Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

La certosa di Parma (1839)

di Stendhal

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
3,724662,480 (3.77)166
The Charterhouse of Parma (1839) is a compelling novel of passion and daring, of prisons and heroic escape, of political chicanery and sublime personal courage. Set at the beginning of the nineteenth century, amidst the golden landscapes of northern Italy, it traces the joyous but ill-starredamorous exploits of a handsome young aristocrat called Fabrice del Dongo, and of his incomparable aunt Gina, her suitor Prime Minister Mosca, and Clelia, a heroine of ethereal beauty and earthly passion.These characters are rendered unforgettable by Stendhal's remarkable gift for psychological insight. `Never before have the hearts of princes, ministers, courtiers, and women been depicted like this,' wrote Honore de Balzac. `Stendhal's tableau has the dimensions of a fresco but the precision of theDutch masters.'The great achievement of The Charterhouse of Parma is to conjure up the excitement and romance of youth while never losing sight of the harsh realities which beset the pursuit of happiness, nor the humour and patient irony with which these must be viewed. This new translation captures Stendhal'snarrative verve, while the Introduction explores the novel's reception and the reasons for its enduring popularity and power.… (altro)
  1. 20
    Il rosso e il nero di Stendhal (Utente anonimo)
  2. 20
    Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa (P_S_Patrick)
    P_S_Patrick: These two books have a fair bit in common, though much is different between them too. They both are set in Italy and are concerned with court and family life, with politics, and the state of the country at the time they were written. The Charterhouse is set mainly in the north, around Milan, Parma, and Lake Como, near the Swiss border, in the first half of the 19th Century. The Leopard is set in the South, much of it in Sicily, starting over halfway through the 19th Century and ending in the next one. Stendhal writes dramatically about adventures and high emotions, whereas Lampedusa is far less baroque about it and writes with greater reserve and elegance. Together these books complement each other and give the reader a reasonably balanced view of Italian life over around a 100 years. Readers are likely to prefer one book over the other, but I am sure that if they enjoyed one they are very likely to enjoy the other. There are passages in the Charterhouse that outshine the best in the Leopard, but I prefer the latter due to it being nearer to perfection when taken as a whole.… (altro)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 166 citazioni

Inglese (42)  Italiano (7)  Spagnolo (5)  Catalano (3)  Olandese (2)  Francese (2)  Vietnamita (1)  Ebraico (1)  Svedese (1)  Tedesco (1)  Danese (1)  Tutte le lingue (66)
1-5 di 7 (prossimo | mostra tutto)
Ho affrontato questo classico della letteratura in un buon momento di lettura. Avevo lena, forza e coraggio. Ma ho avuto serie difficoltà a portarlo a termine. Romanzo storico per definizione, “La certosa di Parma” è uno spaccato dell’Italia napoleonica. Un paese diviso tra tradizioni reazionarie e spinte liberali. E’ la storia di Fabrizio, ventenne indomito, delle sue speranze, dei suoi impulsi al cambiamento, della sua condanna, della sua prigionia, dei suoi amori. Con uno sfondo ricco, quello delle corti italiane, con le loro congiure, le loro grandezze e le loro meschinità. Sicuramente un grande libro ma io, ripeto, ho avuto grandi difficoltà nel leggerlo. Avevo difficoltà nel prenderlo in mano, nonostante una volta aperto la lettura è abbastanza agevole. Forse le troppe interruzioni mi hanno distratto e fatto perdere il filo. Ma, oggettivamente, mi sono trascinato nella lettura. E questo è, purtroppo, l’elemento prevalente. ( )
  grandeghi | Aug 2, 2020 |
C'è una dose considerevole di geografia, di storia, di autobiografia in questo romanzo: l'Italia della Restaurazione, l'Italia amata e visitata dall'autore, che è l'ambiente in cui si svolge la vita avventurosa e movimentata del giovane Fabrizio Del Dongo.

L'ambiente però è ristretto a quello della nobiltà (quasi tutti i personaggi sono nobili o loro servitori): una classe (almeno per come è presentata nel romanzo) che si può ben definire parassitaria, tutta presa da vacue ostentazioni, scialo di ricchezze, intrighi incessanti, orgogli reazionari. In quest'ambiente Fabrizio passa dall'infanzia un po' asfissiante nella sua famiglia d'origine all'esilio per sospetto giacobinismo, da cui la zia Gina, che lo ama, lo fa uscire dopo aver progettato per lui una carriera ecclesiastica, e lo introduce alla corte di Parma. In questo staterello dispotico Fabrizio resta preso nelle trame di corte e finisce prigioniero nella sinistra Cittadella, dove vive il più intenso dei suoi amori, per la pia Clelia Conti, e da cui la zia riesce a farlo evadere; ma fuori non lo attende la felicità.

Fabrizio non sa dare una direzione alla sua vita, che per lo più è indirizzata un po' da scelte fatte da altri e un po' dal caso, e si muove nel mondo tra ingenuità, tenerezza e impulsi amorosi. Più pronunciati sono la zia Gina, passionale e intraprendente, il conte Mosca, ministro capace e scaltro, e il principe di Parma, odioso tiranno. Lo sfondo è l'Italia settentrionale intorno al 1820, di cui viene data una rappresentazione con molti dettagli ma anche con molte libertà, e probabilmente non del tutto realistica.

Un po' di storia, un po' d'avventura, un po' di intrigo, un po' d'amore, un pizzico di cappa e spada, il tutto ambientato nell'alta società: sono gli ingredienti di una vicenda che forse dovrebbe essere appassionante, ma a me è sembrata non troppo interessante. Forse anche perché è narrata in una lingua ordinaria, lo stile è piatto, l'andamento un po' prolisso e sconnesso, e la conclusione davvero un po' troppo sbrigativa. ( )
  Oct326 | May 3, 2020 |
843.7 STE
  ScarpaOderzo | Apr 18, 2020 |
Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo del silenzio, lo spazio simbolico dell'isolamento e della rinuncia: la Certosa di Parma.
Si può dire che l'argomento centrale del capolavoro di Stendhal sia, come in altri suoi libri, l'Italia e l'idea di osservare un costume particolare degli italiani, cioè "l'arte di andare a caccia della felicità", attraverso le tre figure di Fabrizio del Dongo, della duchessa Sanseverina e del conte Mosca. L'Italia viene indicata come la terra di folli passioni amorose, che non esistono più altrove. Un territorio inenarrabile come quello di ogni vicenda epica, in un'epoca vaga come quella dei film western, con una Parma che non è mai esistita e una pianura lombardo-padana popolata solo da sbirri, canaglie e anime appassionate... La nuova, bellissima, traduzione della Certosa a cura di uno scrittore sensibile agli umori padani.
  kikka62 | Feb 3, 2020 |
CLASSICI TASCABILI
  Vincenzop. | Mar 18, 2018 |
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori (47 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Stendhalautore primariotutte le edizioniconfermato
Bair, LowellTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Balzac, Honoré deCommentaryautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bellocchio, PiergiorgioIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bengtsson, GunTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Bengtsson, Nils A.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Berges, ConsueloTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Busoni, RafaelloIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Cantwell, RobertA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gimferrer, PereTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hewlett, MauriceIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Hill, JamesImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Howard, RichardTranslator & Afterwordautore secondarioalcune edizioniconfermato
Levin, HarryIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Loyd, Lady MaryTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Martineau, HenriA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Mendelsohn, DanielCommentaryautore secondarioalcune edizioniconfermato
Parker, Robert AndrewIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Sbarbaro, CamilloTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Scott Moncrieff, C. K.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Shaw, Margaret R. B.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Sturrock, JohnIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Tadini, EmilioTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Zanelli Quarantini, FrancaA cura diautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Già mi fur dolci inviti a empir le carte
i luoghi ameni.
Ariosto, Satira IV
Dedica
Incipit
Il 15 maggio 1796 il generale Bonaparte entrò in Milano alla testa di quel giovane esercito che aveva passato il ponte di Lodi e dimostrato al mondo che, dopo tanti secoli, Cesare e Alessandro avevano un successore.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
DDC/MDS Canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese

Nessuno

The Charterhouse of Parma (1839) is a compelling novel of passion and daring, of prisons and heroic escape, of political chicanery and sublime personal courage. Set at the beginning of the nineteenth century, amidst the golden landscapes of northern Italy, it traces the joyous but ill-starredamorous exploits of a handsome young aristocrat called Fabrice del Dongo, and of his incomparable aunt Gina, her suitor Prime Minister Mosca, and Clelia, a heroine of ethereal beauty and earthly passion.These characters are rendered unforgettable by Stendhal's remarkable gift for psychological insight. `Never before have the hearts of princes, ministers, courtiers, and women been depicted like this,' wrote Honore de Balzac. `Stendhal's tableau has the dimensions of a fresco but the precision of theDutch masters.'The great achievement of The Charterhouse of Parma is to conjure up the excitement and romance of youth while never losing sight of the harsh realities which beset the pursuit of happiness, nor the humour and patient irony with which these must be viewed. This new translation captures Stendhal'snarrative verve, while the Introduction explores the novel's reception and the reasons for its enduring popularity and power.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (3.77)
0.5
1 8
1.5 1
2 36
2.5 15
3 115
3.5 25
4 169
4.5 28
5 115

Penguin Australia

Una edizione di quest'opera è stata pubblicata da Penguin Australia.

» Pagina di informazioni sull'editore

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 158,951,224 libri! | Barra superiore: Sempre visibile