Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Fatherland (1992)

di Robert Harris

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
4,054972,168 (3.79)145
Fatherland is set in an alternative world where Hitler has won the Second World War. It is April 1964 and one week before Hitler's 75th birthday. Xavier March, a detective of the Kriminalpolizei, is called out to investigate the discovery of a dead body in a lake near Berlin's most prestigious suburb. As March discovers the identity of the body, he uncovers signs of a conspiracy that could go to the very top of the German Reich. And, with the Gestapo just one step behind, March, together with an American journalist, is caught up in a race to discover and reveal the truth - a truth that has already killed, a truth that could topple governments, a truth that will change history.… (altro)
Aggiunto di recente damrcslttr, mikec42, SvenjaT, dbkfrank, p5ntangle, Sungil, RuudVonVenterooy, dereric, LachlanRurlander
Biblioteche di personaggi celebriGillian Rose
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 145 citazioni

Inglese (78)  Francese (6)  Italiano (5)  Spagnolo (3)  Finlandese (1)  Olandese (1)  Tedesco (1)  Tutte le lingue (95)
Mostra 5 di 5
Si tratta di una spy story ucronica ambientata in una Germania nazista uscita, di fatto, vincitrice dalla Seconda Guerra mondiale, in cui viene messa in risalto l’atmosfera claustrofobica di costante sospetto che serpeggia tra le alte sfere dei gerarchi. L’intreccio è serrato e lascia davvero poco spazio a tempi morti e dettagli secondari. I personaggi principali sono ottimamente caratterizzati e molto ben inseriti nel contesto della storia (anche quella con la s maiuscola). Il finale, bellissimo, lascia amareggiati per come il popolo tedesco risulti ancora più inconsapevole, per non dire all’ oscuro, delle atrocità commesse dalle SS. Se vogliamo, la realtà storica non viene modificata ma, anzi, è ancor più accentuata. Romanzo davvero bellissimo ( )
  mdiga | Jun 18, 2020 |
Un thriller ambientato in un'immaginaria Germania degli anni '60, una in cui i Nazisti hanno vinto la guerra, Hitler è ancora vivo e vegeto ed il Terzo Reich è una superpotenza mondiale con cui fare i conti.
L'idea non è nuova ma ha sempre il suo fascino, soprattutto se come in questo caso viene realizzata in maniera credibile e convincente. Ci si muove in un' atmosfera grigia e opprimente, dove tutti hanno imparato a obbedire e dimenticato come pensare; non si fanno domande nella nuova Germania nazionalsocialista, ci sono solo risposte, quelle offerte dal Fuhrer e dai suoi discepoli.
Come accade spesso nei thriller storici ( o ucronici qui in particolare) la trama non è all'altezza dell'ambientazione. La soluzione del mistero in realtà è abbastanza interessante: [SPOILER] la storia è fatta dai vincitori si sa, quindi in quel mondo l'olocausto non è mai ufficialmente avvenuto: cosa accadrebbe se qualcuno per caso si imbattesse nelle prove del più grande genocidio della storia? [FINE SPOILER], però ci si arriva in maniera lenta e tortuosa, senza dei veri colpi di scena che tengano desta l'attenzione. Inutile e fastidiosa poi l'entrata in scena della co-protagonista, la giornalista americana capace in un paio di giorni di scoprire la più grande cospirazione del dopoguerra, sopravvivere a svariati attentati e addirittura far innamorare il burbero ispettore, come nel più banale cliché dei polizieschi di serie b.
Che dire quindi di questo romanzo? Il bilancio fra le buone atmosfere ed il thriller mediocre si chiude in parità: senza infamia e senza lode. ( )
  Lilirose_ | Apr 10, 2020 |
Libro famosissimo Fatherland; me ne aveva parlato a novembre Massano. Me l’ha regalato Mario, in occasione del suo matrimonio. Libro scelto, bomboniera eccelsa, da uno che legge e sa cosa leggere. Una visione fantastica del post nazismo, nell’ipotesi in cui Hitler avesse vinto la guerra. Ingredienti perfetti. Per un gran bel romanzo. Ma, purtroppo, ho trovato la lettura abbastanza noiosa. La consueta fotografia di una società corrotta e degradata nei costumi. Direi la Germania immaginata, come l’Italia oggi. Ma questa è una disgressione. Un investigatore berlinese accede ad una documentazione riservata e da lì si dipana il filo di una matassa ben intrecciata. Questo libro l’ho finito di leggere in metropolitana con Annamaria. Come sono odioso. Ma, anche questo, è un altro ragionamento. ( )
  grandeghi | Apr 7, 2020 |
Mi è stato molto difficile valutare questo libro.

Da una parte, Harris è abilissimo nel costruire il suo mondo distopico, così ben descritto che pare di averlo davanti agli occhi, così verosimile da dare i brividi; varrebbe la pena leggere il libro solo per questo.
D'altra parte, la trama del "giallo" è banale e oltremodo scontata. Tutti gli eventi si vedono arrivare da lontano, e viene quindi a mancare qualsiasi tipo di suspance e/o colpo di scena. ( )
  Amarillide | Oct 4, 2013 |
Bellissimo romanzo del genere spionaggio ambientato in una Germania contemporanea ancora dominata dal 'furher' e dal nazismo. rama avvincente e con ritmo incalzante. Attraente il modo di presentare gli eventi e soprattutto curiosa la scoperta di come il mondo avrebbe potuto essere. ( )
  permario | Nov 13, 2009 |
Mostra 5 di 5
nessuna recensione | aggiungi una recensione

» Aggiungi altri autori (16 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Robert Harrisautore primariotutte le edizionicalcolato
Beek, RonaldTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Galle, HubertTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Lindholm, JuhaniTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Rambelli, RobertaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Reinert, KirkImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Dati dalle informazioni generali francesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Dati dalle informazioni generali francesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali francesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
Cento milioni di padroni tedeschi, perfettamente sicuri di sé, avrebbero dovuto essere insediati in Europa con mezzi brutali, e garantiti nel loro potere dal monopolio di una nuova civiltà tecnica e dalla manodopera asservita di una popolazione locale sempre meno numerosa, formata da cretini analfabeti, malati e abbandonati, in modo che potessero avere il tempo libero per sfrecciare lungo le sterminate Autobahnen, ammirarel'Ostello della ForzanellaGioia, la sede centrale del Partito, il Museo Militare ed il Planetario che il loro Führer avrebbe fatto erigere a Linz (la sua nuova Hitleropolis), visitare le gallerie d'arte locali e ascoltare, addentando krapfen alla crema, le interminabili registrazioni della Vedova allegra. Questa doveva essere l'Età Aurea Germanica, dalla quale neppure l'immaginazione avrebbe avuto il potere di evadere.
HUGH TREVOR ROPER
The mind of Adolph Hitler
A volte la gente mi dice: "Attento! Ti troverai alle prese con vent'anni di guerriglia!". È una prospettiva che mi rende felice... La Germania rimarrà in uno stato di allerta continua.
ADOLF HITLER, 29 agosto 1942
Dedica
A GUI
Incipit
Nubi pesanti avevano gravato su Berlino per tutta la notte, e indugiavano ancora in quello che passava per mattino.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese (2)

Fatherland is set in an alternative world where Hitler has won the Second World War. It is April 1964 and one week before Hitler's 75th birthday. Xavier March, a detective of the Kriminalpolizei, is called out to investigate the discovery of a dead body in a lake near Berlin's most prestigious suburb. As March discovers the identity of the body, he uncovers signs of a conspiracy that could go to the very top of the German Reich. And, with the Gestapo just one step behind, March, together with an American journalist, is caught up in a race to discover and reveal the truth - a truth that has already killed, a truth that could topple governments, a truth that will change history.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (3.79)
0.5 2
1 15
1.5 1
2 51
2.5 18
3 246
3.5 107
4 459
4.5 52
5 209

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 155,799,828 libri! | Barra superiore: Sempre visibile