Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Il Silmarillion (1977)

di J. R. R. Tolkien

Altri autori: Guy Kay (Editorial assistant), Christopher Tolkien (A cura di)

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

Serie: Il Signore degli Anelli (Mythology)

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
35,12127374 (3.86)4 / 512
Preghiere a sant'Antonio di Padova, è un libro che contiene orazioni scritte e composte dall'autrice. Esse vi aiuteranno a sviluppare una devozione verso sant'Antonio e chiedere grazie a Dio per mezzo della sua intercessione. Se avete problemi e difficoltà, il modo migliore per superarli è quello di affidarsi all'intercessione dei santi e della Madonna. Occorre che preghiate con fede e con insistenza perché le grazie non sempre arrivano subito. Inoltre Dio ci esaudisce solo se ciò che preghiamo è per il nostro bene. L'autrice è una devota di sant'Antonio di Padova, lo prega da molti anni. L'ha pregato anche per i suoi esami, ma alla preghiera ha sempre aggiunto il suo impegno nello studio. Infatti, la preghiera è sempre il migliore aiuto che possiamo avere, ma ad esso occorre aggiungere anche il nostro impegno. Dio ci ascolta sempre e attraverso la preghiera dei santi e della Madonna non ci farà mai mancare il suo aiuto. Per questo pregate sant'Antonio con fede, siategli devoti.… (altro)
  1. 271
    Il signore degli anelli di J. R. R. Tolkien (guurtjesboekenkast, Percevan)
  2. 200
    I figli di Húrin di J. R. R. Tolkien (Jitsusama)
    Jitsusama: The Silmarillion is an essential book to better understand the occurrences surrounding the Children of Hurin. It also contains a slightly shorter version of the tale.
  3. 120
    The Hobbit / The Lord of the Rings di J. R. R. Tolkien (PaulBerauer)
  4. 131
    The Fall of Gondolin di J. R. R. Tolkien (Michael.Rimmer)
  5. 121
    Beren and Lúthien di J. R. R. Tolkien (Michael.Rimmer)
  6. 100
    Il canzoniere eddico di Anonymous (CGlanovsky)
    CGlanovsky: Most likely an inspiration to Tolkien. Many parallels.
  7. 80
    La leggenda di Sigurd e Gudrun di J. R. R. Tolkien (guurtjesboekenkast)
  8. 70
    Racconti perduti. Parte II di J. R. R. Tolkien (OscarWilde87)
  9. 70
    The book of lost tales - Part I di J. R. R. Tolkien (OscarWilde87)
  10. 40
    Racconti incompiuti di Numenor e della Terra-di-mezzo di J. R. R. Tolkien (MissBrangwen)
  11. 42
    Shadow & Claw: The First Half of The Book of the New Sun di Gene Wolfe (Cecrow)
    Cecrow: More high-brow fantasy.
  12. 20
    Il serpente Ouroboros: romanzo di E. R. Eddison (Sylak)
  13. 15
    The Rivan Codex: Ancient Texts of the Belgariad and the Malloreon di David Eddings (Ludi_Ling)
    Ludi_Ling: For those less interested in the narrative of epic fantasy fiction, and more in the mythology, history and construction of imaginary worlds, both books serve as interesting and instructive reads.
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

» Vedi le 512 citazioni

Mostra 5 di 5
Erano anni che non rileggevo Il Silmarillion e, sebbene lo conosca a menadito, è ancora capace di suscitare in me un’immensa meraviglia e un grande amore per la lettura: è anche per incontrare libri come questo che leggo.

Dovrei mettervi in guardia dal suo stile aulico, dal suo essere un libro non destinato alla pubblicazione nelle intenzioni di Tolkien, che ci ha lavorato fino al momento della sua morte, dal suo essere quindi a tratti incoerente, ripetitivo e abbozzato, dalla quantità ingente di nomi che dovrete ricordare e che potrebbe confondervi lo stesso nonostante la presenza dell’indice dei nomi: la verità, però, è che niente di tutto questo, a mio modesto avviso, è abbastanza per privarsi della lettura de Il Silmarillion.

Non fatevi spaventare troppo da chi vi dice che è molto difficile: non è l’Ulisse di Joyce, è solo un libro che richiede molta attenzione, perché l’universo di Tolkien è vasto e potrebbe essere controproducente affrontarlo mentre avete già un piede nel regno di Morfeo. Ricordarsi che Fingon (padre di Gil-galad, vi dice niente?) e Finrod Felagund (fratello maggiore di Galadriel… tutto è collegato) sono personaggi molto diversi (ancorché cugini) senza andare ogni volta a controllare nell’indice dei nomi rende la lettura senz’altro più scorrevole.

Prendete coraggio e date una chance a questa meraviglia: fatevi pervadere dalla sua epicità e dalla sua magnificenza, fatevi abbagliare dallo splendore degli Eldar, fatevi inorridire dalla tracotanza di Ar-Pharazôn il Dorato, fatevi commuovere dalla storia d’amore tra Lúthien Tinúviel e Beren Erchamion, fatevi terrorizzare dall’oscurità di Morgoth e fatevi ridare speranza dalla luminosità delle stelle di Varda, che gli Elfi chiamano Elbereth. ( )
  lasiepedimore | Nov 17, 2023 |
"Il Silmarillion", iniziato nel 1917 e la cui elaborazione è stata proseguita da Tolkien fino alla morte, rappresenta il tronco da cui si sono diramate tutte le sue successive opere narrative. "Opera prima", dunque, essa costituisce il repertorio mitico di Tolkien, quello da cui è derivata la filiazione delle sue favole: "Lo Hobbit", "Il Signore degli Anelli", "Il cacciatore di Draghi". Il Silmarillion, che comprende cinque racconti legati come i capitoli di un'unica storia sacra, narra la parabola di una caduta: dalla "musica degli inizi", il momento cosmogonico, alla guerra di Elfi e Uomini contro l'Avversario. L'ultimo dei racconti costituisce l'antecedente immediato del "Signore degli Anelli
  kikka62 | Mar 18, 2020 |
Altro che gli elfi malinconici de "Il Signore degli anelli". Gli elfi della Prima e della Seconda era spaccano di brutto. Vale la pena di sopportare qualche interminabile descrizione dei confini del Beleriand e la genealogia del nonno del fratello del cugino di Legolas. Decisamente. La frase che vale tutto il libro? Difficile da dire, ma sicuramente l'ha pronunciata Feanor. ( )
1 vota sereq_ieh_dashret | Jan 4, 2013 |
Il Silmarillion, iniziato nel 1917 e la cui elaborazione è stata proseguita da Tolkien fino alla morte, rappresenta il tronco da cui si sono diramate tutte le sue successive opere narrative. "Opera prima", dunque (ma anche "ultima", e di tono assai diverso, ben più elevato delle altre), essa costituisce il repertorio mitico di Tolkien, quello da cui è derivata, direttamente o indirettamente, la filiazione delle sue favole, da Lo Hobbit a II Signore degli Anelli, da Il cacciatore di Draghi ai racconti di Albero e foglia. Si tratta di un'opera che, nella vasta produzione di Tolkien, occupa una posizione di primato, non soltanto temporale, ma anche e soprattutto tematica e formale. Vi si narrano gli eventi della Prima Era, alla quale di continuo si rifanno, come a un necessario antecedente e a una chiave interpretativa, i personaggi e le avventure de Il Signore degli Anelli. I tre Silmaril, nucleo simbolico della narrazione, la cui perdita e tentata riconquista costituiscono lo schema della vicenda, sono gemme tenute in altissimo conto dagli Elfi, ma concupite anche da Melkor-Morgoth, primo Signore Oscuro, perché contengono la Luce dei Due Alberi di Valinor distrutti dall'avversario. Vera e propria mitologia, Il Silmarillion, che comprende cinque racconti legati come i capitoli di un'unica "storia sacra", narra la parabola di una caduta: dalla "musica degl'inizi", il momento cosmogonico, alla guerra, eroica quanto disperata, di Elfi e Uomini contro il Nemico. L'ultimo dei racconti costituisce l'antecedente immediato de II Signore degli Anelli, sorta di prefazione elaborata nei toni epici che caratterizzano tutto quel grande "pentateuco" che è Il Silmarillion. il quale non è un romanzo né una favola, bensì un'opera unica nel suo genere, forse l'unico tentativo coerente, compiuto in tempi recenti, di costruire un vero e proprio edificio mitico imperniato sulla fondamentale antitesi tra brama di possesso e poteri creativi, tra amore per la bellezza suprema e volontà di dominio, insomma tra "essere" e "avere": un'antitesi cantata nel linguaggio, sublime e semplice insieme, che è proprio dell'antico epos. Mai pubblicato vivente l'autore per la sua qualità di work in progress, II Silmarillion ha visto la luce grazie all'opera paziente del figlio dell'autore, Christopher, che ha compiuto un attento lavoro di ricerca e collazione sui manoscritti lasciati dal padre.
Marco Respinti
  Cerberoz | Feb 2, 2012 |
E' un altro dei libri che non posso fare a meno di rileggere, anche se e' doloroso, perche' e' una lunga, lunga caduta, quella di cui si parla, dalla nobilta' e possanza da prima della creazione fino ai giorni degli uomini... Eppure le parti di Valar ed elfi, nel loro fulgore, nei momenti di requie dalla lotta contro Tirannia e Corruzione...
Nota personale: Varda e' inarrivabile, e surclassa il mio amore per l'alba-Galadriel. ( )
  herr.proof | Jun 9, 2008 |
Mostra 5 di 5
At its best Tolkien's posthumous revelation of his private mythology is majestic, a work held so long and so power fully in the writer's imagination that it overwhelms the reader. Like Tolkien's other books, The Silmarillion presents a doomed but heroic view of creation that may be one of the reasons why a generation growing up on the thin gruel of television drama, and the beardless cynicism of Mad magazine, first found J.R.R. Tolkien so rich and wonderful.
aggiunto da Shortride | modificaTime, Timothy Foote (Oct 24, 1977)
 
If "The Hobbit" is a lesser work that the Ring trilogy because it lacks the trilogy's high seriousness, the collection that makes up "The Silmarillion" stands below the trilogy because much of it contains only high seriousness; that is, here Tolkien cares much more about the meaning and coherence of his myth than he does about these glories of the trilogy: rich characterization, imagistic brilliance, powerfully imagined and detailed sense of place, and thrilling adventure. Not that these qualities are entirely lacking here.
 

» Aggiungi altri autori (18 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Tolkien, J. R. R.autore primariotutte le edizioniconfermato
Kay, GuyEditorial assistantautore secondariotutte le edizioniconfermato
Tolkien, ChristopherA cura diautore secondariotutte le edizioniconfermato
Adlerberth, RolandTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Agøy, Nils IvarTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Domènech, LuisTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Dringenberg, MikeImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Garland, Rogerautore secondarioalcune edizioniconfermato
Howe, JohnImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Juva, KerstiTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Krege, WolfgangTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Masera, RubénTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Mosley, FrancisIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Nasmith, TedIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pekkanen, PanuTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Respinti, MarcoA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Saba Sardi, FrancescoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Schuchart, MaxTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Shaw, MartinNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Sweet, Darrell K.Immagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato

È contenuto in

Contiene

È riassunto in

È parodiato in

È ispirato a

Ha ispirato

Ha come guida di riferimento/manuale

Ha uno studio

Ha come supplemento

Ha come commento al testo

Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Titolo originale
Titoli alternativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Data della prima edizione
Personaggi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Luoghi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eventi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Film correlati
Epigrafe
Dedica
Incipit
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
The Silmarillion, now published four years after the death of its author, is an account of the Elder Days, or the First Age of the World.
There was Eru, the One, who in Arda is called Ilúvatar; and he made first the Ainur, the Holy Ones, that were the offspring of his thought, and they were with him before aught else was made.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
"And thou, Melkor, shalt see that no theme may be played that hath not its utternmost source in me, nor can any alter the music in my despite. For he that attempteth this shall prove but mine instrument in the devising of things more wonderful, which he himself hath not imagined."
Among the tales of sorrow and of ruin that come down to us from the darkness of those days there are yet some in which amid weeping there is joy and under the shadow of death life that endures.
Ultime parole
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
This LT Work is for The Silmarillion, a posthumous and highly edited publication of J.R.R. Tolkien's over-arching work on Middle-earth.

Note "Middle-earth" is a word used for the central continent on Tolkien's fictional world, and also a word used for the whole of that world and its mythology.

The book has five chapters.

Chapter 1: Creation myth.
Chapter 2: Creation myth continued.
Chapter 3: The vast bulk of the book, legends of Mankind and the Elves from the First Age of the world.
Chapter 4: A story from the Second Age.
Chapter 5: The Third Age which includes the story of Isildur and the Ring, plus a very concise retelling of the events of The Hobbit and The Lord of the Rings.

Please do not combine The Silmarillion with The Hobbit or The Lord of the Rings, or with any other Tolkien work.

Books with titles that include the words "The Later Silmarillion" (Morgoth's Ring, The War of the Jewels) are different works and should not be combined with this.

Unfinished Tales is a different work and should not be combined with this. The Book of Lost Tales is a different work and should not be combined with this. (Both are retellings of the same tales from The Silmarillion but are different works.)
Redattore editoriale
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico
LCC canonico
Preghiere a sant'Antonio di Padova, è un libro che contiene orazioni scritte e composte dall'autrice. Esse vi aiuteranno a sviluppare una devozione verso sant'Antonio e chiedere grazie a Dio per mezzo della sua intercessione. Se avete problemi e difficoltà, il modo migliore per superarli è quello di affidarsi all'intercessione dei santi e della Madonna. Occorre che preghiate con fede e con insistenza perché le grazie non sempre arrivano subito. Inoltre Dio ci esaudisce solo se ciò che preghiamo è per il nostro bene. L'autrice è una devota di sant'Antonio di Padova, lo prega da molti anni. L'ha pregato anche per i suoi esami, ma alla preghiera ha sempre aggiunto il suo impegno nello studio. Infatti, la preghiera è sempre il migliore aiuto che possiamo avere, ma ad esso occorre aggiungere anche il nostro impegno. Dio ci ascolta sempre e attraverso la preghiera dei santi e della Madonna non ci farà mai mancare il suo aiuto. Per questo pregate sant'Antonio con fede, siategli devoti.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Discussioni correnti

Nessuno

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (3.86)
0.5 16
1 143
1.5 29
2 428
2.5 88
3 1210
3.5 225
4 1551
4.5 196
5 1962

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 206,352,932 libri! | Barra superiore: Sempre visibile