Pagina principaleGruppiConversazioniAltroStatistiche
Cerca nel Sito
Questo sito utilizza i cookies per fornire i nostri servizi, per migliorare le prestazioni, per analisi, e (per gli utenti che accedono senza fare login) per la pubblicità. Usando LibraryThing confermi di aver letto e capito le nostre condizioni di servizio e la politica sulla privacy. Il tuo uso del sito e dei servizi è soggetto a tali politiche e condizioni.
Hide this

Risultati da Google Ricerca Libri

Fai clic su di un'immagine per andare a Google Ricerca Libri.

Sto caricando le informazioni...

Il Gattopardo (1958)

di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Altri autori: Vedi la sezione altri autori.

UtentiRecensioniPopolaritàMedia votiCitazioni
5,5251271,419 (4.09)430
A classic of modern fiction. Set in the 1860s, THE LEOPARD is the spellbinding story of a decadent, dying Sicilian aristocracy threatened by the approaching forces of democracy and revolution.
  1. 70
    I Buddenbrook di Thomas Mann (roby72)
  2. 40
    La marcia di Radetzky di Joseph Roth (Rebeki)
    Rebeki: 19th-century Europe, mourning of a lost era
  3. 30
    Dalla parte di Swann di Marcel Proust (chrisharpe)
  4. 41
    L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera (Eustrabirbeonne)
  5. 41
    La certosa di Parma di Stendhal (P_S_Patrick)
    P_S_Patrick: These two books have a fair bit in common, though much is different between them too. They both are set in Italy and are concerned with court and family life, with politics, and the state of the country at the time they were written. The Charterhouse is set mainly in the north, around Milan, Parma, and Lake Como, near the Swiss border, in the first half of the 19th Century. The Leopard is set in the South, much of it in Sicily, starting over halfway through the 19th Century and ending in the next one. Stendhal writes dramatically about adventures and high emotions, whereas Lampedusa is far less baroque about it and writes with greater reserve and elegance. Together these books complement each other and give the reader a reasonably balanced view of Italian life over around a 100 years. Readers are likely to prefer one book over the other, but I am sure that if they enjoyed one they are very likely to enjoy the other. There are passages in the Charterhouse that outshine the best in the Leopard, but I prefer the latter due to it being nearer to perfection when taken as a whole.… (altro)
  6. 20
    Bomarzo di Manuel Mujica Lainez (pacocillero)
    pacocillero: Nos dous casos son mundos en decadencia aínda que con varios séculos de diferencia.
  7. 10
    Giuseppe Tomasi di Lampedusa: A Biography Through Images di Gioacchino Lanza Tomasi (rvdm61)
  8. 21
    Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi (defaults)
  9. 21
    Padri e figli di Ivan Turgenev (JamesAbdulla)
  10. 21
    I vicerè di Federico De Roberto (roby72)
  11. 00
    Lanterns on the Levee: Recollections of a Planter's Son di William Alexander Percy (pitjrw)
    pitjrw: Two elegies to disappearing elites and the societies they led.
  12. 01
    The Stone Boudoir: Travels Through the Hidden Villages of Sicily di Theresa Maggio (marieke54)
    marieke54: Among those old villages: the inhabited remnants and replacements of Santa Margherita di Belice,(< earthquake 1968), Lampedusa's village. The other villages are like what St. M. once was.
  13. 01
    Shakespeare di Giuseppe Tomasi di Lampedusa (Eustrabirbeonne)
  14. 13
    La donna del tenente francese di John Fowles (Eustrabirbeonne)
Sto caricando le informazioni...

Iscriviti per consentire a LibraryThing di scoprire se ti piacerà questo libro.

Attualmente non vi sono conversazioni su questo libro.

» Vedi le 430 citazioni

Inglese (88)  Italiano (11)  Spagnolo (6)  Olandese (6)  Francese (4)  Catalano (3)  Svedese (2)  Portoghese (Brasile) (2)  Danese (1)  Ebraico (1)  Portoghese (1)  Tedesco (1)  Tutte le lingue (126)
1-5 di 11 (prossimo | mostra tutto)
853.914 TOM
  ScarpaOderzo | Apr 14, 2020 |
Premio Strega 1959
  casafallai | Jan 26, 2019 |
Letto perchè non ne potevo più di sentire qualcuno che apostrofava un altro di Gattopardismo e non sapere a cosa si riferiva. Ho trovato marginali le vicende del trapasso dal regno borbonico all'italia unita, indimenticabile la caratterizzazione del personaggio principale, il principe Salina, bella la struggente malinconia di cui è permeata l'opera riferita ad un epoca che sta finendo, secondo me non collegata solo alla fine dei borboni. Ma quello che mi ha colpito di più e che mi rimasto dentro è la descrizione visionaria della sicilia interna durante il trasferimento a Donnafugata che lascia trasparire la particolare prospettiva che aveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa della propria Terra. ( )
  barocco | Oct 23, 2017 |
Letto perchè non ne potevo più di sentire qualcuno che apostrofava un altro di Gattopardismo e non sapere a cosa si riferiva. Ho trovato marginali le vicende del trapasso dal regno borbonico all'italia unita, indimenticabile la caratterizzazione del personaggio principale, il principe Salina, bella la struggente malinconia di cui è permeata l'opera riferita ad un epoca che sta finendo, secondo me non collegata solo alla fine dei borboni. Ma quello che mi ha colpito di più e che mi rimasto dentro è la descrizione visionaria della sicilia interna durante il trasferimento a Donnafugata che lascia trasparire la particolare prospettiva che aveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa della propria Terra.
Nel complesso un libro bellissimo, un vero classico per tutte le epoche che nessun lettore può mancare di avere nella sua libreria ma soprattutto di leggere! ( )
  barocco | Oct 12, 2017 |
Il Gattopardo

Letto perchè non ne potevo più di sentire qualcuno che apostrofava un altro di Gattopardismo e non sapere a cosa si riferiva. Ho trovato marginali le vicende del trapasso dal regno borbonico all'italia unita, indimenticabile la caratterizzazione del personaggio principale, il principe Salina, bella la struggente malinconia di cui è permeata l'opera riferita ad un epoca che sta finendo, secondo me non collegata solo alla fine dei borboni. Ma quello che mi ha colpito di più e che mi rimasto dentro è la descrizione visionaria della sicilia interna durante il trasferimento a Donnafugata che lascia trasparire la particolare prospettiva che aveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa della propria Terra.
Nel complesso un libro bellissimo, un vero classico per tutte le epoche che nessun lettore può mancare di avere nella sua libreria ma soprattutto di leggere! ( )
  barocco | Jun 16, 2017 |
What makes The Leopard an immortal book is that it kisses perfection full on the mouth. Its major theme – the workings of mortality – is explored with an intelligence and poignancy rarely equalled and never, to my knowledge, surpassed.
 
It is not a historical novel. It is a novel which happens to take place in history. Only once does a historical character intrude - King Bomba - and he is rapidly reduced to domestic proportions... I first read this noble book in Italian, but my knowledge of the language is too slight to enable me to judge Mr Archibald Colquhoun’s translation. It does not flow and glow like the original — how should it? — but it is sensitive and scholarly.
aggiunto da SnootyBaronet | modificaThe Spectator, E Forster
 
Il Gattopardo is not like a nineteenth-century novel. It goes by much more quickly than the film and is told with an ironic tone that in the film is entirely lacking. Lampedusa’s writing is full of witty phrase and color. It belongs to the end of the century of Huysmans and D’Annunzio, both of whom, although their subjects are so different from one another, it manages to suggest at moments. There are also little patches of Proust. The rich pasta served at the family dinner and the festive refreshments at the ball are described with a splendor of language which is rarely expended on food but which is in keeping with all the rest of Lampedusa’s half-nostalgic, half-humorous picture of a declining but still feudal princely family in Sicily in the sixties of the last century.
aggiunto da SnootyBaronet | modificaThe New Yorker, Edmund Wilson
 
While you are reading The Leopard, and particularly while you are rereading it, you are likely to feel that it is one of the greatest novels ever written. If this sense fades as you move away from the book, it is only because one's memory cannot fully retain the pungent artfulness of Lampedusa's brilliant sentences. The Leopard is a true novel: It has a fully formed central character, a narrative thrust that keeps you reading, even a historical grounding in the events surrounding Garibaldi's landing in Sicily and the creation of modern Italy. But unless you treat it essentially as a poem—unless you memorize its sentences as if they were lines by Keats, Hopkins, or Eliot (all of them, incidentally, poets whom Lampedusa adored)—the novel's power will dissipate with eerie rapidity the minute you finish reading. It is as ephemeral as the state of mind it chronicles, which is, in turn, part of a vanishing civilization, and no amount of nostalgic remembrance or effortful evocation will do it justice...

When Bassani contacted the widowed Principessa of Lampedusa to see if there were any more bits of the novel available, she offered him only the chapter about a ball. ("A ball is always a good thing," Bassani agreed—and how would Visconti ever have made his movie without it?) It was not until Bassani's subsequent visit to Palermo, made specifically to ferret out any other missing pieces, that he obtained from Lanza Tomasi the full manuscript, including the chapter about the priest. Licy never did feel happy about the publication of that chapter: Apparently, Lampedusa had expressed last-minute doubts about it. But it is impossible to imagine the finished book without it, and one is grateful to Bassani for his vigorous intervention. Like so much else in the history of this novel, this story seems to demonstrate that only a nearly random process could have yielded such perfection as its endpoint.
aggiunto da SnootyBaronet | modificaBookforum, Wendy Lesser
 

» Aggiungi altri autori (36 potenziali)

Nome dell'autoreRuoloTipo di autoreOpera?Stato
Tomasi di Lampedusa, Giuseppeautore primariotutte le edizioniconfermato
Aas, NilsIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Alexanderson, EvaTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Barreiros, José ColaçoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Birnbaum, CharlotteTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Codignoto, LeonardoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Colquhoun, ArchibaldTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Gutiérrez, FernandoTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Holder, JohnIllustratoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Meli, RodolfoImmagine di copertinaautore secondarioalcune edizioniconfermato
Norum, Anna MargretheTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Romein-Hütschler, J.C.Traduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Trevelyan, RaleighIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Tuulio, TyyniTraduttoreautore secondarioalcune edizioniconfermato
Wis, RobertoIntroduzioneautore secondarioalcune edizioniconfermato
Devi effettuare l'accesso per contribuire alle Informazioni generali.
Per maggiori spiegazioni, vedi la pagina di aiuto delle informazioni generali.
Titolo canonico
Titolo originale
Titoli alternativi
Data della prima edizione
Personaggi
Luoghi significativi
Eventi significativi
Film correlati
Premi e riconoscimenti
Epigrafe
Dedica
Incipit
Maggio 1860.    "Nunc et in hora mortis nostrae. Amen"
La recita quotidiana del Rosario era finita. Durante mezz'ora la voce pacata del Principe aveva ricordato i Misteri Gloriosi e Dolorosi; durante mezz'ora altre voci, frammiste, avevavno tessuto un brusio ondeggiante sul quale si erano distaccati i fiori d'oro di parole inconsuete: amore, verginità, morte; e durante quel brusio il salone rococò sembrava aver mutato aspetto; financo i pappagalli che spiegavano le ali iridate sulla seta del parato erano apparsi intimiditi; perfino la Maddalena, fra le due finestre, era sembrata una penitente anzichè una bella biondona, svagata in chissà quali sogni, come la si vedeva sempre.
Adesso, taciutasi la voce, tutto rientrava nell'ordine, nel disordine, consueto. Dalla porta attraverso la quale erano usciti i servi, l'alano Bendicò, rattristato dalla propria esclusione entrò e scodinzolò.
Citazioni
Attribuire ad altri la propria infelicità è l'ultimo ingannevole filtro dei disperati.
Ultime parole
(Click per vedere. Attenzione: può contenere anticipazioni.)
Nota di disambiguazione
Dati dalle informazioni generali inglesi. Modifica per tradurlo nella tua lingua.
Isbn 8820114313 contains only Il gattopardo; the reference to La strega e il capitano comes from an Amazon's error.
Redattore editoriale
Elogi
Lingua originale
DDC/MDS Canonico

Risorse esterne che parlano di questo libro

Wikipedia in inglese

Nessuno

A classic of modern fiction. Set in the 1860s, THE LEOPARD is the spellbinding story of a decadent, dying Sicilian aristocracy threatened by the approaching forces of democracy and revolution.

Non sono state trovate descrizioni di biblioteche

Descrizione del libro
Don Fabrizio, principe di Salina, all'arrivo dei Garibaldini, sente inevitabile il declino e la rovina della sua classe. Approva il matrimonio del nipote Tancredi, senza più risorse economiche, con la figlia, che porta con sé una ricca dote, di Calogero Sedara, un astuto borghese. Don Fabrizio rifiuta però il seggio al Senato che gli viene offerto, ormai disincantato e pessimista sulla possibile sopravvivenza di una civiltà in decadenza e propone al suo posto proprio il borghese Calogero Sedara.
(piopas)
Riassunto haiku

Link rapidi

Copertine popolari

Voto

Media: (4.09)
0.5
1 5
1.5 3
2 36
2.5 11
3 149
3.5 78
4 289
4.5 75
5 348

Sei tu?

Diventa un autore di LibraryThing.

 

A proposito di | Contatto | LibraryThing.com | Privacy/Condizioni d'uso | Guida/FAQ | Blog | Negozio | APIs | TinyCat | Biblioteche di personaggi celebri | Recensori in anteprima | Informazioni generali | 160,664,558 libri! | Barra superiore: Sempre visibile