Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Il sistema periodico (1975)

di Primo Levi

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
3,427642,791 (4.15)153
The Periodic Table is largely a memoir of the years before and after Primo Levi's transportation from his native Italy to Auschwitz as an anti-Facist partisan and a Jew.   It recounts, in clear, precise, unfailingly beautiful prose, the story of the Piedmontese Jewish community from which Levi came, of his years as a student and young chemist at the inception of the Second World War, and of his investigations into the nature of the material world. As such, it provides crucial links and backgrounds, both personal and intellectual, in the tremendous project of remembrance that is Levi's gift to posterity. But far from being a prologue to his experience of the Holocaust, Levi's masterpiece represents his most impassioned response to the events that engulfed him.   The Periodic Table celebrates the pleasures of love and friendship and the search for meaning, and stands as a monument to those things in us that are capable of resisting and enduring in the face of tyranny.… (altro)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 153 citazioni

Inglese (51)  Italiano (4)  Olandese (3)  Spagnolo (2)  Ebraico (1)  Danese (1)  Svedese (1)  Tedesco (1)  Tutte le lingue (64)
Mostra 4 di 4
Il sistema periodico è il quinto libro pubblicato da Primo Levi. Si tratta di una raccolta di racconti edita nel 1975. (fonte: Google Books)
  MemorialeSardoShoah | May 27, 2020 |
Raccolta di racconti, legati dai nomi di materie chimiche, abbastanza bella. Si scontra con la chimica, materia che ho sempre odiato e non mi ha mai interessato (come fisica). Un po' sfilacciata nella forma, come se il tempo andasse avanti o indietro: storie di vita, di lavoro, di familgia.....di tutto un po'. ( )
  sbaldi59 | Apr 13, 2020 |
La chimica per Primo Levi non è stata solo un mestiere. Grazie agli alambicchi ed ai misurini, Primo ha potuto avere una patata al giorno in più ad Aushwitz; e salvarsi la vita; per raccontare al mondo intero l’orrore della follia nazista. Ed il grande scrittore torinese ha dedicato alla chimica un libro di racconti, il sistema periodico. Che non ha alcun rapporto con la chimica in senso stretto; se non per aver dedicato ogni paragrafo ad un elemento. Anzi ad ogni elemento del sistema periodico. Per il resto, fermo rimanendo la grande capacità di scrittura e di racconto, è un libro in gran parte autobiografico di altissimo livello. D’altronde è lo standard a cui Levi ha abituato i suoi lettori. Splendido un passaggio che riporto integralmente: “Io pensavo ad un’altra morale, più terrena e concreta, e credo che ogni chimica militante lo potrà confermare: che bisogna diffidare del quasi uguale, del praticamente identico; del pressappoco, dell’oppure, di tutti i surrogati e di tutti i rappezzi. Le differenze possono essere piccole, ma portano a conseguenze radicalmente diverse, con gli echi degli scambi, il mestiere del chimico consiste in buona parte nel guardarsi da queste differenze, nel conoscerle da vicino, nel prevedere gli effetti. Non solo il mestiere del chimico”. ( )
  grandeghi | Feb 20, 2020 |
il Primo Levi che avevo conosciuto sinora era quello di "Se questo è un uomo", de "La tregua" e de "I sommersi e i salvati", ossia il Levi del dolore, dell'orrore, del baratro della ragione che ha inghiottito vite, generazioni e città, il Levi morto probabilmente suicida che dall'orrore era sì tornato, ma senza riuscire ad uscirne.
sinceramente non avevo tanta voglia di leggere altro di questo autore: sapevo che andava letto, ma sempre più spesso mi capita di aver voglia di levità.
ho notato "Il sistema periodico" in un paio di librerie qui su aNobii, mi ha incuriosito il titolo, con il richiamo alla tavola degli elementi che mi ha riportato agli anni del liceo, quando la mia coscienza civica si formava e affrontavo i primi libri di Levi, così mi sono lanciata.
e mi sono ritrovata nell'Italia del "prima": di prima della guerra, della dittatura, delle leggi razziali...di quando Levi studiava al liceo e prendeva poi la decisione sulla facoltà universitaria; poi nell'italia del "durante", quando Levi non poteva finire l'università o frequentare i laboratori, non poteva cercarsi un lavoro, e per finire nell'Italia del "dopo" , del ritorno, della ricostruzione di vite e anime (laddove si poteva).
ho scoperto un Levi diverso: narratore della quotidianità; prendendo ogni volta ad esempio le caratteristiche di un elemento chimico (l'inerzia, la pesantezza, l'irritabilità, l'instabilità, la rarità, il fondersi o meno...) lui racconta storie, pezzi di vita, eventi e persone
  ShanaPat | Jul 31, 2012 |
Mostra 4 di 4
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori (6 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Levi, Primoautore primariotutte le edizioniconfermato
Ascherson, NealIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
De Matteis-Vogels, FridaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Riu, XavierTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Rosenthal, RaymondTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Roth, PhilipIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Dati dalle informazioni generali olandesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Data della prima edizione
Personaggi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Luoghi significativi
Eventi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Ibergekumene tsores iz gut tsu dertseylin. (E' bello raccontare i guai passati)
Dedica
Incipit
Ci sono, nell'aria che respiriamo, i cosiddetti gas inerti.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

The Periodic Table is largely a memoir of the years before and after Primo Levi's transportation from his native Italy to Auschwitz as an anti-Facist partisan and a Jew.   It recounts, in clear, precise, unfailingly beautiful prose, the story of the Piedmontese Jewish community from which Levi came, of his years as a student and young chemist at the inception of the Second World War, and of his investigations into the nature of the material world. As such, it provides crucial links and backgrounds, both personal and intellectual, in the tremendous project of remembrance that is Levi's gift to posterity. But far from being a prologue to his experience of the Holocaust, Levi's masterpiece represents his most impassioned response to the events that engulfed him.   The Periodic Table celebrates the pleasures of love and friendship and the search for meaning, and stands as a monument to those things in us that are capable of resisting and enduring in the face of tyranny.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Azoto, carbonio, idrogeno, oro, arsenico... Sono ventuno gli elementi chimici che dànno il titolo ai racconti di questo libro, e ventuno i capitoli di un'autobiografia che per affinità e accostamenti corre sul filo di una storia personale e collettiva, affondando le radici nell'oscura qualità della materia, raccontando le storie di un mestiere «che è poi un caso particolare, una versione piú strenua del mestiere di vivere». È questo il gigantesco minuscolo gioco che lega osservazione, memoria, scrittura: ne esce ricostruita la vicenda di una formazione maturata negli anni del fascismo, poi nelle drammatiche vicende della guerra: di chi, partendo dalla concretezza del lavoro, impara a capire le cose e gli uomini, a prendere posizione, a misurarsi con ironia e autoironia. Un De rerum natura metafora dell'esistenza, in cui emergono, nel volgersi del racconto, stranezze, fallimenti e riuscite imprevedibili.
(piopas)
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (4.15)
0.5 1
1 3
1.5 1
2 13
2.5 7
3 65
3.5 26
4 208
4.5 41
5 191

Penguin Australia

3 edizioni di questo libro sono state pubblicate da Penguin Australia.

Edizioni: 0141185147, 0141399449, 0241956811

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 158,972,048 libri! | Barra superiore: Sempre visibile