Pagina principaleGruppiConversazioniEsploraStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Il caso Jane Eyre (2001)

di Jasper Fforde

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

Serie: Thursday Next (1)

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
14,778581306 (3.98)3 / 1166
There is another 1985, somewhere in the could-have-been, where dodos are regenerated in home-cloning kits and everyone is disappointed by the ending of Jane Eyre. But in this world there are policemen who can travel across time, a Welsh republic - and a woman called Thursday Next.
  1. 422
    Jane Eyre di Charlotte Brontë (Kerian)
    Kerian: If for some reason you read The Eyre Affair without having read Jane Eyre, I definitely recommend it. It will certainly be interesting to read and is a very good book.
  2. 2710
    Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams (coliemta)
    coliemta: One's more literary and the other more science-fiction-y, but they're both bizarre, hilarious and similar in feel. Most people who like one will enjoy the other.
  3. 162
    Buona Apocalisse a tutti! di Terry Pratchett (flonor)
  4. 145
    L' investigatore olistico Dirk Gently di Douglas Adams (sanddancer)
  5. 83
    To Say Nothing of the Dog di Connie Willis (simon_carr)
    simon_carr: Similar light hearted style and 'book travelling' rather than time travelling but chances are if you like one then you'll like the other.
  6. 50
    Aberystwyth Mon Amour di Malcolm Pryce (ten_floors_up)
    ten_floors_up: This and the other books in the Aberystwyth series share a specifically British alternative universe, and a dollop of entertainingly twisted literary pastiche.
  7. 84
    Shades of Grey: The Road to High Saffron di Jasper Fforde (shallihavemydwarf)
  8. 40
    Libriomancer di Jim C. Hines (TomWaitsTables)
  9. 41
    La città dei libri sognanti di Walter Moers (ShelfMonkey)
  10. 96
    Cime tempestose di Emily Brontë (lauranav)
    lauranav: The Eyre Affair has a great scene of an anger management session in Wuthering Heights!
  11. 42
    La tredicesima storia di Diane Setterfield (norabelle414)
  12. 10
    Just One Damned Thing After Another di Jodi Taylor (SimoneA)
    SimoneA: While one is about travelling through time and the other about travelling through books, the atmosphere of these book (series) is very similar, with a strong female lead and a crazy set of side characters.
  13. 21
    Manuale di investigazione di Jedediah Berry (Katie.Loughlin)
    Katie.Loughlin: The two books have very similar flavor, but The Manual of Detection is a darker fantasy novel.
  14. 10
    The Unlikely Escape of Uriah Heep di H. G. Parry (timtom)
    timtom: If you wish more literary characters escaped the pages of their books to mingle in our own contemporary reality, head to Wellington, New Zealand where Dickensian villains might just about destroy everything...
  15. 11
    Schrödinger's Ball di Adam Felber (fyrefly98)
  16. 00
    The Blackouts di Robert Brockway (TomWaitsTables)
  17. 00
    Beforelife di Randal Graham (ShelfMonkey)
  18. 11
    La verità sul caso D di Carlo Fruttero (jonathankws)
  19. 00
    Never the Bride di Paul Magrs (jonathankws)
  20. 22
    Who's Afraid of Beowulf? di Tom Holt (Dr.Science)
    Dr.Science: The English author Tom Holt is relatively unknown in America, but very popular in England. If you enjoy Jasper Fforde or Christopher Moore you will most certainly enjoy Tom Holt's wry sense of English humor and the absurd. He has written a number of excellent books but they will be difficult to find at your library.… (altro)

(vedi tutti i 35 consigli)

Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Inglese (564)  Francese (6)  Tedesco (3)  Spagnolo (3)  Italiano (2)  Olandese (1)  Danese (1)  Tutte le lingue (580)
Mostra 2 di 2
Desideravo leggere questo libro da un bel po’: per questo ero felicissima all’idea di riceverlo, ma allo stesso tempo avevo paura di rimanere delusa. Fortunatamente, Il caso Jane Eyre si è rivelata una lettura divertente, immaginifica e assolutamente all’altezza delle mie aspettative!

Sin dalle prime pagine il lettore viene catapultato in quella che è un’ucronia (ovvero un mondo in cui la storia ha seguito un corso alternativo rispetto al nostro) condita con invenzioni incredibili sempre a metà tra la scienza vera e propria e la fantasia più sfrenata. Come potrete immaginare, questo porta a sviluppi socio-politici ben diversi da quelli del nostro mondo: Fforde è bravissimo nell’introdurre i vari elementi in modo naturale, senza fare la parte del “maestrino” e senza risultare eccessivo.
Un ottimo stratagemma che gli permette di delineare meglio il suo mondo, evitando l’infame infodump (ovvero la sensazione di leggere gli sproloqui di un autore sul mondo da lui creato), è l’inserimento di citazioni tratte da pseudobiblia all’inizio di ogni capitolo: interviste ai personaggi, biografie, manuali e saggi danno una sensazione di profondità e di credibilità, risultando spesso anche molto divertenti.
Un concetto-cardine dell’universo di Fforde è quella che, leggendo, ho ribattezzato “follia letteraria”: in questa versione alternativa del nostro mondo, infatti, le questioni letterarie sono molto più che semplici dibattiti culturali – fanno parte della vita sociale quasi al livello di questioni di etica e morale, talvolta persino con delle sfumature religiose. Anche le arti visive ricevono lo stesso trattamento e non mi stupirei se, nei prossimi libri della serie, si scoprisse che questo vale anche per la musica, ad esempio.
L’ho definita “follia” perché, anche se apparentemente sembrerebbe il paradiso, in realtà è anche un atteggiamento fautore di estremismi tutt’altro che pacifici. Diciamo che, per quanto io ami discutere di arte e letteratura, non mi farebbe affatto piacere venire picchiata perché apprezzo più una corrente piuttosto che un’altra (cosa che, in questo libro, accade). Ammetto, però, che ci sono diversi lati positivi che mi hanno entusiasmata e mi hanno fatto desiderare, per un momento, di vivere nel mondo di Fforde; un esempio su tutti, la rappresentazione del Riccardo III, vissuta direttamente dagli spettatori e incredibilmente sentita (molto simile, in un certo senso, alle odierne rappresentazioni del Rocky Horror Picture Show, come ad esempio quella del cinema Mexico a Milano).
C’è da dire, tuttavia, che questo mondo può essere apprezzato totalmente solo se si ha almeno un’infarinatura di letteratura inglese, direi quella che si può ottenere con un buon professore al liceo. In questo modo si riescono ad apprezzare alcuni dei discorso e varie allusioni. E’ ovvio, inoltre, che chi ha letto Jane Eyre parte “avvantaggiato” e sicuramente si divertirà di più nel vedere certe modifiche che Fforde ha apportato…

Tuttavia, le avventure di Thursday non sarebbe così piacevoli da leggere se lei non fosse una protagonista che vale la pena seguire: la nostra Detective Letteraria, infatti, è una donna molto sicura di sé, decisa e indipendente, simpatica sin dalle prime pagine. La storia è narrata principalmente dal suo punto di vista e questo ci permette di conoscerla meglio, di capire le sue reazioni e di iniziare a scavare nel suo passato; ho trovato l’approfondimento psicologico buono, anche se non eccellente. Thursday è sicuramente tridimensionale, ma in un certo senso mi è sembrato che l’autore abbia volutamente evitato di addentrarsi troppo in certi lati della nostra detective. Tuttavia, ho fiducia nel fatto che questo ottimo lavoro si approfondirà nei prossimi capitoli della saga.
Inoltre, credo che questa mia impressione si sia creata anche a causa dello stile dell’autore, che è medio, piano: è perfetto, per la sua scorrevolezza e la semplicità, per descrivere, per le scene d’azione, per l’umorismo, mentre si presta meno a rendere le scene più drammatiche, o comunque riflessive.
Altro personaggio che impedisce di staccarsi dalle pagine è Acheron Hades che, con un nome così, non può che essere il cattivo della storia. Assolutamente senza scrupoli, malvagio per il puro gusto di esserlo, le sue battute sono semplicemente mitiche e il compiacimento con cui porta a termine le proprie nefandezze è tale da risultare quasi comico. Si vede che l’autore spinge sull’acceleratore quando questo personaggi entra in scena: la sua caratterizzazione richiama fortemente quella dei cattivi dei cartoni animati della nostra infanzia, ovvero quegli antagonisti che non possono fare a meno di strapparci delle risate, pur ostacolando i buoni. Allo stesso tempo, però, alcune delle azioni di Hades sono tali da ridimensionare questa dimensione più comica, dandogli sfumature particolarmente inquietanti. Anche i suoi scagnozzi sono caratterizzati da questa duplicità: tra l’altro, la scena in cui li presenta mi è rimasta impressa per la sua ironia e mi ha fatto ridacchiare apertamente!
I comprimari (il fratello di Thursday, suo padre, i colleghi, i già citati scagnozzi, eccetera) sono tutti molto interessanti, tratteggiati quel che basta per dargli personalità e renderli simpatici al lettore.

Insomma, abbiamo un mondo fantastico, personaggi che acchiappano l’attenzione… aggiungeteci pure una trama non esente da colpi di scena e momenti di pathos (anche se è chiaro come il sole che si punta al classico “e vissero felici e contenti”), resa ancora più piacevole dalla natura quasi “episodica” del romanzo – ogni capitolo, come gli episodi di una serie tv, dà inizio e fine a certe avventure che portano, man mano, ad un avanzamento complessivo della trama principale – e avrete una lettura frizzante e fantastica, cui non vedrete l’ora di tornare. ( )
  Dasly | Feb 18, 2014 |
Fantastico! ( )
1 vota dalle8alle5 | Apr 26, 2010 |
Mostra 2 di 2
Fforde wears the marks of his literary forebears proudly on his sleeve, from Lewis Carroll and Wodehouse to Douglas Adams and Monty Python, in both inventiveness and sense of fun.
aggiunto da Katya0133 | modificaYale Review, David Galef (Oct 1, 2008)
 
Fforde delivers almost every sentence with a sly wink, and he's got an easy way with wordplay, trivia and inside jokes. ''The Eyre Affair'' can be too clever by half, and fiction like this is certainly an acquired taste, but Fforde's verve is rarely less than infectious.
 
A good editor might have trimmed away some of the annoying padding of this novel and helped the author to assimilate his heavy borrowings from other artists, but no matter: by the end of the novel, Mr. Fforde has, however belatedly, found his own exuberant voice.
 
THE EYRE AFFAIR is mostly a collection of jokes, conceits and puzzles. It's smart, frisky and sheer catnip for former English majors....And some of the jokes are clever indeed.
aggiunto da Shortride | modificaSalon, Laura Miller (Jan 24, 2002)
 
Dark, funny, complex, and inventive, THE EYRE AFFAIR is a breath of fresh air and easily one of the strongest debuts in years.
aggiunto da jburlinson | modificaLocus, Jonathan Strahan (Aug 1, 2001)
 

» Aggiungi altri autori (17 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Fforde, Jasperautore primariotutte le edizioniconfermato
Bussolo, EmilianoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gewurz, Daniele A.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Koen, ViktorImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Kruger, GabrielleNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Rostant, LarryImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Sastre, ElizabethNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Stern, LorenzTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Thomas, MarkImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
Per mio padre
John Standish Fforde
1921-2000

Che non ha mai saputo che sarei stato pubblicato ma ne sarebbe stato orgoglioso.
E anche un pò sorpreso.
Incipit
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
My father had a face that could stop a clock.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
The barriers between reality and fiction are softer than we think; a bit like a frozen lake. Hundreds of people can walk across it, but then one evening a thin spot develops and someone falls through; the hole is frozen over by the following morning. (Victor to Thursday)
Governments and fashions come and go but Jane Eyre is for all time.
It was a glorious sunny day, and the airship droned past the small puffy clouds that punctuated the sky like a flock of aerial sheep.
He wore thick glasses and mismatched clothes and his face was a moonscape of healed acne.
"You shot him six times in the face."
The dying killer smiled.
"That I remember."
"Six times! Why?"
Felix7 frowned and started to shiver.
"Six was all I had," he answered simply.
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Dati dalle informazioni generali francesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

There is another 1985, somewhere in the could-have-been, where dodos are regenerated in home-cloning kits and everyone is disappointed by the ending of Jane Eyre. But in this world there are policemen who can travel across time, a Welsh republic - and a woman called Thursday Next.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
È un 1985 diverso, in un mondo dove i libri sono il bene più prezioso. E i confini tra realtà e fantasia sono più morbidi del consueto. Mycroft, vecchio inventore, escogita un sistema per entrare di persona in romanzi e poesie. Acheron Hades, criminale diabolico, se ne appropria e rapisce "Jane Eyre" dal manoscritto originale di Charlotte Brontë: a indagare arriva Thursday Next, Detective Letteraria. Reduce dalla guerra di Crimea (che imperversa da centotrent'anni), ha in sospeso un amore. Le indagini la riportano a Swindon, sua città natale; sbarcata da un dirigibile di linea, salta in groppa a una fuoriserie decappottabile dai mille colori. Riuscirà a salvare Jane Eyre e a rimettere in la sua vita?
Riassunto haiku

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (3.98)
0.5 11
1 69
1.5 22
2 210
2.5 55
3 809
3.5 267
4 1659
4.5 219
5 1526

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 171,550,759 libri! | Barra superiore: Sempre visibile