Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Caino (2009)

di José Saramago

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
1,1875812,183 (3.75)121
"In this, his last novel, Saramago daringly reimagines the characters and narratives of the Bible through the story of Cain. Condemned to wander forever after he kills Abel, he is whisked around in time and space. He experiences the almost-sacrifice of Isaac by Abraham, the Tower of Babel, the destruction of Sodom and Gomorrah, Joshua at the battle of Jericho, Job's ordeal, and finally Noah's ark and the Flood. And over and over again Cain encounters an unjust, even cruel God. A startling, beautifully written, and powerful book, in all ways a fitting end to Saramago's extraordinary career"--… (altro)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 121 citazioni

Mostra 3 di 3
Dopo il Vangelo secondo Gesù Cristo, a mio avviso un capolavoro totale, passo a Caino, un altro splendido viaggio nei meandri della parola di Dio. Questa volta Saramago si occupa del vecchio testamento, va indietro nel tempo, il verbo di Dio è più duro, è quello che ci accomuna agli ebrei, da loro discende la nostra religione, addolcita dai testamenti degli apostoli che hanno diffuso la parola di Gesù. Caino è ancora più duro del vangelo, si vede che siamo in una fase diversa, si parte dai genitori dei due fratellini, Adamo ed Eva, lì da dove tutto ebbe inizio, il peccato originario, maledetto serpente che hai imposto le doglie alle donne ed il sudore all’uomo. E due figli di cui uno uccise l’altro; ma Caino non è quello dei sussidiari, con la figura dell’uomo cattivo che uccide quello buono, no, Caino viene reso alla sua figura di uomo ed accompagnato per mano in un viaggio nelle storie del vecchio testamento, la cacciata dall’Eden, Lilith, donna insaziabile con la quale procrea, Isacco ed il suo sacrificio, la Torre di Babele, Sodoma, il vitello d’oro e l’arca di Noè. Ne esce, chiaramente, un libro di dimensioni epocali, per i contenuti, non certo per le pagine, circa centocinquanta, i cui ritmi sono scanditi dalla densissima prosa di Saramago. Il percorso di Caino è accompagnato dalla condanna di Dio, eccolo qui, un uomo anch’egli, almeno nella visione del grandissimo scrittore portoghese che non gli perdona le sofferenza cui l’uomo è stato condannato nel suo percorso terreno. Occhio per occhio, dente per dente. Chiaramente è un libro da rileggere, e poi rileggere. ( )
1 vota grandeghi | Oct 2, 2014 |
Ad un certo punto del libro Saramago sta descrivendo delle vicende legate all’arca di noè e a questo proposito cita alcuni animali “che nessuno ha mai potuto vantarsi di aver visto. Ci riferiamo, per esempio, all’unicorno” di cui non si sa se esista la femmina e quindi la continuazione stessa della specie ma forse questo non costituisce un problema, conclude Saramago, perché “in definitiva, (…). Basta già che la mente umana crei e ricrei quello in cui oscuramente crede.”

Questa frase riassume la sua idea di religione: una personalissima invenzione dell’uomo che ha creato e ricreato credenze a suo piacimento.

I viaggi nel tempo che compie caino passando da un presente all'altro gli fanno capire che "il futuro è già scritto, quello che noi non sappiamo è leggere la sua pagina". (...) "Se mai arriverò a essere padrone di me stesso, se avrà fine questo passare da un tempo all'altro senza che la mia volontà sia chiamata in causa, farò quella che si suole definire una vita normale".

La critica alle persone che continuano ad imporre una religione insensata e credono in un dio crudele, presente in tutta l'opera di Saramago, diventa qui tema centrale.
E accanto agli orrori commessi in nome di una religione divina spicca con grande contrasto un'umanità tutta terrena.
Saramago ha in fondo fiducia nell'essere umano, che ha in sé le potenzialità per compiere il bene. La condizione è che non si lasci oscurare la mente dalle menzogne.

Dà forza al lettore il coraggio e la determinazione con cui Saramago - a 87 anni - ha ancora voglia di affrontare un argomento scomodo come questo. ( )
  lupita68 | Jul 16, 2012 |
Saramago ripercorre con lo sguardo e la consapevolezza del contemporaneo, l'antico testamento e si concentra sulla figura di Caino di cui, se dovessimo seguire i percorsi biblici, dovremmo più o meno essere tutti discendenti (visto che il fratello Abele fu da lui ucciso). Lo sguardo di Saramago, come il suo linguaggio, è perfidamente ironico, teso a evidenziare le assurdità del racconto biblico e la natura malvagia di un dio che inopinatamente predilige uno dei due fratelli e consente il fratricidio, punendo poi il colpevole con l'infida condanna a vagare senza meta e senza poter essere a sua volta ucciso. La rilettura che Saramago dà del racconto biblico è esclusivamente letteraria, non ha nulla a che vedere con interpretazioni teologiche, metafisiche, filosofiche, simboliche, archetipiche dei personaggi. E' un gioco di pura fantasia, teso a dimostrare come l'uomo contemporaneo non possa più accettare che il fondamento dell'umana natura possa ancora ricondursi ad "arbitrarie" creazioni divine. La lettura di questo testo, apparentemente leggera, mi ha aperto innumerevoli interrogativi. La scrittura di Saramago, senza virgole e punteggiatura, con i dialoghi inseriti direttamente nel racconto, è sempre un'avventura piacevolissima. ( )
  IoAnnalisa | May 21, 2011 |
Mostra 3 di 3
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
José Saramagoautore primariotutte le edizionicalcolato
Costa, Margaret JullTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Rio, Pilar delTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Luoghi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dati dalle informazioni generali francesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
C'est par la foi qu'Abel offrit à Dieu un sacrifice plus excellent  que celui de Caïn ; c'est par elle qu'il fut déclaré juste, Dieu approuvant ses offrandes ; et c'est par elle qu'il parle encore, quoique mort.
Hébreux, 11,4.
Livre des absurdités
Dedica
Incipit
Dati dalle informazioni generali francesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Quand le seigneur, connu aussi sous le nom de dieu, s'aperçut qu'adam et ève, parfaits en tout ce qui se présentait à la vue, ne pouvaient faire sortir un seul mot de leur bouche ni émettre ne fût-ce qu'un simple son primitif, il dut sûrement s'irriter contre lui-même puisqu'il n'y avait personne d'autre dans le jardin d'éden qu'il pût rendre responsable de cette gravissime erreur, alors que tous les autres animaux, produits, comme les deux humaine, du que cela soit divin, bénéficiaient déjà d'une voix qui leur était propre , les uns au moyen de mugissements et de rugissements, les autres de grognements, et de gazouillements, de sifflements et de gloussements.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
The history of mankind is the history of our misunderstandings with god, for he doesn't understand us, and we don't understand him.
Ultime parole
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

"In this, his last novel, Saramago daringly reimagines the characters and narratives of the Bible through the story of Cain. Condemned to wander forever after he kills Abel, he is whisked around in time and space. He experiences the almost-sacrifice of Isaac by Abraham, the Tower of Babel, the destruction of Sodom and Gomorrah, Joshua at the battle of Jericho, Job's ordeal, and finally Noah's ark and the Flood. And over and over again Cain encounters an unjust, even cruel God. A startling, beautifully written, and powerful book, in all ways a fitting end to Saramago's extraordinary career"--

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (3.75)
0.5
1 9
1.5 1
2 11
2.5 4
3 59
3.5 25
4 97
4.5 7
5 57

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 155,593,728 libri! | Barra superiore: Sempre visibile