Immagine dell'autore.

Maya Angelou (1928–2014)

Autore di Io so perché canta l'uccello in gabbia

116+ opere 34,874 membri 519 recensioni 118 preferito

Sull'Autore

Maya Angelou was born Marguerite Annie Johnson on April 4, 1928 in Saint Louis, Missouri. At the age of 16, she became not only the first black streetcar conductor in San Francisco but the first woman conductor. In the mid-1950s, she toured Europe with a production of the opera Porgy and Bess. In mostra altro 1957, she recorded her first album, Calypso Lady. In 1958, she became a part of the Harlem Writers Guild in New York and played a queen in The Blacks, an off-Broadway production by French dramatist Jean Genet. In 1960, she moved to Cairo, where she edited The Arab Observer, an English-language weekly newspaper. The following year, she went to Ghana where she was features editor of The African Review and taught music and drama at the University of Ghana. In 1964, she moved back to the U.S. to become a civil rights activist by helping Malcolm X build his new coalition, the Organization of African American Unity, and became the northern coordinator of the Southern Christian Leadership Conference. Even though she never went to college, she taught American studies for years at Wake Forest University in Winston-Salem. In 1993, she became only the second poet in United States history to write and recite an original poem at a Presidential Inauguration when she read On the Pulse of Morning at President Bill Clinton's Inauguration Ceremony. She wrote numerous books during her lifetime including: I Know Why the Caged Bird Sings, Just Give Me a Cool Drink of Water 'Fore I Die, All God's Children Need Traveling Shoes, Wouldn't Take Nothing for My Journey Now, and Mom and Me and Mom. In 2011, President Barack Obama gave her the Medal of Freedom, the country's highest civilian honor, for her collected works of poetry, fiction and nonfiction. She appeared in the movie Roots and was nominated for Best Supporting Actress in 1977 for her role in the movie. She also played a part in the movie, How to Make an American Quilt and wrote and produced Afro-Americans in the Arts, a PBS special for which she received a Golden Eagle Award. She was a three-time Grammy winner. She died on May 28, 2014 at the age of 86. (Bowker Author Biography) mostra meno

Serie

Opere di Maya Angelou

The Heart of a Woman (1981) 2,505 copie
Gather Together in My Name (1974) 1,500 copie
Letter to My Daughter (2008) 1,213 copie
Maya Angelou: Poems (1986) 1,037 copie
Mom & Me & Mom (2013) 657 copie
A Song Flung Up to Heaven (2002) 649 copie
Life Doesn't Frighten Me (1993) 544 copie
And Still I Rise (1978) 529 copie
On the Pulse of Morning (1993) 459 copie
I Shall Not Be Moved (1990) — Autore — 345 copie
The Poetry of Maya Angelou (1990) 139 copie
Kofi and His Magic (1996) 109 copie
Now Sheba Sings the Song (1987) 81 copie
Love's Exquisite Freedom (1900) 17 copie
Maya Angelou 5 copie
Down in the Delta (1999) 4 copie
Phänomenale Frauen (2020) 4 copie
Lady B (2014) 3 copie
Et pourtant je m'élève (2022) 2 copie
Encontraos en mi nombre (2000) 2 copie
KADIN KALBİ 2 copie
Maya Angelou 4C box set (2002) 2 copie
The Runaway 1 copia

Opere correlate

Dust Tracks on a Road: An Autobiography (1942) — Introduzione, alcune edizioni1,372 copie
The Best American Essays of the Century (2000) — Collaboratore — 780 copie
Piccola America negra: romanzo (1930) — Introduzione, alcune edizioni649 copie
The Norton Book of Women's Lives (1993) — Collaboratore — 409 copie
God's Trombones: Seven Negro Sermons in Verse (1900) — Introduzione, alcune edizioni390 copie
Cries of the Spirit: A Celebration of Women's Spirituality (2000) — Collaboratore — 372 copie
Soul Looks Back in Wonder (1993) — Collaboratore — 207 copie
African American Poetry: 250 Years of Struggle and Song (2020) — Collaboratore — 176 copie
Crowns: Portraits of Black Women in Church Hats (2000) — Prefazione — 167 copie
Black Women Writers at Work (1983) — Collaboratore — 129 copie
All the Colors of the Race (1982) — Narratore, alcune edizioni120 copie
A Memory, a Monologue, a Rant, and a Prayer (2007) — Collaboratore — 105 copie
Roots [1977 TV miniseries] (1977) — Actor — 99 copie
The Literature of the American South: A Norton Anthology (1997) — Collaboratore — 98 copie
Poems to See By: A Comic Artist Interprets Great Poetry (2020) — Collaboratore — 94 copie
Who Do You Think You Are?: Stories of Friends and Enemies (1993) — Collaboratore — 94 copie
Read and Rise (2006) — Prefazione — 86 copie
The Virago Book of Wicked Verse (1992) — Collaboratore — 82 copie
Mary Ellen Mark: An American Odyssey 1963-1999 (1999) — Collaboratore — 81 copie
Black Women Writers (1950-1980): A Critical Evaluation (1984) — Collaboratore — 79 copie
Best Food Writing 2000 (2000) — Collaboratore — 60 copie
African Canvas: The Art of West African Women (1990) — Prefazione, alcune edizioni59 copie
Trouble the Water: 250 Years of African American Poetry (1997) — Collaboratore — 56 copie
A Virago Keepsake to Celebrate Twenty Years of Publishing (1993) — Collaboratore — 48 copie
Facing Evil: Light at the Core of Darkness (1988) — Collaboratore — 48 copie
Sisterfire: Black Womanist Fiction and Poetry (1994) — Collaboratore — 46 copie
I Hear a Symphony: African Americans Celebrate Love (1994) — Collaboratore — 33 copie
African American Lives [2006 TV episode] (2004) — Narratore — 31 copie
Virago Is 40 (2013) — Collaboratore — 31 copie
Women: A World Report (1985) — Collaboratore — 30 copie
Hot and Cool: Jazz Short Stories (1990) — Collaboratore — 30 copie
Confirmation: An Anthology of African American Women (1983) — Collaboratore — 22 copie
Go Girl! The Black Woman's Book of Travel and Adventure (1997) — Collaboratore — 20 copie
Elmo Saves Christmas [1996 film] (2009) — Actor — 19 copie
Keeping The Faith: African American Sermons Of Liberation (2002) — Introduzione — 18 copie
Bright Poems for Dark Days: An Anthology for Hope (2021) — Collaboratore — 10 copie
Harlem: Voices from the Soul of Black America (1970) — Collaboratore — 10 copie
Bittersweet (1998) — Collaboratore — 10 copie
Shall We Dance? (2008) — Prefazione — 8 copie
America Beyond the Color Line [2002 TV series] (2003) — Narratore — 8 copie

Etichette

Informazioni generali

Nome canonico
Angelou, Maya
Nome legale
Johnson, Marguerite Ann
Altri nomi
Angelou, Maya
Data di nascita
1928-04-04
Data di morte
2014-05-28
Sesso
female
Nazionalità
Amerika
Nazione (per mappa)
USA
Luogo di nascita
St. Louis, Missouri, VS
Luogo di morte
Winston-Salem, North Carolina, VS
Luogo di residenza
St. Louis, Missouri, USA
Stamps, Arkansas, USA
San Francisco, California, USA
New York, New York, USA
Sonoma, California, USA
Winston-Salem, North Carolina, USA
Istruzione
George Washington High School, San Francisco
California Labor School, San Francisco
Attività lavorative
dancer
singer
teacher
actress
activist
Reynolds Professorship of American Studies, Wake Forest University (mostra tutto 8)
memoirist
poet
Relazioni
Johnson, Guy (son)
Organizzazioni
Wake Forest University
Premi e riconoscimenti
Lifetime Achievement Award for Literature (1999)
National Medal of Arts (2000)
Grammy, Best Spoken Word Album (1993 ∙ 1995 ∙ 2002)
NAACP Spingarn Medal (1994)
Presidential Medal of Freedom (2011)
Coretta Scott King Award (1971) (mostra tutto 39)
North Carolina Award in Literature (1987)
Golden Plate Award (1990)
Candace Award (1990)
Langston Hughes Medal (1991)
Horatio Alger Award (1992)
Distinguished Woman of North Carolina Award (1992)
Crystal Award (1992)
Crystal Award (1992)
Inauguration Poet (1993)
Arkansas Black Hall of Fame (1993)
Rollins College Walk of Fame (1994)
Frank G. Wells American Teachers Award (1995)
Homecoming Award (1997)
NAACP Image Award (1998 ∙ 2005 ∙ 2009)
Alston-Jones International Civil & Human Rights Award (1998)
National Women's Hall of Fame (1998)
Christopher Award (1999)
Shelia Award (1999)
EMMA Lifetime Achievement Award (2002)
Charles Evans Hughes Award (2004)
Mother Teresa Award (2006)
Martha Parker Legacy Award (2007)
Voice of Peace Award (2008)
Gracie Award (2008)
Marian Anderson Award (2008)
Lincoln Medal (2008)
ALA Literary Award (2009)
Black Cultural Society Award (2012)
Literarian Award (2013)
Norman Mailer Prize (2013)
Conference of Minority Transportation Officials Lifetime Achievement Award (2014)
Ladies' Home Journal "Woman of the Year in Communication" Award (1976)
Matrix Award (1983)
Breve biografia
Maya Angelou (pronounced /ˈmaɪ.ə ˈændʒəloʊ/;[1] born Marguerite Ann Johnson on April 4, 1928)[2] is an American autobiographer and poet. Having been called "America's most visible black female autobiographer" by scholar Joanne M. Braxton, she is best known for her series of six autobiographies, which focus on her childhood and early adulthood experiences.[3] The first, best-known, and most highly acclaimed, I Know Why the Caged Bird Sings (1969), focuses on the first seventeen years of her life, brought her international recognition, and was nominated for a National Book Award.

Angelou has had a long and varied career, holding jobs such as fry cook, dancer, actress, journalist, educator, television producer, and film director. She was a member of the Harlem Writers Guild in the late 1950s. She was active in the Civil Rights movement, and served as Northern Coordinator of Dr. Martin Luther King, Jr.'s Southern Christian Leadership Conference. Angelou has been highly honored for her body of work, including being awarded over 30 honorary degrees and the nomination of a Pulitzer Prize for her 1971 volume of poetry, Just Give Me a Cool Drink of Water 'Fore I Diiie.[4] Since the 1990s, she has had a busy career on the lecture circuit, making about 80 appearances a year. Since 1991, Angelou has taught at Wake Forest University in Winston-Salem, North Carolina, as recipient of the first lifetime Reynolds Professorship of American Studies. In 1993, she recited her poem "On the Pulse of Morning" at President Bill Clinton's inauguration, the first poet to make an inaugural recitation since Robert Frost at John F. Kennedy's inauguration in 1961. In 1995, she was recognized for having the longest-running record (two years) on The New York Times Paperback Nonfiction Bestseller List.

With the publication of I Know Why the Caged Bird Sings, Angelou was heralded as a new kind of memoirist, one of the first African American women who was able to publicly discuss her personal life. She became recognized and highly respected as a spokesperson for blacks and women

Utenti

Discussioni

Maya Angelou's Library in Legacy Libraries (Agosto 2015)

Recensioni

"Io so perché canta l'uccello in gabbia" di Maya Angelou è un'autobiografia potente e commovente che narra la sua infanzia e adolescenza nel Sud degli Stati Uniti durante gli anni '30 e '40. La forza del libro risiede nella scrittura limpida e poetica di Angelou, capace di trasmettere con crudo realismo le esperienze di una bambina afroamericana alle prese con la discriminazione razziale, la povertà e il trauma.

La giovane Maya ci accompagna in un viaggio attraverso la sua infanzia, divisa tra la Stamps rurale e l'Arkansas urbano. Affronta con coraggio e resilienza le sfide di una società dominata dal razzismo, subendo umiliazioni e soprusi che forgeranno il suo carattere. Nonostante le avversità, Maya trova rifugio nella forza della famiglia, nella bellezza della natura e nel potere salvifico della parola. La sua passione per la poesia e la letteratura le offre la chiave per emanciparsi e trovare la sua voce.

Il libro non è solo un racconto di sofferenza, ma anche una celebrazione della speranza e della tenacia dello spirito umano. Maya Angelou ci mostra come l'amore, la compassione e la forza di volontà possono permettere di superare anche le barriere più insormontabili. "Io so perché canta l'uccello in gabbia" è un'opera fondamentale per comprendere la storia afroamericana e le lotte per la giustizia sociale. È un libro che ci invita a riflettere sul tema della discriminazione e a coltivare l'empatia verso le esperienze altrui.

Consiglio vivamente la lettura di questo libro a tutti, non solo agli appassionati di letteratura afroamericana. È una storia toccante e universale che ci insegna il valore della libertà, dell'uguaglianza e della dignità umana.

Scrittura poetica e coinvolgente
Racconto vivido e realistico
Tematiche importanti e di grande attualità
Lo stesso personaggio di Maya Angelou è forte e ispiratore

Alcune scene possono risultare crude e disturbanti
La struttura narrativa non è sempre lineare

"Io so perché canta l'uccello in gabbia" è un libro potente e indimenticabile che merita di essere letto e riletto. Alcune citazioni:

Sulla libertà:

"L'uccello in gabbia canta perché ha un'anima libera."
"Non c'è agonia come quella di una gabbia che imprigiona l'anima."
"La libertà è preziosa come l'aria che respiriamo."
Sulla discriminazione:

"Gli occhi degli altri sono come gabbie. Ti guardano e ti definiscono."
"Il razzismo è come una malattia che infetta tutti, neri e bianchi."
"Dobbiamo abbattere le barriere del razzismo e costruire ponti di comprensione."
Sulla speranza:

"Anche se la gabbia è buia, la speranza può illuminarla."
"La forza di volontà può superare qualsiasi ostacolo."
"Dobbiamo continuare a lottare per un futuro migliore, per noi stessi e per le generazioni future."

Sulla forza della parola:

"Le parole possono essere come armi o come piume."
"La poesia è la mia voce, il mio modo di esprimere la mia anima."
"Le parole possono cambiare il mondo."

Sull'amore:

"L'amore è la forza più potente che esista."
"L'amore può superare qualsiasi odio."
"L'amore è la chiave per la felicità."

La scrittura di Maya Angelou è ricca di immagini evocative e di messaggi profondi che rimangono impressi nella mente del lettore.
… (altro)
 
Segnalato
AntonioGallo | 223 altre recensioni | Apr 4, 2024 |
Non so perché a quest’edizione Frassinelli sia stato dato questo titolo, visto che stiamo parlando di I Know Why the Caged Bird Sings, riportato fedelmente nella nostra lingua dalla nuova edizione BEAT (che propone, tra l’altro, la stessa traduzione che ho letto io), Io so perché canta l'uccello in gabbia. Oltretutto, stiamo parlando di un titolo che è un verso tratto da Sympathy di Paul Laurence Dunbar, quindi i motivi della decisione della CE italiana mi rimangono oscuri…

In ogni caso, quale che sia il titolo dell’edizione che riuscirete a procurarvi, vi consiglio caldamente di leggere questo romanzo, con l’avvertenza che contiene una delle scene di stupro più terrificanti che abbia letto nella mia vita.

Il canto del silenzio è un romanzo autobiografico e di formazione che ci racconta quante difficoltà aggiuntive possa incontrare una giovane donna nera nel percorso per diventare adulta. È un libro sugli assurdi privilegi dei bianchi, degli uomini, dei ricchi e di come le persone che non godono di certi vantaggi portino in sé i semi capaci di portarle a rivendicare il proprio spazio.

Se crescere è doloroso per una bambina nera del Sud, rendersi conto di essere fuori posto è la ruggine sul rasoio puntato alla gola.
È un insulto superfluo.
… (altro)
 
Segnalato
lasiepedimore | 223 altre recensioni | Nov 17, 2023 |
La prima e la più celebre delle sette autobiografie scritte da Maya Angelou, figura di spicco negli Stati Uniti ma quasi sconosciuta in Italia (ammetto che anche io non ne avevo sentito parlare). Peccato, perché se dovessi giudicare da questo libro direi che si tratta di un personaggio notevole, dallo spirito indomito ed originale.
Qui ripercorriamo le sue origini: dall'infanzia con la nonna nel profondo sud degli anni '30 fino all'adolescenza trascorsa nella vivace San Francisco degli anni '40.
Una vita complicata, costellata di eventi traumatici come l'abbandono dei genitori e l'infanzia spezzata dalla violenza più terribile che si possa immaginare; ma fatta anche di conquiste come i successi scolastici, il rapporto ritrovato con la madre e la scoperta della propria indipendenza.
Quel che colpisce in queste pagine è la spaventosa lucidità con cui l'autrice descrive stessa ed il mondo intorno a lei: non c'è traccia di autocommiserazione o di trionfalismo, si racconta a tutto tondo senza paura di addentrarsi nelle zone d'ombra. La questione razziale non è mai affrontata in maniera didascalica ma traspare in ogni singola riga, è evidente come l'essere afroamericana sia un tratto essenziale della sua identità. D'altronde non potrebbe essere altrimenti in una società dove la pelle nera ti priva di qualunque opportunità, condannandoti ad una vita da eterno inferiore per poi colpevolizzarti per questa stessa inferiorità; non a caso il momento più toccante dell'opera è la consegna dei diplomi, dove viene esplicitato questo circolo vizioso.
Purtroppo il fatto di non conoscere Maya Angelou ha tolto mordente alla lettura, che ho trovato poco organica in alcuni punti; la considero però una testimonianza straordinaria sul razzismo e sulla crescita.
… (altro)
½
 
Segnalato
Lilirose_ | 223 altre recensioni | Nov 1, 2021 |

Liste

My TBR (1)

Premi e riconoscimenti

Potrebbero anche piacerti

Autori correlati

Statistiche

Opere
116
Opere correlate
66
Utenti
34,874
Popolarità
#543
Voto
4.0
Recensioni
519
ISBN
532
Lingue
13
Preferito da
118

Grafici & Tabelle