Pagina principaleGruppiConversazioniEsploraStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Eleanor Oliphant sta benissimo (2018)

di Gail Honeyman

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
6,6534421,197 (4.14)348
Meet Eleanor Oliphant: She struggles with appropriate social skills and tends to say exactly what she's thinking. Nothing is missing in her carefully timetabled life of avoiding social interactions, where weekends are punctuated by frozen pizza, vodka, and phone chats with Mummy. But everything changes when Eleanor meets Raymond, the bumbling and deeply unhygienic IT guy from her office. When she and Raymond together save Sammy, an elderly gentleman who has fallen on the sidewalk, the three become the kinds of friends who rescue one another from the lives of isolation they have each been living. And it is Raymond's big heart that will ultimately help Eleanor find the way to repair her own profoundly damaged one.… (altro)
  1. 90
    L'uomo che metteva in ordine il mondo di Fredrik Backman (RidgewayGirl)
    RidgewayGirl: Both novels deal with serious issues with a light, humorous touch, which does not detract from the painfulness of the characters' situation.
  2. 10
    L'imprevedibile viaggio di Harold Fry di Rachel Joyce (PilgrimJess)
    PilgrimJess: Harold Fry is married but still lonely so one day sets off to visit an old flame. Along the way he is offered simple acts of kindness.
  3. 10
    Everyone in This Room Will Someday Be Dead di Emily Austin (Utente anonimo)
    Utente anonimo: awkward young women navigating the world.
  4. 00
    The Missing Treasures of Amy Ashton di Eleanor Ray (Micheller7)
  5. 00
    Mirror, Shoulder, Signal di Dorthe Nors (wandering_star)
  6. 00
    Un giorno di gloria per Miss Pettigrew di Winifred Watson (PilgrimJess)
    PilgrimJess: Like Eleanor Miss Pettigrew has view social skills or friends but one day a new world opens up for her.
  7. 00
    Persone normali di Sally Rooney (dawnlovesbooks)
    dawnlovesbooks: both have witty and eccentric characters
  8. 00
    The Misremembered Man di Christina Mckenna (aliklein)
  9. 11
    The Seven Imperfect Rules of Elvira Carr di Frances Maynard (BookshelfMonstrosity)
  10. 00
    The Cactus di Sarah Haywood (olegalCA)
    olegalCA: Both are quirky characters who find out they have more relationships in their lives than they thought they did
  11. 00
    Goodbye, Vitamin di Rachel Khong (RidgewayGirl)
    RidgewayGirl: Similar in tone, in heart and in compassion for the characters.
  12. 01
    The Puppet Show di M. W. Craven (KayCliff)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 348 citazioni

Inglese (427)  Italiano (3)  Olandese (2)  Tedesco (2)  Lettone (1)  Arabo (1)  Francese (1)  Catalano (1)  Norvegese (1)  Tutte le lingue (439)
Mostra 3 di 3
Ennesimo romanzo che le recensioni (interessate) sbandierano come "capolavoro", mentre in realtà si legge piacevolmente ma non lascia dietro nulla....
Certo che se questo è il romanzo di esordio più venduto di sempre in Inghilterra allora viva la Brexit!! Probabilmente gli inglesi hanno disimparato a leggere. ( )
  ginsengman | Aug 22, 2019 |
Io sono sempre scettica verso i casi editoriali, a maggior ragione con questo libro perchè dai, quanto può essere interessante la storia di una donna eccentrica e piena di problemi? Anche senza averlo letto potevo già prevedere come sarebbe andato a finire.
Per fortuna avevo torto.
Non sulla prevedibilità, su quello in effetti ci avevo visto giusto, ma ero completamente fuori strada nel pensare che non sarei stata emotivamente coinvolta: Eleanor mi ha conquistato già dalla seconda pagina e da lì in poi è stato un crescendo. E' un personaggio bellissimo, così complesso e pieno di sfaccettature che sembra una persona vera. Il suo modo di pensare e soprattutto quello di approcciarsi agli altri sono dolorosamente reali e vicini al mio modo di affrontare la vita (senza traumi ed abusi per mia fortuna) ed ho provato per lei un'empatia che difficilmente ho provato per altri personaggi, anche per quelli che magari mi piacevano di più. L'aspetto che ho preferito è stato il rapporto con l'adorabile Raymond, una relazione (amicizia? Amore? Ma ha importanza in fondo?) di rara intensità ed infinita dolcezza.
Naturalmente il romanzo non è un capolavoro: lo stile tende ad essere pedante e perdersi nei dettagli e come ho già detto la trama è abbastanza prevedibile, colpo di scena finale compreso. Tuttavia Eleanor è una delle creazioni letterarie più riuscite di questi ultimi anni e per il piacere di incontrarla vale la pena leggere questo libro. ( )
  Lilirose_ | Jul 1, 2019 |
Certi momenti è un po' lento, ma rimane un bel libro ( )
  jcumani | May 28, 2018 |
Mostra 3 di 3
The human need for connection, initially scorned by Eleanor, is this heart-rending novel’s central theme. Eleanor Oliphant is most definitely not completely fine, but she is one of the most unusual and thought-provoking heroines of recent contemporary fiction.
 
From pop-star crushes to meals for one, the life of an outsider is vividly captured in this joyful debut, discovered through a writing competition and sold for huge sums worldwide...And what a joy it is. The central character of Eleanor feels instantly and insistently real...This is a narrative full of quiet warmth and deep and unspoken sadness. It makes you want to throw a party and invite everyone you know and give them a hug, even that person at work everyone thinks is a bit weird.
aggiunto da SimoneA | modificaThe Guardian, Jenny Colgan (May 4, 2017)
 

» Aggiungi altri autori (3 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Honeyman, Gailautore primariotutte le edizioniconfermato
Aguilar, Julia OsunaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Audio, LübbeVerlagautore secondarioalcune edizioniconfermato
Audio, PenguinPublisherautore secondarioalcune edizioniconfermato
Azoulay-Pacvon, AlineTraductionautore secondarioalcune edizioniconfermato
Beretta, StefanoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Giorgio, ElisaNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Karhulahti, SariKääNtäJä.autore secondarioalcune edizioniconfermato
Limited, HarperCollins PublishersPublisherautore secondarioalcune edizioniconfermato
Mörk, Ylvaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Maire, LauraErzählerautore secondarioalcune edizioniconfermato
McCarron, CathleenNarratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Montijn, HienTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
SalaniPublisherautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Epigrafe
«...la solitudine è caratterizzata da un desiderio intenso di portare a conclusione quest’esperienza; qualcosa che non si può realizzare con la pura forza di volontà, o semplicemente uscendo di più, ma solo sviluppando delle relazioni intime. È molto più facile dirlo che farlo, soprattutto per le persone la cui solitudine deriva da uno stato di perdita, di esilio o di pregiudizio, che hanno motivo di temere o sospettare, oltre che desiderare intensamente, la compagnia altrui.
«...quanto più una persona diventa solitaria, tanto meno diventa capace di navigare le correnti sociali. La solitudine le cresce attorno, come muffa o pelo, un profilattico che inibisce i contatti, a prescindere dall’intensità con cui li si desiderino. La solitudine è accrescitiva, si estende e si perpetua. Una volta che vi si è conficcata, non è per nulla facile da rimuovere.»

Olivia Laing, La città solitaria
Dedica
Alla mia famiglia
Incipit
Quando qualcuno – tassisti, igienisti dentali – mi chiede che cosa faccio, io rispondo che lavoro in un ufficio.
Citazioni
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Redattore editoriale
Elogi
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Lingua originale
DDC/MDS Canonico
LCC canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese

Nessuno

Meet Eleanor Oliphant: She struggles with appropriate social skills and tends to say exactly what she's thinking. Nothing is missing in her carefully timetabled life of avoiding social interactions, where weekends are punctuated by frozen pizza, vodka, and phone chats with Mummy. But everything changes when Eleanor meets Raymond, the bumbling and deeply unhygienic IT guy from her office. When she and Raymond together save Sammy, an elderly gentleman who has fallen on the sidewalk, the three become the kinds of friends who rescue one another from the lives of isolation they have each been living. And it is Raymond's big heart that will ultimately help Eleanor find the way to repair her own profoundly damaged one.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Riassunto haiku

Copertine popolari

Link rapidi

Voto

Media: (4.14)
0.5
1 18
1.5 3
2 59
2.5 11
3 240
3.5 126
4 838
4.5 180
5 704

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 173,693,697 libri! | Barra superiore: Sempre visibile