Pagina principaleGruppiConversazioniEsploraStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Cuore di tenebra (1899)

di Joseph Conrad

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiConversazioni / Citazioni
21,368353144 (3.56)2 / 1137
Romanzo breve, pubblicato nel 1902, è il più famoso di Joseph Conrad, ed è considerato un classico della letteratura inglese. Lo stile narrativo, a tratti impressionistico, ha ispirato molti scrittori moderni. Il racconto è ambientato nell'Africa nera, e esprime una critica al colonialismo basato su scopi commerciali; su un piano più profondo tocca il tema della lotta intima del conflitto con la propria parte ombra.A questo lungo racconto si sono ispirati vari film, fra cui Apocalypse Now.Traduzione di Silvia Cecchini.… (altro)
Aggiunto di recente dapschmidt5, lkaumans, katrinablair, AntiqueRoman, Forumbewohner, alainmagnan, StephanD, robchristine, biblioteca privata, czackwaltz
Biblioteche di personaggi celebriGillian Rose
  1. 211
    King Leopold's Ghost: A Story of Greed, Terror and Heroism in Colonial Africa di Adam Hochschild (baobab, chrisharpe)
  2. 100
    Gli occhi negli alberi di Barbara Kingsolver (baobab, WSB7)
    WSB7: Both about "colonialisms" abuses in the Congo, among other themes.
  3. 81
    Un americano tranquillo di Graham Greene (browner56)
    browner56: Powerful, suspenseful fictional accounts of the intended and unintended consequences of colonial rule
  4. 92
    Il crollo di Chinua Achebe (SanctiSpiritus)
  5. 51
    State of Wonder di Ann Patchett (DetailMuse)
    DetailMuse: Includes a quest for a Kurtz-like character.
  6. 62
    Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Céline (gust)
  7. 20
    Il sogno del celta di Mario Vargas Llosa (gust)
  8. 20
    Sterminate quelle bestie di Sven Lindqvist (Polaris-)
  9. 20
    Dancing in the Glory of Monsters: The Collapse of the Congo and the Great War of Africa di Jason Stearns (Utente anonimo)
  10. 20
    Le radici del cielo di Romain Gary (ursula)
  11. 20
    La regina d'Africa di C. S. Forester (Cecilturtle)
  12. 20
    Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson (Sylak)
    Sylak: Delving the depths of human savagery and corruption.
  13. 20
    Downward to the Earth di Robert Silverberg (aulsmith)
    aulsmith: Silverberg was inspired by Conrad's story to write Downward to Earth and makes some interesting comments on the themes that Conrad explores.
  14. 20
    Il lupo di mare di Jack London (wvlibrarydude)
  15. 10
    L' ultima spiaggia di Alex Garland (TomWaitsTables)
  16. 21
    Deserto d'acqua di J. G. Ballard (amanda4242)
  17. 21
    The Playmaker di Thomas Keneally (PilgrimJess)
    PilgrimJess: This book was influenced by Heart of Darkness and looks at the uncomfortable truths about bringing 'civilisation' to another country.
  18. 10
    Headhunter di Timothy Findley (chrisharpe)
    chrisharpe: "Headhunter" is a clever and well written fantasy on the theme of Kurtz.
  19. 10
    Fly Away Peter di David Malouf (lucyknows)
    lucyknows: Heart of Darkness by Joseph Conrad may be paired with Fly Away Peter by David Malouf as both authors show human nature to be hollow to the core.
  20. 10
    I Promise to Be Good: The Letters of Arthur Rimbaud (Modern Library Classics) di Arthur Rimbaud (slickdpdx)

(vedi tutti i 28 consigli)

Africa (3)
1890s (6)
Uni (5)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Inglese (313)  Spagnolo (9)  Catalano (7)  Italiano (4)  Olandese (4)  Tedesco (3)  Svedese (3)  Francese (3)  Danese (1)  Tagalog (1)  Finlandese (1)  Galiziano (1)  Tutte le lingue (350)
Mostra 4 di 4
“L’orrore! L’orrore”

La chiave di lettura di questo romanzo, cardine della produzione di Joseph Conrad, è appunto nelle due parole sopraccitate, ultima esclamazione prima di morire del misterioso, nonché enigmatico, signor Kurtz, principale artefice dello sfruttamento delle risorse locali ed estrema emanazione delle società europee ad esso collegate. Tutto il romanzo è un’immensa metafora-paradosso degli enormi guasti creati già nell’ottocento, dalla cosiddetta società civile occidentale, nei riguardi dei popoli “non civilizzati”, in questo caso riferito all’Africa e al pesante sfruttamento di cui furono oggetto le sue materie prime da parte delle nazioni europee che l’avevano colonizzata. Guasti che peseranno moltissimo quando poi il continente africano proverà a muoversi con delle proprie autonomie. La scrittura di Conrad è molto evocativa creando con rara arte luoghi ed atmosfere al limite della tangibilità, anche con l’efficace descrizione di veri e propri gironi infernali, dove agiscono poi gli allucinati personaggi, protagonisti del sistematico saccheggio in atto tra i recessi dei fiumi africani. Suggestivo il momento culminante del romanzo, a cui si è ispirato anche Francis Ford Coppola con il suo “Apocalypse now”, in cui, in un’atmosfera sospesa, vagamente metafisica, avviene l’incontro tra l’emissario della società e il carismatico Signor Kurtz: attraverso i dialoghi criptici tra i due verrà dispiegato tutto l’orrore che sta producendo la devastazione in atto, sia sugli uomini che sulle cose. Un esplicito atto d’accusa verso una socièta occidentale preoccupata già all’epoca soltanto di sopravvivere a se stessa; un drammatico richiamo alle responsabilità dei tanti “cuori di tenebra” che misero in atto quello scempio…

https://www.youtube.com/watch?v=SGyBvvbC_Mg

“Un corso d’acqua deserto, un grande silenzio e una foresta impenetrabile. L’aria era calda, densa, opprimente, stagnante. Non c’era gioia nello splendore del sole. I lunghi tratti di quel corso d’acqua procedevano deserti, nel buio di ombreggiate lontananze.”

“Nessuno sfoggio di eloquenza avrebbe potuto distruggere la fede di un uomo nell’umanità, più di quella sua ultima esplosione di sincerità. Lottava anche con se stesso. Lo vidi, lo udii. Vidi il mistero inconcepibile di un’anima che non conosceva né freno, né fede, né paura, e che pure lottava alla cieca con se stessa.”

“Aveva ricapitolato – aveva giudicato: “l’orrore!” Era un uomo notevole. Dopo tutto, aveva espresso una sorta di fede; con schiettezza, con convinzione; c’era nel suo sussurro una nota vibrante di rivolta, il volto terrificante della verità intravvista.” ( )
  barocco | Sep 26, 2017 |
Contro il colonialismo. Ma anche un bel libro d'avventura. ( )
  kristianopedia | Mar 15, 2014 |
Narra di esperienze nautiche come metafora del difficile percorso della vita. Bella denuncia dell'avidità degli occidentali verso i territori da colonizzare. Per essere dei primi del secolo scorso è molto attuale. ( )
  permario | Nov 11, 2009 |
La prima volta che vidi questo film (come già successe per La leggenda del pianista sull'oceano, poi rivalutato e apprezzato in seguito), mi addormentai. Il libro da cui era tratta la pellicola, ancora una volta (ri-vedi La leggenda del pianista...) mi venne in soccorso e dopo averlo letto, riuscii anche a guardare il film senza alcun problema di narcolessia.

Io non so scrivere buone recensioni, perché ho una pessima memoria e mi restano impresse solo le scene che mi hanno dato uno scossone emotivo e che spesso non sono fondamentali per la comprensione del fil. Tant'è, ci provo.

Durante una crociera, il marinaio Marlow racconta ad un gruppo di viaggiatori, il suo precedente viaggio in Congo: un viaggio soprattutto metaforico che si snoda con il sinuoso serpeggiare (il serpente è simbolo del male) sulle acque del Fiume Congo, che potrebbe rappresentare l'Acheronte dantesco dal quale venivano traghettate le anime dei peccatori.

Il libro è un susseguirsi di citazioni e rimandi, cosa che mi ha spinto a fare ricerche su ricerche, più per interesse personale che per fini didattici. Certo: ho preso trenta e lode (il secondo della mia carriera) e no nci sputo certo su, però sono soprattutto soddisfatta di aver trovato legami, citazioni ed aver sciolto metafore.

Ma torniamo a Marlow: in realtà lui si imbarca per compiere una spedizione verso il Congo per conto di una compagnia per il trasporto dell'avorio. Costretto a fermarsi dentro il 'cuore di tenebra' per riparare l'imbarcazione danneggiata, Marlow scopre una realtà spaventosa: quella dello sfruttamento dei cosidetti 'selvaggi' e del tentativo di civilizzazione da parte degli occidentali, da sempre consideratisi superiori. E' bene ricordare, ogni tanto, che gli indigeni di questi luoghi siti in culo al mondo, hanno sempre vissuto in armonia e in simbiosi con la natura, prima che arrivassero i colonizzatori e sinonimi vari. Il libro, infatti, racconta metaforicamente (ma solo a chi ha orecchie per intendere...) il tentativo dell'occidente di conquistare e troppo spesso distruggere, tutto ciò che è 'altro' e costringerlo all'omologazione.

Una figura che torna spesso nei racconti dei compagni di viaggio di Marlow, è quella di Kurtz: uno dei più esperti ed odiati commercianti di avorio che vive nel cuore della giungla, venerato alla stregua di una divinità dai 'selvaggi', grazie al suo carisma.

[la citazione deandreiana è d'obbligo: Uomini senza fallo, semidei...]

Quella di Kurtz è una presenza-assenza inquietante che aleggia lungo tutto il viaggio e per Marlow, il desiderio di conoscerlo diventa quasi un'ossessione.

Mi fermo qui perché sto per svelarvi la fine, lo sento...

Vorrei però soffermarmi su qualche 'scoperta' (probabilmente ci saranno tomi di trecento pagine che affrontano l'argomento, ma per me resta una scoperta).

Innanzittutto la simbologia numerica che ricorre spesso nel libro, in particolare per quanto riguarda il numero TRE che, anche un'agnostica 'gnurant come me, sa che è legato alla Trinità. No, non mi riferisco ad Aldo, Giovanni e Giacomo, se è quello che state pensando!

Comunque, dicevo del tre: il libro è diviso in 3 parti, Marlow interrompe la narrazione 3 volte, le stazioni lungo il fiume sono 3 e 3 sono i personaggi principali del libro (il Narratore, Marlow e Kurtz). Infine, 3 sono le chiavi di lettura: avventura, religione ed economia.

Inoltre, un'altra caratteristica del libro è la presenza de i contrasti come luce/tenebra, bianco/nero, civile/selvaggio.

Il libro, come già detto, è una gran fonte di citazioni, una su tutte: La terra desolata di T.S.Eliot, che però vi recensirò un'altra volta, se no impallo il blogghe.

Forse la lettura di Cuore di tenebra è unpo' pesantuccia, però ne vale la pena, soprattutto se associato al film Apocalypse Now di Coppola (ambientato in Vietnam).
  juliacarta | Feb 5, 2008 |
Mostra 4 di 4

» Aggiungi altri autori (138 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Conrad, Josephautore primariotutte le edizioniconfermato
Branagh, KennethNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Butcher, TimIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Freissler, Ernst WolfgangÜbersetzerautore secondarioalcune edizioniconfermato
Goonetilleke, D. C. R. A.A cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Harding, JeremyIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Kish, MattIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Kivivuori, KristiinaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lesage, ClaudineTraductionautore secondarioalcune edizioniconfermato
O'Prey, PaulIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Pirè, LucianaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Vancells i Flotats, MontserratTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Watts, CedricA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Westerdijk, S.Postfazioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Westerdijk, S.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Wilson, A. N.Prefazioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Zapatka, ManfredSprecherautore secondarioalcune edizioniconfermato

È contenuto in

È rinarrato in

Ha l'adattamento

Riceve una risposta in

Ha ispirato

Ha come guida di riferimento/manuale

Ha uno studio

Ha come commento al testo

Ha come guida per lo studente

Ha come guida per l'insegnante

Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Eventi significativi
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Dedica
Incipit
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
The Nellie, a cruising yawl, swung to her anchor without a flutter of the sails, and was at rest. The flood had made, the wind was nearly calm, and being bound down the river, the only thing for it was to come to and wait for the turn of the tide.
Citazioni
Solamente quell'oscurità verso ovest, incombente sui tratti più alti del fiume, si andava di minuto in minuto facendo più cupa, come adirata all'avvicinarsi del sole.
Guardare una costa mentre scivola via lungo la nave è come meditare su un enigma. Eccola lì davanti a voi: sorridente, corrucciata, invitante, grandiosa, meschina, insulsa, selvaggia – ma sempre muta e con l'aria di sussurrare: «vieni a vedere».
Che buffa cosa la vita – questo misterioso concatenarsi di una logica implacabile per uno scopo tanto futile. Il più che se ne possa sperare è una qualche conoscenza di se stessi – che giunge troppo tardi – e una messe d'inestinguibili rimpianti. Ho lottato con la morte. È la contesa meno eccitante che si possa immaginare.
Ultime parole
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (1)

Romanzo breve, pubblicato nel 1902, è il più famoso di Joseph Conrad, ed è considerato un classico della letteratura inglese. Lo stile narrativo, a tratti impressionistico, ha ispirato molti scrittori moderni. Il racconto è ambientato nell'Africa nera, e esprime una critica al colonialismo basato su scopi commerciali; su un piano più profondo tocca il tema della lotta intima del conflitto con la propria parte ombra.A questo lungo racconto si sono ispirati vari film, fra cui Apocalypse Now.Traduzione di Silvia Cecchini.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (3.56)
0.5 27
1 251
1.5 33
2 609
2.5 96
3 1257
3.5 240
4 1549
4.5 148
5 1220

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

Penguin Australia

4 edizioni di questo libro sono state pubblicate da Penguin Australia.

Edizioni: 0143106589, 014356644X, 0241956803, 0141199784

Tantor Media

2 edizioni di questo libro sono state pubblicate da Tantor Media.

Edizioni: 1400100615, 1400108462

Urban Romantics

2 edizioni di questo libro sono state pubblicate da Urban Romantics.

Edizioni: 1909175978, 1909175986

Recorded Books

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Recorded Books.

» Pagina di informazioni sull'editore

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 174,229,641 libri! | Barra superiore: Sempre visibile