Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

The Hunger Games di Suzanne Collins
Sto caricando le informazioni...

The Hunger Games (edizione 2008)

di Suzanne Collins

Serie: Hunger Games (1)

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
65,519349615 (4.31)2 / 2471
In un futuro Nord America, dove i governanti di Panem mantengono il controllo attraverso una competizione televisiva annuale di sopravvivenza che mette l'uno contro l'altro i giovani di ciascuno dei dodici distretti, le abilit della sedicenne Katniss vengono messe alla prova quando prende volontariamente il suo giovane il posto della sorella. In a future North America, where the rulers of Panem maintain control through an annual televised survival competition putting young people from each of the twelve districts against one another, sixteen-year-old Katniss's skills are put to the test when she voluntarily takes her younger sister's place.… (altro)
Utente:dork87
Titolo:The Hunger Games
Autori:Suzanne Collins
Info:New York : Scholastic Press, 2008.
Collezioni:La tua biblioteca
Voto:*****
Etichette:Nessuno

Informazioni sull'opera

Hunger games di Suzanne Collins

  1. 8313
    Il gioco di Ender di Orson Scott Card (ekissel)
  2. 552
    Battle Royale di Koushun Takami (Kira, k1tsune)
    Kira: Battle Royale is more violent and lengthy but has a similar plot, with a class of children randomly selected each year to fight classmates to the death.
    k1tsune: Very similar.
  3. 5510
    Il donatore di Lois Lowry (writecathy)
  4. 5311
    Brutti di Scott Westerfeld (elephantshoe, TheDivineOomba, notemily, electronicmemory)
    elephantshoe: futuristic world again, but the teens have to compete and fight to the death in a televised reality show.
    notemily: A similar oppressive government, with a mysterious place "outside" the dystopia that may or may not exist.
  5. 404
    Divergent (Italian Edition) di Veronica Roth (foggidawn, anytsuj, readr, Tsana, frankiejones, al.vick)
    readr: Both stories feature a young woman fighting to survive in a brutal situation.
    Tsana: Similar dystopian teenager must fight the system YA book.
  6. 4714
    Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood (redpersephone, FFortuna)
    redpersephone: For adult or late teen fans, this has a female protagonist living in a dystopia where everyone has his or her own motives and secrets. Less gore, more sex.
    FFortuna: The Handmaid's Tale is more adult, but really not by much. They're very similar dystopias and both feature excellent, deep-first-person narratives.
  7. 353
    Graceling di Kristin Cashore (librarymeg, FantasyGirl2, saltypepper)
    saltypepper: The heroines' voices are very similar, maybe due to their similar response to the awful circumstances they find themselves in.
  8. 311
    Il labirinto di James Dashner (smammers, christmas6391, BrrgleBee)
    christmas6391: "Teenagers thrown into a hostile environment with no way out because of their corrupt societies," can be used to describe both of these books. The difference? In The Maze Runner, none of them remember anything before waking up in the maze.
  9. 379
    Il mondo nuovo di Aldous Huxley (TheDivineOomba)
  10. 291
    Il domani che verrà di John Marsden (BookLizard)
    BookLizard: The Hunger Games and Tomorrow, When the War Began have the same kind of feel - technically they're Science Fiction novels, but they feel more like survival stories with a bit of romance mixed in. I highly recommend both series.
  11. 327
    Fahrenheit 451 di Ray Bradbury (SandSing7)
  12. 273
    La lunga marcia di Stephen King (LadyHazy)
    LadyHazy: (not for young adult readers though, it's a lot more violent)
  13. 242
    Matched. La scelta di Ally Condie (Aerrin99)
    Aerrin99: Both books feature central heroines living in dystopian worlds that aren't quite what they seem. They each have an engaging romance and a story that digs behind the curtain of the society their characters live in.
  14. 203
    The City of Ember di Jeanne DuPrau (Bitter_Grace)
  15. 182
    L'uomo in fuga di Stephen King (MyriadBooks, levasssp)
    levasssp: similar plot. The Running Man is a TV gameshow that pits one man against hunters in an arena. If he makes it to the end alive, he wins.
  16. 141
    Unwind di Neal Shusterman (KenJenningsFan74)
  17. 120
    Come vivo ora di Meg Rosoff (bogreader)
  18. 110
    Birthmarked di Caragh M. O'Brien (PamFamilyLibrary, kathleen.morrow)
    PamFamilyLibrary: Intelligent, quickly paced YA dystopia.
    kathleen.morrow: Both have strong heroines in a dystopian society. Additionally, both have an interesting, but not overpowering romantic subplot.
  19. 2515
    1984 di George Orwell (GabbyReElle)
  20. 133
    La ragazza di fuoco di Suzanne Collins (sarkisi_beyaz)

(vedi tutti i 103 consigli)

BitLife (11)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Gruppo ArgomentoMessaggiUltimo messaggio 
 The Hunger Games: Life in the Capitol17 non letti / 17Chris123th, Settembre 2017
 Read YA Lit: Group Read: The Hunger Games106 non letti / 106pwaites, Febbraio 2014

» Vedi le 2471 citazioni

Inglese (3,393)  Spagnolo (27)  Olandese (17)  Tedesco (13)  Francese (8)  Italiano (6)  Portoghese (Portogallo) (4)  Svedese (3)  Danese (3)  Catalano (3)  Finlandese (3)  Norvegese (2)  Portoghese (Brasile) (1)  Aragonese (1)  Ungherese (1)  Latino (1)  Tutte le lingue (3,486)
1-5 di 6 (prossimo | mostra tutto)
Dopo aver sentito parlare di questo romanzo in lungo e in largo, mi aspettavo di più. Molto, molto di più.

Mi avevano detto che era estremamente crudo. Invece la protagonista, Katniss, non si trova mai davanti ad una vera e propria scelta tra sopravvivenza e morale (forse alla fine, ma dura un battito di ciglia, niente che possa lacerare il cuore del lettore). E mi aspettavo una protagonista decisamente più ca***ta, una che, da esperta cacciatrice, fosse in grado di fiutare le debolezze ed usarle a suo vantaggio. Invece se non fosse per gli altri – Haymitch, Cinna, Peeta, Rue e perfino Effie – non sarebbe quasi sicuramente sopravvissuta.
Per tutto il libro ho avuto l'impressione che Katniss fosse del tutto inconsapevole delle sue azioni, che si limitasse a lasciarsi trascinare dagli eventi. Paradossalmente, l'ho trovata un personaggio molto passivo. E molto, molto fortunata per essere finita nei terribili Hunger Games...

Peeta? Non sono riuscita a dubitare nemmeno un istante sul fatto che sia perdutamente cotto di Katniss e che la sua sia tutta una finzione a beneficio degli Hunger Games. Più maturo della sua amata (e anche mentalmente più sveglio), capisce subito come si gioca la partita.

Gli altri ragazzi scelti dalla mietitura. Muoiono tutti? Chi se ne importa. L'autrice non riesce a farci sentire il peso di queste morti. Il dramma di questo gioco crudele. E di conseguenza tutta l'imperfezione di questo mondo. D'altra parte, come potremmo avvertirla se non c'è dilemma e tensione morale da nessuna parte?

Haymitch è il mio personaggio preferito. L'unico che abbia capito tutto e che ritiene i suoi due protetti troppo ingenui per poter capire come funzionano le cose. Quindi non dice niente più dello stretto indispensabile ad entrambi.

Morale della favola, credo che Hunger Games sia stata una delle tante buone idee sprecate da troppa superficialità. Un'ennesima delusione. ( )
  lasiepedimore | Jul 31, 2023 |
Sinceramente, la parte relativa ai preparativi degli Hunger Games, non l'ho trovata granchè. Si salva l'ambientazione, la descrizione delle difficoltà dei distretti soprattutto se paragonati a un mondo decisamente avanzato e privo di carenze energetico/alimentari… ma poi… poi si entra nella classica atmosfera da grande fratello, e li la noia impera e dilaga. Vado avanti solo per curiosità: proprio io, che non ce la faccio a guardare sti programmi dove l'unico scopo è interessarsi morbosamente alle vite altrui, voglio quantomeno capire cosa abbia appassionato così tanto tutti coloro che hanno letto questa trilogia (o almeno il primo volume).

Nonostante il fatto che li dentro si debbano scannare l'uno con l'altro, gli eventi non mi prendono più di tanto. Nemmeno quando si inizia a parlare di alleanze, amicizie, strategie. Molte volte mi sembra fin troppo facile, con gli aiutini che arrivano quando ormai non ci sarebbe alcuna alternativa alla morte. E in più c'è l'onnipresente sensazione che li tutto sia costruito ad arte per arrivare in fondo, esattamente come nelle trasmissioni che la nostra tv trasmette ormai da anni.

L'unica sorpresa sono stati gli ibridi, anche se davvero non ho capito perchè siano stati introdotti. Ipotizzo soltanto che sia per lo stesso motivo per cui si descrivono le cure quasi miracolose che la protagonista riceve alla fine… ovvero per pura dimostrazione del livello scientifico/tecnologico che ha raggiunto il mondo futuro in cui è ambientata la storia. Ma perchè utilizzare i caduti per una cosa tanto crudele, salvo poi farli sparire una volta svolto il compitino? Proprio non riesco a dare un senso alla cosa, è davvero qualcosa di troppo esagerato e inumano per assere davvero credibile.

In ogni caso… sia la sorpresa appena descritta, sia gli interrogativi che nascono durante il viaggio che sta riportando a casa i due reduci (non riesco a inquadrarli in nessun'altra ottica, dato che non possono più essere loro stessi fino in fondo), mi spingono ad andare avanti per cercare risposte nei seguiti. Il che mi spinge a dare mezza stella in più rispetto alle tre che, in caso contrario, avrei dato davvero a stento. ( )
  albertoivan1981 | Apr 16, 2013 |
La storia non è del tutto originale, visto che "Battle Royale" è stato pubblicato in data antecedente, nel 2003.
Sembra essere stato scritto "a tavolino" con esperti di marketing, finalizzato a quel successo commerciale, che peraltro ha avuto, anche grazie alla recente uscita del film.
Comunque si legge tutto di un fiato, con una caratterizzazione dei personaggi e dei luoghi non troppo approfondita, ma volta soprattutto allo sviluppo della storia.
Più che di reality, si dovrebbe parlare di irreality: ne sono di esempio gli ibridi che spuntano verso la fine dei giochi, per rafforzare un finale che, altrimenti sarebbe stato quasi scontato. La scelta del genere distopico ha agevolato il lavoro l'autrice, nell'aggiungere nella storia elementi fantasy, non si è dovuta più di tanto preoccupare della congruenza degli stessi, con un ambiente reale, come nel caso degli aghi inseguitori; sarebbe stato più complicato utilizzando delle normali vespe o calabroni.
Lo stesso vale per quei medicinali portentosi che in un giorno guariscono dalla cancrena.
Che dire quindi dopo la lettura di questo libro?
Un buon libro commerciale, ma forse un pò troppo sopravvalutato dai giudizi entusiastici di migliaia di lettori di tutto il mondo! ( )
1 vota st_bruno | Feb 15, 2013 |
Un libro avvincente, del quale a breve si parlerà anche troppo, perché sta per uscire il film. Che andrò certamente a vedere. Come il primo Harry Potter, un altro libro per giovani adulti che a suo tempo mi fulminò, la segnalazione prima l’ho avuto dalle pagine della stampa progressista.
Infatti lo schema narrativo, che può ricordare il celeberrimo Battle Royale (ma quello parlava del conflitto generazionale, qui siamo dalle parti della lotta di classe), è profondamente legato al mondo attuale. Il romanzo è ambientato in una credibile distopia, caratterizzata da un 99% dell’umanità di schiavi affamati relegati in riserve specializzate a produrre beni che essi non consumano, mentre l’1% si appropria di tutto e vive nel lusso e nella tecnologia avanzata di una capitale imperiale. In un tempo lontano i Distretti (allora erano 13, ma sono diventati 12) hanno tentato la ribellione, e hanno perso. Perciò il 13° distretto non esiste più (ma chissà, forse se ne parlerà ancora) e gli altri dodici ogni anno pagano un crudele tributo, per il divertimento dei potenti e, soprattutto, per un tragico memento.
Siamo quindi dalle parti della fantascienza sociologica delle origini, attualizzata e intrecciata con gli schemi narrativi che hanno fatto la fortuna del manga giapponese e questo probabilmente spiega l’inspiegabile: ci ho fatto le due di notte, mi ci sono commossa fino alle lacrime, sono finita completamente dentro al mondo narrato (ho letto il secondo volume, aspetto il terzo) malgrado i limiti indubbi del modo di raccontare. Il versante rosa, in particolare, sconta il pubblico cui è destinato ed è piuttosto debole; in compenso il mondo creato e le parti d’avventura sono ottimi. La narrazione tutta in prima e al presente, dal punto di vista della protagonista che a lungo ne è testimone inconsapevole, funziona benissimo.
  patri50 | Aug 1, 2012 |
Sono arrivata a leggere questo libro dopo averne sentito i commenti positivi di alcuni ragazzi americani che ho incontrato quest'anno e sono felicissima di aver dato ascolto a loro! Prima i miei libri preferiti erano quelli di Harry Potter, sono stati tutta la mia infanzia e la mia fonte di ispirazione,ma dopo aver letto Hunger Games ho scoperto che c'era un altro libro capace di darmi grandi emozioni!Un libro con molti colpi di scena e dei personaggi a cui non si può restare indifferenti,sia in senso positivo come per Peeta,Cinna,Katniss e molti altri, che in senso negativo come Snow.Una storia che fa anche riflettere su una società che non si rende conto che si sta divertendo a spese di intere popolazioni, che è indifferente ai bisogni degli altri finchè i propri vengono soddisfatti, cosa che possiamo benissimo trovare anche nel mondo reale.
Vi consiglio di leggere tutti e tre i libri di Suzanne Collins perchè sono davvero meravigliosi e anche di vedere il film perchè è molto vicino al libro e gli attori sono stati molto bravi,hanno colto l'essenza dei loro personaggi. ( )
  Hbooks12 | May 22, 2012 |
Het verhaal, vertaald uit het Engels, speelt zich af in de toekomst. Na een burgeroorlog is van Noord-Amerika het land Panem overgebleven, bestaande uit het welvarende Capitool met twaalf daaraan ondergeschikte districten, waarin veel armoede en onvrijheid heersen. In de jaarlijkse Hongerspelen moeten 24 kinderen, uit elk district een jongen en een meisje, strijden op leven en dood in een ‘Big Brother’-omgeving. Katniss Everdeen (16, ik-figuur) uit het 12e, armoedigste district springt in de bres voor haar jongere zusje Prim wanneer deze wordt uitgeloot. Na een wat aarzelend begin krijgt het verhaal vaart in het tweede en derde deel. Het thema is gedurfd: een strijd op leven en dood tussen twaalf- en achttienjarigen, als vorm van vermaak. Wie is de slimste overlever? De auteur creëert een eigen begrippenkader dat zijdelings doet denken aan Harry Potter. Ze combineert overlevingstechnieken uit de traditie van Jean Auels prehistorische romans met ultramoderne technologie. Het slot lijkt voorspelbaar, maar is dat niet. Spanning, romantiek en het open einde maken de lezer nieuwsgierig naar het volgende boek in deze serie, 'De Hongerspelen II: vlammen'*.
aggiunto da ARThurNOIRKE | modificaBiblion, C. la Roi
 

» Aggiungi altri autori (13 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Collins, Suzanneautore primariotutte le edizioniconfermato
Bützow, HeleneTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Brogli, SimonaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Carabén van der Meer, ArmandTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Chan, JasonImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Falco, PhilDesignerautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hachmeister, SylkeÜbersetzerautore secondarioalcune edizioniconfermato
Klöss, PeterÜbersetzerautore secondarioalcune edizioniconfermato
O'Brien, TimImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Paracchini, FabioTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Parisi, Elizabeth B.Progetto della copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Rusli, HetihTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Totth, BenedekTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato

Premi e riconoscimenti

Menzioni

Elenchi di rilievo

Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eventi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Happy hunger games! And may the odds be ever in your favor.
Dedica
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
For James Proimos
Incipit
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
When I wake up, the other side of the bed is cold.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
She reaches in, digs her hand deep into the ball, and pulls out a slip of paper. The crowd draws in a collective breath and then you can hear a pin drop, and I’m feeling nauseous and so desperately hoping that it’s not me, that it’s not me, that it’s not me.
As long as you can find yourself, you'll never starve.
"Was that what was in his pack at the feast? Body armor to defend against my arrows? Well, they neglected to send a face guard."
Ultime parole
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico
LCC canonico
In un futuro Nord America, dove i governanti di Panem mantengono il controllo attraverso una competizione televisiva annuale di sopravvivenza che mette l'uno contro l'altro i giovani di ciascuno dei dodici distretti, le abilit della sedicenne Katniss vengono messe alla prova quando prende volontariamente il suo giovane il posto della sorella. In a future North America, where the rulers of Panem maintain control through an annual televised survival competition putting young people from each of the twelve districts against one another, sixteen-year-old Katniss's skills are put to the test when she voluntarily takes her younger sister's place.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.
Riassunto haiku

Già recensito in anteprima su LibraryThing

Il libro di Suzanne Collins The Hunger Games è stato disponibile in LibraryThing Early Reviewers.

Discussioni correnti

Nessuno

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (4.31)
0.5 14
1 155
1.5 18
2 451
2.5 87
3 2280
3.5 536
4 6672
4.5 1048
5 10175

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 208,787,931 libri! | Barra superiore: Sempre visibile