Pagina principaleGruppiConversazioniEsploraStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Ma gli androidi sognano pecore elettriche? (1968)

di Philip K. Dick

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

Serie: Blade Runner (1)

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
17,426445238 (3.95)2 / 731
By 2021, the World War had killed millions, driving entire species into extinction and sending mankind off-planet. Those who remained coveted any living creature, and for people who couldn't afford one, companies built incredibly realistic simulacrae: horses, birds, cats, sheep ... They even built humans. Emigrees to Mars received androids so sophisticated it was impossible to tell them from true men or women. Fearful of the havoc these artificial humans could wreak, the government banned them from Earth. But when androids didn't want to be identified, they just blended in. Rick Deckard was an officially sanctioned bounty hunter whose job was to find rogue androids, and to retire them. But cornered, androids tended to fight back, with deadly results.… (altro)
Aggiunto di recente daCosmicpylons, alexandria2021, dbreen01, MrsJThompson, biblioteca privata, elderlingfae, NIB1938, emakay, mattorsara, JoshuaFAB
Biblioteche di personaggi celebriTerence Kemp McKenna
1960s (132)
Books (2)
My TBR (79)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Inglese (415)  Spagnolo (6)  Italiano (5)  Francese (5)  Svedese (3)  Tedesco (2)  Olandese (2)  Portoghese (1)  Polacco (1)  Rumeno (1)  Finlandese (1)  Danese (1)  Catalano (1)  Tutte le lingue (444)
Mostra 5 di 5
Un libro brillante, che porta la fantascienza al di fuori della letteratura di intrattenimento e mostra come pur parlando di androidi e di un futuro distopico si possano raggiungere profondità inattese.
Il tema della natura dell'uomo e di cosa ci renda umani qui è trattato in maniera filosofica: l'intero concetto di empatia è geniale e sfuggente, si presta a tante interpretazioni e suscita nel lettore riflessioni e turbamenti.
Il rovescio della medaglia è che è un romanzo lento, che si prende i suoi tempi e non certo di facile lettura: la trama avanza lentamente ed è molto scarna, siamo catapultati immediatamente in questo mondo apocalittico senza un po' di contesto che ci aiuti ad orientarci. Le scene di fusione con Mercer poi le ho trovate un po' troppo nebulose e misticheggianti, avrei preferito un approccio più razionale.
Al di là del coinvolgimento, che è una questione puramente soggettiva, non si può negare che quest'opera sia una pietra miliare della fantascienza e della letteratura in generale, quindi peccato per la mancanza di entusiasmo, ma è un'esperienza che sono felice di aver fatto e che comunque consiglio. ( )
  Lilirose_ | Nov 4, 2019 |
TIF EXTRA
  Vincenzop. | Mar 22, 2018 |
Un futuro distopico, quasi grottesco é quello che Dick tratteggia in questo libro. Certo, leggero dopo aver visto il film Blade Runner crea un problema di aspettative. Ma il libro é facile da leggere, e ci trasla direttamente in una realtà in cui è messo in discussione il concetto stesso di umanità dei personaggi, e cosa li possa distinguere da un androide. ( )
  scaredda | Feb 4, 2018 |
Come tutto ciò che scrive Dick... originale e strano, comunque interessante ed abbastanza avvincente. ( )
  senio | Apr 26, 2013 |
Sorprendente. Non è il solito libro di fantascienza: c'è molto di più. Notevolmente diverso dall'altrettanto capolavoro di Ridley Scott. La fantascienza al servizio del risvolto psicologico barra sociologico. Un libro che non si fa mancare nulla. Da gustare parola per parola. Una vera "milestone" della letteratura mondiale di tutti i tempi. Il capolavoro cinematografico ne attesta e rafforza il suo già grande valore. Da portare sull'isola deserta.
  jammin120163 | Sep 7, 2012 |
Mostra 5 di 5

» Aggiungi altri autori (35 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Dick, Philip K.autore primariotutte le edizioniconfermato
Allié, ManfredTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Brick, ScottNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Dougoud, JacquelineTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Duranti, RiccardoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Frasca, GabrielePostfazioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Giancola, DonatoImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Goodfellow, PeterImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Michniewicz, SueProgetto della copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Moore, ChrisImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pagetti, CarloIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Sleight, GrahamIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Struzen, DrewImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Wölfl, NorbertTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Zelazny, RogerIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato

È contenuto in

È rinarrato in

Ha un prequel (non seriale)

Ha l'adattamento

È riassunto in

Ha ispirato

Ha come guida per lo studente

Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Epigrafe
E ancora sogno i suoi passi sul prato;

La rugiada calpesta spettrale,

Trafitto dal mio canto trionfale.

W.B. YEATS
Dedica
A Maren Augusta Bergrud
10 agosto 1923 - 14 giugno 1967
Incipit
Una gioviale scossetta elettrica, trasmessa dalla sveglia automatica incorporata nel modulatore d’umore che si trovava vicino al letto, destò Rick Deckard.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
My schedule for today lists a six-hour self-accusatory depression.
You will be required to do wrong no matter where you go. It is the basic condition of life, to be required to violate your own identity. At some time, every creature which lives must do so. It is the ultimate shadow, the defeat of creation; this is the curse at work, the curse that feeds on all life. Everywhere in the universe
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
In 1968, Philip K. Dick wrote Do Androids Dream of Electric Sheep, a brilliant sf novel that became the source of the motion picture Blade Runner. Though the novel's characters and backgrounds differ in some respects from those of the film, readers who enjoy the latter will discover an added dimension on encountering the original work. Del Rey Books returned this classic novel to print with a movie tie-in edition titled Blade Runner: (Do Androids Dream of Electric Sheep?).
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (1)

By 2021, the World War had killed millions, driving entire species into extinction and sending mankind off-planet. Those who remained coveted any living creature, and for people who couldn't afford one, companies built incredibly realistic simulacrae: horses, birds, cats, sheep ... They even built humans. Emigrees to Mars received androids so sophisticated it was impossible to tell them from true men or women. Fearful of the havoc these artificial humans could wreak, the government banned them from Earth. But when androids didn't want to be identified, they just blended in. Rick Deckard was an officially sanctioned bounty hunter whose job was to find rogue androids, and to retire them. But cornered, androids tended to fight back, with deadly results.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (3.95)
0.5 1
1 36
1.5 11
2 190
2.5 48
3 1010
3.5 270
4 2072
4.5 211
5 1393

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 173,829,362 libri! | Barra superiore: Sempre visibile