Immagine dell'autore.

Adam Silvera

Autore di They Both Die at the End

30+ opere 12,829 membri 347 recensioni 4 preferito

Sull'Autore

Comprende il nome: Adam Silvera

Serie

Opere di Adam Silvera

They Both Die at the End (2017) 5,768 copie, 137 recensioni
What If It's Us (2018) 2,042 copie, 83 recensioni
History Is All You Left Me (2017) 1,269 copie, 43 recensioni
More Happy than Not (2015) 1,210 copie, 54 recensioni
The First to Die at the End (2022) 955 copie, 8 recensioni
Infinity Son (2020) 607 copie, 9 recensioni
Here's to Us (2021) 574 copie, 9 recensioni
More Happy Than Not (Deluxe Edition) (2020) 168 copie, 2 recensioni
Infinity Reaper (2021) 159 copie, 1 recensione
Infinity Kings (2024) 26 copie
No Final, Morrem Os Dois (2019) 8 copie
Syn nieskonczonosci (2021) 2 copie

Opere correlate

Because You Love to Hate Me: 13 Tales of Villainy (2017) — Collaboratore — 499 copie, 8 recensioni
(Don't) Call Me Crazy (2018) — Collaboratore — 264 copie, 2 recensioni
Color outside the Lines: Stories about Love (2019) — Collaboratore — 83 copie, 5 recensioni

Etichette

Informazioni generali

Data di nascita
1990-06-07
Sesso
male
Nazionalità
USA
Luogo di nascita
New York, New York, USA

Utenti

Discussioni

Recensioni

"Può succedere anche a noi?" è uno young adult divertente e dal ritmo incalzante, una storia perfetta per il pubblico più giovane, per quegli adolescenti che si ritrovano a vivere emozioni imprevedibili, costantemente alle prese con problemi, ai loro occhi inesperti, impossibili da affrontare, sballottati dai primi amori, gli amici, i rapporti famigliari complicati ed imbarazzanti. Questo libro è una storia d'amore ma anche e soprattutto di amicizia, un rapporto speciale tra due giovani che si stanno apprestando ad entrare nell'età adulta, Ben e Arthur, due ragazzi diversissimi per status sociale, carattere, sogni ed ambizioni che hanno modo di incontrarsi e conoscersi nel posto più anonimo del mondo, un semplice... ufficio postale. Arthur è un ragazzo di buona famiglia, studioso e responsabile, si trova a New York per l'estate, per lavorare ed ottenere crediti formativi per continuare gli studi, ha grandi progetti e grandi sogni, è un ragazzo con la testa sulle spalle ma per molti versi ancora ingenuo soprattutto dal punto di vista amoroso. Il diciassettenne non ha mai avuto una vera e propria storia d'amore e dopo il suo coming out sogna di incontrare il ragazzo che gli farà battere il cuore, crede nella forza dell'universo, un universo ai suoi occhi buono e gentile e che prima o poi ti spinge ad incontrare sul tuo cammino le persone importanti e perché no... il vero amore. Ed è proprio spinto da questa convinzione, che nulla accada per caso, che entra in quell'ufficio postale, anche se sta lavorando e non dovrebbe fare tardi, la visione di un giovane affascinante da far perdere la testa con un pesante pacco tra le mani è irresistibile. DEVE conoscere quel ragazzo, potrebbe essere quello giusto, quello con cui avere una storia da mille e una notte e romantica come un musical di Broadway.
Ben non è della stessa opinione, non crede poi così tanto in quell'universo di cui tutti parlano e se proprio esiste beh... è sicuramente un universo diabolico e malvagio, senza scrupoli visto che lo ha spinto ad innamorarsi di un traditore che ha baciato il primo venuto dopo un litigio, con la banale scusa del "Pensavo ci fossimo lasciati", un vero mascalzone che è costretto a vedere tutti i giorni alla scuola estiva, un universo dal pessimo senso dell'umorismo che ora lo sta spingendo verso quell'ufficio postale, con in mano un pacco da rispedire al proprio ex ricolmo di oggetti, sogni e speranze infrante. Ben non è ottimista, per niente, non desidera altro che leccarsi le ferite ed uscire in fretta e furia da quell'ufficio postale demoniaco almeno... fino a che non si ritrova di fronte un ragazzo con una cravatta ridicola e con un sorriso da far sciogliere un iceberg. Un incontro bizzarro ma che forse il destino, l'universo, ha messo sul suo cammino per fargli cambiare idea. È l'inizio di una folle avventura che porterà i giovani a perdersi di vista, ritrovarsi faticosamente, iniziare a conoscersi ed incasinare la vita tra appuntamenti ridicoli, imbarazzi di vario genere, amici folli e famiglie... ancora più fuori di testa. "Può succedere anche a noi?" è una storia frizzante e fuori di dagli schemi che sicuramente non fa del realismo della trama il suo cavallo di battaglia, chi a quell'età è così maturo da rispedire pacchi al proprio ex invece di lanciarli in un vulcano in eruzione? Chi a quell'età fa stage in città sconosciute quando a malapena riesce ad uscire di casa sano e salvo e senza essere rapito da un serial killer? Chi potrebbe reggere a tanti primi appuntamenti senza andare subito dopo a piangere disperato in un angolino? Una trama che insomma fa un po' acqua da tutte le parti, degna delle atmosfere di telefilm per ragazzi come Dawson's Creek ma che appassiona ed intrattiene. Un libro che esagera un po' con gli eventi imprevedibili ma che vuole dare un messaggio e... lo fa... e anche bene. Questo romanzo non è da iniziare aspettandosi di avere una storia pari pari alla vita reale, mettendosi ad analizzare ogni singolo dettaglio della psicologia dei personaggi, dei luoghi e degli oggetti presenti bensì una storia per imparare qualcosa o almeno per scoprire qualcosa di nuovo, per vedere ragazzi della propria età crescere e maturare. Ben e Arthur ci insegnano con le loro (dis)avventure l'importanza non solo dell'amore ma anche dell'amicizia e dalla complicità, un sentimento forte ed indissolubile che può nascere anche tra persone apparentemente incompatibili tra di loro. Ben e Arthur non potrebbero essere più diversi, solitario, negativo e disilluso uno, dolce, energico ed ottimista l'altro, con una famiglia comune e che fatica ad arrivare alla fine del mese uno e con una ricca e senza problemi economici l'altro. Due persone che non vedresti mai bene insieme e che nonostante tutto combattono i pregiudizi per conoscersi, per innamorarsi, per decidere che vale la pena stare insieme, volersi bene. Due ragazzi che sono circondati dall'amore e dall'affetto, con amici pronti a buttarsi nel fuoco per loro e che proprio come loro stanno lottando per trovare la propria strada nel mondo, tra amori e illusioni, con due famiglie amorevoli e comprensive. Due famiglie diverse per cultura, abitudini e classe sociale che dimostrano però come l'amore possa essere universale, forte a prescindere dal conto in banca e dal proprio status. Due famiglie che hanno accettato a braccia aperte l'omosessualità dei figli, che sono complici dei loro problemi, preziose confidenti pure nei momenti più duri e che seppur imbarazzanti e non prive di difetti, sono presenti e forti, pronte a prendere tra le braccia quei due figli così coraggiosi e fragili allo stesso tempo e a proteggerli dal male del mondo. Un romanzo che senza troppe pretese vuole aiutare gli adolescenti, dare loro un messaggio positivo, incoraggiarli ad esprimere se stessi senza timore ma che non dimentica di mostrare anche il lato negativo del mondo, non mancano le critiche alla società in cui entrambi vivono, una società che spesso discrimina senza volerlo, con stupide battute legate a vecchissimi luoghi comuni o che spesso lo fa per crudeltà ed ignoranza. Come non rimanere indifferenti all'episodio del treno, due giovani che non stanno facendo nulla di male, che sono semplicemente accoccolati l'uno tra le braccia dell'altro e che vengono pesantemente insultati da un uomo, un "padre" che li vede come abomini, dei mostri che potrebbero traviare la fragile mente del suo adorato bimbo e disposto a tutto, quasi a mettere le mani addosso a due ragazzini innocenti e questo per cattiveria, per crudeltà, per ignoranza. Come non indignarsi per certi comportamenti, come non piangere insieme ad Arthur alla consapevolezza che certa ignoranza si può trovare ovunque, anche in un luogo pubblico, come non provare la stessa paura nel fare una cosa così semplice come prendere un treno. Momenti importantissimi e forti che si alternano con maestria ad altri più spensierati e ricchi di buonumore. Un perfetto mix che ci regala una storia strampalata, ricca di buoni sentimenti ed insegnamenti preziosi. Una storia con un finale che ho amato particolarmente, perché più reale e vivo, che differisce rispetto ai comuni Young Adult, diverso da quel "happy ending" forzato, un finale più studiato, attento e che proprio per questo rimarrà per molto tempo del mio cuore. Questo libro è una piccola gemma preziosa, una storia divertente e ricca di emozioni, scritta con maestria e perfetta un po' per tutti, sia per quei giovani ragazzi che cercano aiuto e conforto, degli esempi positivi per il proprio presente e per il proprio futuro, sia per quei lettori un po' più grandicelli che potranno senza dubbio apprezzare le buffe avventure di ragazzi che potrebbero benissimo essere dei figli, un modo per entrare anche solo per poco nella testa dei propri ragazzi e scoprire come si è evoluto il loro pazzo mondo, un romanzo divertente per ridere dei problemi che tutti noi abbiamo avuto a quell'età, tra romanticismo, amicizie, illusioni ed ansie. Un libro che mi è piaciuto molto, che mi ha fatto ridere ed emozionato in molti momenti, una perfetta lettura per staccare la spina e tornare... un po' adolescente.
… (altro)
 
Segnalato
GiadaLexy | 82 altre recensioni | May 10, 2022 |

Liste

Premi e riconoscimenti

Potrebbero anche piacerti

Autori correlati

Statistiche

Opere
30
Opere correlate
3
Utenti
12,829
Popolarità
#1,828
Voto
3.9
Recensioni
347
ISBN
229
Lingue
19
Preferito da
4

Grafici & Tabelle