Immagine dell'autore.

Jaroslav Hašek (1883–1923)

Autore di Il buon soldato Sc'veik

205+ opere 4,419 membri 78 recensioni 22 preferito

Sull'Autore

Even though Jaroslav Hasek wrote a large number of short stories, his fame rests mainly on his satirical novel The Good Soldier Schweik (1920--23), in which he created the fat and cowardly dog-catcher-gone-to-war who personified Czech bitterness toward Austria in World War I. The humorous mostra altro complications in which Schweik becomes involved derive from Hasek's own experience; his work as a journalist was interrupted by war and, like Schweik, he became a soldier. Eventually, he was taken prisoner by the Russians. Later he returned to Prague as a communist to work as a free-lance writer. At his death he had completed only four "Schweik" novels of a projected six. Martin Esslin has said, "Schweik is more than a mere character; he represents a basic human attitude. Schweik defeats the powers that be, the whole universe in its absurdity, not by opposing but by complying with them. . . In the end the stupidity of the authorities, the idiocy of the law are ruthlessly exposed." The character of Schweik made a tremendous impression on Bertolt Brecht, who transformed his name to use him afresh in the play Schweyk in the Second World War. (Bowker Author Biography) mostra meno
Nota di disambiguazione:

(yid) VIAF:4931097

(eng) The Good Soldier Svejk (Schweik, Schwejk, Svejkin...) was written as 4 volumes. Modern editions are often a selection from all of them, but let's try to keep those published as the original volumes separate.

Fonte dell'immagine: Jaroslav Hašek in his twenties

Serie

Opere di Jaroslav Hašek

Il buon soldato Sc'veik (1922) 3,504 copie
The Red Commissar (1981) 95 copie
Geniaalne idioot (2020) 10 copie
Meine Beichte (1974) 9 copie
Dekameron (1975) 8 copie
Schwejkiaden (1969) 5 copie
Racconti (2006) 3 copie
El buen soldado Shveik (2016) 3 copie
Köpek Suratli Maymun (2016) 2 copie
Ein Silvester der Abstinenzler: Erzählungen (2001) — Autore — 2 copie
SEBASTIAN SI LUMEA LUI (2014) 2 copie
Drie verhalen (2014) 2 copie
Šťastný domov (2012) 1 copia
Moje zpověď 1 copia
Povídky 1 1 copia
La vanidad humana (1900) 1 copia
Vesele povidky (1999) 1 copia
Povídky 2 1 copia
Degustacja w piwiarni (1993) 1 copia
De Prague à Budapest (1996) 1 copia
Opere (2014) 1 copia
Fialový hrom 1 copia
Das ||Hašek-Lesebuch (2008) 1 copia

Opere correlate

Etichette

Informazioni generali

Nome canonico
Hašek, Jaroslav
Data di nascita
1883-04-30
Data di morte
1923-01-03
Luogo di sepoltura
Lipnice, Czech Republic
Sesso
male
Nazionalità
Czech Republic
Austria-Hungary
Nazione (per mappa)
Czech Republic
Luogo di nascita
Prague, Czech Republic
Luogo di morte
Lipnice nad Sázavou, Czech Republic
Causa della morte
heart failure
Luogo di residenza
Prague, Czech Republic (then Bohemia)
Lipnice, Czech Republic (then Czechoslovakia)
Istruzione
Czech-Slavonic Business Academy
Breve biografia
Czech writer and humorist Jaroslav Hašek became internationally known for his novel The Good Soldier Svejk and His Fortunes in the World War (1923). He was also the author of approximately fifteen hundred stories, sketches, and newspaper columns; in addition, he wrote plays for cabarets. Hašek's work was closely linked to his unconventional lifestyle, which became the subject of many stories and legends that Hašek himself helped to create. In his best works, the spontaneity of his storytelling and overall ironic detachment indicate his belief in unpretentiousness and tolerance.
Nota di disambiguazione
The Good Soldier Svejk (Schweik, Schwejk, Svejkin...) was written as 4 volumes. Modern editions are often a selection from all of them, but let's try to keep those published as the original volumes separate.

Utenti

Discussioni

Fine editions of Hesse or Hašek? in Fine Press Forum (Ottobre 2022)
Group Read, April 2017: The Good Soldier Svejk in 1001 Books to read before you die (Mag 2017)

Recensioni

"Una grande epoca esige grandi uomini .Vi sono degli eroi ignoranti e oscuri...l'esame della cui indole darebbe ombra perfino alla gloria d'Alessandro Magno.Oggigiorno si può incontrare per le vie di Praga un uomo trasandato,che non sa quanta importanza abbia avuto la propria opera nella storia d'un'epoca grande e nuova come questa.
Egli percorre tranquillamente la sua strada,senza che nessuno gli dia noia e senza dar noia a nessuno,e senza essere assediato da giornalisti che gli gli chiedono un'intervista.Se gli domandaste come si chiama,vi risponderebbe con l'aria più semplice e più naturale del mondo :'Io son quello Sc'vèik...' "
Con queste parole J.Hansek presentava l'umile e grottesco eroe del suo romanzo ,il bonario allevatore e mercante di cani,strappato alle sue pacifiche occupazioni e mandato a combattere in difesa dell'impero austro-ungarico nella prima guerra mondiale.
In questo volume,che conclude il racconto delle sue vicende ,Sc'vèik prosegue,con un misto di ingenuità e di astuzia,di furberia e di balordagginw,la sua guerra privata contro l'apparato militare,forte di quella sua obbiedenza assoluta alla lettera degli ordini ricevuti che porta all'assurdo e dissolve nel ridicolo ogni autorità.Nel buon soldato Sc'vèik i lettori di tutto il mondo hanno riconosciuto un eroe sovranazionale,il campione di un irriducibile pacifismo e antimilitarismo e un simbolo dell'inalienabilità dei diritti dell'individuo contro ogni tutela e usurpazione dittoriale.Oggi ,a poco più di quarant'anni di distanza dalla sua prima edizione , Il buon soldato Sc'vèik può essere considerato un capolavoro dlla letteratura mondiale,degno di essere accostato ad opere quali il Don Chisciotte e il Gargantua .
… (altro)
 
Segnalato
BiblioLorenzoLodi | 61 altre recensioni | Mar 16, 2016 |
In questo secondo volume / Sc'vèik continua trionfalmente la sua mirabolante carriera / di " epoca imbecille" / con tanto di riconosciemento ufficiali / avviato in una non meno epica marcia / verso il fronte russo / durante la prima guerra mondiale / fermamente deciso a versare il proprio sangue / per sua maestà l'imperatore. / È da questo secondo volume / del capolavoro dell'umorismo contemporaneo / che Brecht prese spunto per il suo famoso / Sc'vèik nella seconda guerra mondiale rappresentato con grande successo /al Piccolo Teatro di Milano.… (altro)
 
Segnalato
BiblioLorenzoLodi | Mar 16, 2016 |
"Sicchè ci hanno ammazzato Ferdinando," disse la fantesca al signor Sc'vèik,che avendo lasciato da qualche anno il servizio nell'esercito per essere stato dichiarato idiota dalla commissione medica militare,ora viveva vendendo degli orribili cani,ibridi mostri per i quali compilavi delle fittizie genealogie.
 
Segnalato
BiblioLorenzoLodi | 61 altre recensioni | Mar 16, 2016 |
Un altro romanzo ambientato durante una guerra: questa volta il protagonista suo malgrado è il buon soldato Sc'veik, un bonaccione poco smaliziato la cui rigorosità nell'applicare i sillogismi mostra l'assurdità di ciò che gli sta succedendo intorno. Il romanzo ha quindi un registro grottesco e dissacrante.
Quello che mi ha profondamente affascinato del romanzo è l'ossessione, quasi la furia affabulatoria di Hasek. Quando parla, per spiegarsi meglio Sc'veik narra storielle di uomini comuni (non si sa se sue conoscenze dirette o "cugini di amici"), e in 850 pagine di romanzo scritte in corpo minuscolo di queste storielle ce ne sono quindi a centinaia!
Non è chiaro il disegno del romanzo, incompiuto per la morte di Hasek, ma ripensandoci la fine improvvisa del romanzo è una metafora di ciò che il romanzo racconta e cioè della guerra vista da un soldato, dove i giorni si succedono agli altri senza un percorso predefinito, ne succedono di cotte e di crude, e all'improvviso una granata arrivata chissà da dove lo colpisce e mette fine a tutto.
Una nota sull'edizione Feltrinelli, degli anni sessanta: la prima parte (di quattro) ha un diverso traduttore, è piena di refusi, e lo stile è piuttosto incongruente con le rimanenti parti (su tutto, la frase "Ich melde gehorsam", prescritta dal regolamento militare, nella prima parte è tradotta "Fo umilmente notare", e nel resto del romanzo "Faccio rispettosamente notare"). Vedendo che recentemente ne è uscita un'edizione Einaudi, consiglierei quest'ultima, sulla fiducia.
… (altro)
 
Segnalato
marcel.bergeret | 61 altre recensioni | Dec 1, 2013 |

Liste

Premi e riconoscimenti

Potrebbero anche piacerti

Autori correlati

Grete Reiner Translator
Josef Lada Illustrator
Renato Poggioli Contributor
Roel Pieters Translator
Bruno Meriggi Translator
Monika Zgustová Translator
Paul Selver Translator
Cecil Parrott Translator
James Hill Cover artist
Daniel Brick Translator
Alfred Polgar Introduction
L. Kisjes Translator
J. Mirejovský Translator
Sergio Corduas Translator

Statistiche

Opere
205
Opere correlate
3
Utenti
4,419
Popolarità
#5,671
Voto
3.9
Recensioni
78
ISBN
299
Lingue
28
Preferito da
22

Grafici & Tabelle