Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Padiglione cancro (1968)

di Aleksandr Solzhenitsyn

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
3,051433,221 (4.07)158
"Cancer Ward" examines the relationship of a group of people in the cancer ward of a provincial Soviet hospital in 1955, two years after Stalin's death. We see them under normal circumstances, and also reexamined at the eleventh hour of illness. Together they represent a remarkable cross-section of contemporary Russian characters and attitudes. The experiences of the central character, Oleg Kostoglotov, closely reflect the author's own: Solzhenitsyn himself became a patient in a cancer ward in the mid-1950s, on his release from a labor camp, and later recovered. Translated by Nicholas Bethell and David Burg.… (altro)
Aggiunto di recente daAlleghenyCounty, slonseth, biblioteca privata, Ceski, Bethel82, Jaedon, TKrost, unitecommonhouse, russianreader
Biblioteche di personaggi celebriNelson Algren, Hannah Arendt, Astrid Lindgren, Walker Percy
  1. 10
    Comma 22 di Joseph Heller (fundevogel)
  2. 00
    Galina (une histoire russe) di Galina Vishnevskaya (Eustrabirbeonne)
    Eustrabirbeonne: Galina and Solzhenitsyn are friends (she and Rostropovich gave him sanctuary at their house in the 1960s, when he was expelled from University). There is great dark humour at comparing the way each of them describes the reactions at Stalin's death : the hysterical surge of grief in Leningrad where Galina lived; the joy of the convicts at the gulag, when they learned that the "ogre"had died at last.… (altro)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 158 citazioni

Inglese (37)  Francese (1)  Olandese (1)  Svedese (1)  Italiano (1)  Catalano (1)  Spagnolo (1)  Tutte le lingue (43)
Una prima considerazione va fatta in premessa; Padiglione Cancro è uno di quei testi che avevo in biblioteca in attesa del momento giusto per gustarlo; e quando il momento è finalmente arrivato sono andato in libreria per acquistare un’edizione più leggibile, i caratteri della Newton mi preoccupavano. Il libro non è più in produzione; nonostante sia un capolavoro della letteratura del secolo scorso; implacabile immagine dello stato della cultura e dell’editoria italiana. Il Padiglione cancro di Solzenicyn è uno spietato ritratto dell’Unione sovietica del dopo guerra, il mondo visto con gli occhi dei malati di cancro assume una dimensione universale; il particolare, questa volta, è un’analisi spietata e cruda delle libertà, o meglio dell’assenza delle stesse, nell’Unione sovietica; la paura della morte sovrasta quella del confino, della condanna, della perdita di dignità politica. Un puzzle con mille tasselli, ogni tassello un personaggio; anche se i due capisaldi sono Pavel Nikolaevic Rusanov, un diligente dirigente del partito, che la malattia mette di fronte alla realtà che lui stesso ha contribuito a creare: quella di un sistema inefficiente contraddistinto dalla mortificazione del popolo; in nome del quale e contro il quale il partito da anni governa; l’altro personaggio è Kostoglov, un ex deportato, che dalla sua esperienza derivata dalla voglia di chiedere un cambiamento ha trovato un nuovo equilibrio di vita; Kostoglov, il suo amore per la dottoressa Mina Gangart, rappresenta un vessillo di libertà, una sorta di pulsione inarrestabile. Padiglione cancro è un grande capolavoro, un lungo quadro che si compone di mille affreschi, che si sovrappongono e si dipanano con armonia ed efficacia. Lo spaccato dell’Unione sovietica del dopo Stalin non perde di valenza, perché, dopo Stalin, ci sono e ci saranno i suoi eredi; sempre in nome del popolo. ( )
  grandeghi | May 22, 2018 |
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori (27 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Solzhenitsyn, Aleksandrautore primariotutte le edizioniconfermato
Adrian, EsaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bethell, NicholasTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Burg, DavidTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Luoghi significativi
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
Incipit
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Tot overmaat van ramp was de kankerafdeling 'nummer dertien'.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Hoe we ook om wonderen lachen zolang we sterk en gezond en welvarend zijn: als het leven zo afgepaald en verkrampt wordt dat alleen een wonder ons kan redden, klampen we ons vast aan dit unieke uitzonderlijke wonder - en geloven erin!
Ultime parole
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
This work is the Cancer Ward, and should not be combined with
The Gulag Archipelago
.

The German edition "Krebsstation" was issued in two books and should not be combined with the single work listed.

The Finnish edition "Syöpäosasto" was issued in Keltainen Kirjasto in two volumes; the separate volumes should not be combined with the single work.

Deze Nederlandse uitgave is een gecombineerde uitgave van deel 1 en deel 2.
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (1)

"Cancer Ward" examines the relationship of a group of people in the cancer ward of a provincial Soviet hospital in 1955, two years after Stalin's death. We see them under normal circumstances, and also reexamined at the eleventh hour of illness. Together they represent a remarkable cross-section of contemporary Russian characters and attitudes. The experiences of the central character, Oleg Kostoglotov, closely reflect the author's own: Solzhenitsyn himself became a patient in a cancer ward in the mid-1950s, on his release from a labor camp, and later recovered. Translated by Nicholas Bethell and David Burg.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (4.07)
0.5
1 4
1.5 1
2 17
2.5 1
3 72
3.5 18
4 193
4.5 29
5 150

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 155,696,845 libri! | Barra superiore: Sempre visibile