Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Una stanza tutta per sé

di Virginia Woolf

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
10,525140507 (4.12)1 / 515
In A Room of One's Own, Virginia Woolf imagines that Shakespeare had a sister: a sister equal to Shakespeare in talent, equal in genius, but whose legacy is radically different.This imaginary woman never writes a word and dies by her own hand, her genius unexpressed. But if only she had found the means to create, urges Woolf, she would have reached the same heights as her immortal sibling. In this classic essay, Virginia Woolf takes on the establishment, using her gift of language to dissect the world around her and give a voice to those who have none. Her message is simple: A woman must have a fixed income and a room of her own in order to have the freedom to create. Annotated and with an introduction by Susan Gubar… (altro)
Aggiunto di recente dabiblioteca privata, Rennie80, TCCNorwalk, tacorder, levipup, ArabellaFasham, FageisBeech, patrped
Biblioteche di personaggi celebriBarbara Pym, Leonard and Virginia Woolf, H.D., Astrid Lindgren, Rex Stout, Sylvia Plath
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

» Vedi le 515 citazioni

Inglese (125)  Spagnolo (4)  Italiano (2)  Svedese (2)  Catalano (2)  Francese (2)  Olandese (1)  Norvegese (1)  Tedesco (1)  Tutte le lingue (140)
Mostra 2 di 2
Un breve saggio che si occupa della condizione della donna in tutte le sue sfaccettature: dall'ambito sociale a quello storico, passando per quello artistico e culturale. Non mancano inoltre svariate riflessioni sul rapporto fra i due sessi, dato che la situazione femminile non sarebbe quella che è se non fosse per gli uomini.
L' argomento dell'emancipazione della donna è importantissimo, ma è anche molto abusato; quello che rende questo trattato diverso dalle altre miriadi di studi sull'argomento è lo stile brillante, ironico e multiforme. La vivacità e l'inventiva della Woolf permeano l'opera conferendole un'impronta tutta personale, e quel che viene fuori è un originale mix di narrativa e saggistica.
Per concludere: leggere questo libro non mi ha sconvolto la vita, perchè è molto breve ma soprattutto perchè è figlio del suo tempo, quindi molte idee sono sorpassate; eppure raramente mi è capitato tra le mani un saggio così ben scritto ed a suo modo anche appassionante. ( )
1 vota Lilirose_ | Mar 12, 2017 |
Un saggio geniale della grande scrittrice che offre la lucida analisi del ruolo di intellettuale al femminile. La ricerca del proprio equilibrio è affrontata con fermezza e con ironia. Un tema che a dispetto dei tempi rimane attuale nel nostro paese, ancora immaturo nel confrontarsi con le giuste rivendicazioni delle donne. ( )
1 vota cometahalley | Mar 29, 2012 |
Mostra 2 di 2
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori (66 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Woolf, Virginiaautore primariotutte le edizioniconfermato
Aspesi, NataliaIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Beeke, AnthonProgetto della copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bell, VanessaImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bradshaw, DavidA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Clarke, Stuart N.A cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Del Serra, MauraTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gordon, MaryPrefazioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gubar, SusanA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pearson, DavidImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Simonsuuri, KirstiTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Stadtlander, BeccaIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Stevenson, JulietNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Valentí, HelenaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Waals-Nachenius, C.E. van derTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
Incipit
Ma, direte, Le abbiamo chiesto di parlare delle donne e il romanzo - cosa c'entra avere una stanza tutta per sé?
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

In A Room of One's Own, Virginia Woolf imagines that Shakespeare had a sister: a sister equal to Shakespeare in talent, equal in genius, but whose legacy is radically different.This imaginary woman never writes a word and dies by her own hand, her genius unexpressed. But if only she had found the means to create, urges Woolf, she would have reached the same heights as her immortal sibling. In this classic essay, Virginia Woolf takes on the establishment, using her gift of language to dissect the world around her and give a voice to those who have none. Her message is simple: A woman must have a fixed income and a room of her own in order to have the freedom to create. Annotated and with an introduction by Susan Gubar

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Conversazioni in corso

A Room of One's Own (2017) in Folio Society Devotees

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (4.12)
0.5 3
1 14
1.5 1
2 70
2.5 14
3 279
3.5 55
4 654
4.5 84
5 703

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

Penguin Australia

4 edizioni di questo libro sono state pubblicate da Penguin Australia.

Edizioni: 0141183535, 0141018984, 0141044888, 0734306555

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 163,328,501 libri! | Barra superiore: Sempre visibile