Pagina principaleGruppiConversazioniEsploraStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

In difesa del cibo (2008)

di Michael Pollan

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
6,9661931,104 (4.01)176
"Eat food. Not too much. Mostly plants." These simple words go to the heart of food journalist Pollan's thesis. Humans used to know how to eat well, he argues, but the balanced dietary lessons that were once passed down through generations have been confused and distorted by food industry marketers, nutritional scientists, and journalists. As a result, we face today a complex culinary landscape dense with bad advice and foods that are not "real." Indeed, plain old eating is being replaced by an obsession with nutrition that is, paradoxically, ruining our health, not to mention our meals. Pollan's advice is: "Don't eat anything that your great-great grandmother would not recognize as food." Looking at what science does and does not know about diet and health, he proposes a new way to think about what to eat, informed by ecology and tradition rather than by the nutrient-by-nutrient approach.--From publisher description.… (altro)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 176 citazioni

Inglese (190)  Spagnolo (1)  Francese (1)  Italiano (1)  Tutte le lingue (193)
Forse pretendo troppo ma tutti i capitoli di questo libro sono estremamente importanti e meritano un'attenta lettura.
Dopo aver letto "Il dilemma dell'onnivoro" questo testo mi ha ancora di più interessato.
In un'epoca dove imperversano dietologi e scienziati della nutrizione con indicazioni spesso contraddittorie, Pollan esprime un suo punto di vista di estremo buon senso, da dati verificabili.
Cercherò di metterlo in pratica nel mio quotidiano approccio al cibo! ( )
  ginsengman | Aug 2, 2017 |
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori (5 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Michael Pollanautore primariotutte le edizionicalcolato
Brick, ScottNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Vlek, RonaldTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
For Ann and Gerry,
With gratitude for your loyal friendship
and inspired editing
Incipit
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eat food. Not too much. Mostly plants.
Citazioni
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
…the "what to eat" question is somewhat more complicated for us than it is for, say, cows. Yet for most of human history, humans have navigated the question without expert advice. To guide us we had, instead, Culture, which, at least when it comes to food, is really just a fancy word for your mother.
Ultime parole
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico
"Eat food. Not too much. Mostly plants." These simple words go to the heart of food journalist Pollan's thesis. Humans used to know how to eat well, he argues, but the balanced dietary lessons that were once passed down through generations have been confused and distorted by food industry marketers, nutritional scientists, and journalists. As a result, we face today a complex culinary landscape dense with bad advice and foods that are not "real." Indeed, plain old eating is being replaced by an obsession with nutrition that is, paradoxically, ruining our health, not to mention our meals. Pollan's advice is: "Don't eat anything that your great-great grandmother would not recognize as food." Looking at what science does and does not know about diet and health, he proposes a new way to think about what to eat, informed by ecology and tradition rather than by the nutrient-by-nutrient approach.--From publisher description.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (4.01)
0.5
1 13
1.5 2
2 46
2.5 16
3 275
3.5 71
4 689
4.5 75
5 454

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

Penguin Australia

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Penguin Australia.

» Pagina di informazioni sull'editore

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 171,570,099 libri! | Barra superiore: Sempre visibile