellTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Edmonds, RosemaryTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Farrell, James T.Introduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gallero, VíctorTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Garnett, ConstanceTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Ginzburg , LeoneTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Greenwood, E. B.Introduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gurin, JacobTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gurin, Morris S.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gyllenhaal, MaggieNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hašková, TatjanaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hill, JamesImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Horovitch, DavidNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hughes, JennyTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Huisman, WilsTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Kool, Halbo C.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Leclée, JacobTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Magarshack, DavidTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Mandelker, AmyIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Matulay, LaszloIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Maude, AylmerTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Maude, Louise ShanksTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
May, NadiaNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Nin, AndreuTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pevear, RichardTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Porter, DavinaNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pyykkö, LeaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Reimann, RolfIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Roseen, UllaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Schwartz, MarianTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Trausil, HansCollaboratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Troyat, HenriIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Volohonsky, LarissaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Zinovieff, KyrilTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Premi e riconoscimenti
Epigrafe
A me la vendetta, io farò ragione.
Dedica
Incipit
Tutte le famiglie felici sono simili fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.
Citazioni
Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo.
… egli si atteneva rigidamente alle opinioni che in tutte queste materie seguivano la maggioranza e il suo giornale, e le mutava solo quando la maggioranza le mutava, o, per meglio dire, non le mutava, ma esse stesse mutavano insensibilmente in lui.
… correggere, accomodare le loro relazioni era impossibile, perché era impossibile render lei di nuovo attraente e capace di suscitare l'amore o far di lui un vecchio, incapace d'amare.
Egli scese, rifuggendo dal guardarla a lungo, come si fa col sole, ma la vedeva, come il sole, anche senza guardarla.
Parlare della sua sventura non voleva, e con questa sventura nel cuore parlare di cose estranee non poteva.
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico
Anna Karenina tells of the doomed love affair between the sensuous and rebellious Anna and the dashing officer, Count Vronsky. Tragedy unfolds as Anna rejects her passionless marriage and must endure the hypocrisies of society. Set against a vast and richly textured canvas of nineteenth-century Russia, the novel's seven major characters create a dynamic imbalance, playing out the contrasts of city and country life and all the variations on love and family happiness. While previous versions have softened the robust, and sometimes shocking, quality of Tolstoy's writing, Pevear and Volokhonsky have produced a translation true to his powerful voice. This award-winning team's authoritative edition also includes an illuminating introduction and explanatory notes. Beautiful, vigorous, and eminently readable, this Anna Karenina will be the definitive text for generations to come.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
«In Anna Karenina è rappresentata la colpa come ostacolo, anzi come barriera invalicabile al raggiungimento della felicità. Accanto ad Anna e a Vronskij, che non possono essere felici insieme, vediamo come Levin e Kitty ottengono in fondo con facilità, nonostante qualche dibattito interiore, quello che è negato agli altri due: ma Kitty ha saputo dimenticare Vronskij e, rinunciando a lui, rinunciare agli ideali poetici, ricchi di fascino e di bellezza esteriore, ricchi di pregi mondani, della sua giovinezza. Rinunciando a questi ideali, Kitty scopre che la realtà usuale e consueta, lungi dall'essere meschina e squallida, è assai preziosa e bella. È questa la storia di molti personaggi di Tolstoj».
(piopas)
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (4.15)
0.5 4
1 97
1.5 12
2 242
2.5 42
3 850
3.5 187
4 1928
4.5 327
5 2592

Penguin Australia

4 edizioni di questo libro sono state pubblicate da Penguin Australia.

Edizioni: 0451528611, 0140449175, 0141194324, 0141391898

The Planet

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da The Planet.

» Pagina di informazioni sull'editore

Voland Edizioni

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Voland Edizioni.

» Pagina di informazioni sull'editore

HighBridge

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da HighBridge.

» Pagina di informazioni sull'editore

HighBridge Audio

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da HighBridge Audio.

» Pagina di informazioni sull'editore

Tantor Media

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Tantor Media.

» Pagina di informazioni sull'editore

Urban Romantics

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Urban Romantics.

» Pagina di informazioni sull'editore

Recorded Books

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Recorded Books.

» Pagina di informazioni sull'editore

GenreThing

Nessun genere

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 160,377,931 libri! | Barra superiore: Sempre visibile